ARTICOLO – COME TUTTI GLI ARTICOLI DI QUESTO BLOG – RIVOLTO A VITTIME DONNE E VITTIME UOMINI, MA PER COMODITA’ GRAMMATICALE ED INCIDENZA MAGGIORE (MA ASSOLUTAMENTE NON ESCLUSIVA) DI NARCISISTI UOMINI, USERO’ IL MASCHILE PER IL NARCISISTA ED IL FEMMINILE PER LA VITTIMA.

Dicembre è iniziato, e le lucine già illuminano le strade. Le pubblicità in televisione parlano di pandori, torroni, offerte natalizie da non perdere, e sono poche quelle che non hanno il sottofondo delle campanelle. C’è atmosfera di Natale.

Questo articolo è il primo di una serie, che chiamo “NATALE” , in cui andrò ad analizzare nel dettaglio questo periodo nell’ottica di tutte le fasi di un rapporto di abuso narcisistico. Per una vittima di abuso narcisistico, e per un narcisista patologico, questo non è un periodo qualunque, perchè gli effetti dell’abuso nella vittima aumentano, e l’azione abusante del narcisista anche. In qualsiasi fase dell’abuso narcisistico essi si trovino, la fase che stanno vivendo è accentuata e più manipolante, perchè, qualunque azione il narcisista eserciti, dalla più meravigliosa, alla più aberrante, sarà marchiata negli annales della donna, che rivivrà ogni anno, sistematicamente ed automaticamente, un flashback potentissimo che la riporterà, sempre, al narcisista, quando non staranno più insieme, e quando lui tornerà a bussare o, volutamente, non tornerà a bussare.

Se il periodo natalizio coincide con il love bombing, questo sarà un periodo che rimarrà per sempre indelebile nella mente e nel ricordo della donna, nei secoli dei secoli, per la unicità di emozioni ed attenzioni che la vittima non ha mai provato prima, ed il narcisista lo sa. Il narcisista sa che se ora si impegna fino allo sfinimento ad “ubriacare” di amore la vittima, poi per ogni anno futuro, qualsiasi suo eventuale ritorno in questo periodo sarà accettato, perchè la donna ritorna mentalmente con estrema facilità al periodo della sua felicità di questo periodo natalizio vissuto, e sa che non vivrà mai un periodo natalizio così come lo sta vivendo ora con il narcisista. Quest’anno, per il Covid, non si può girare così agevolmente per mercatini, ma se si fosse potuto, il narcisista lo avrebbe fatto, pur di far contenta la sua donna. Quest’anno si devono anche limitare le visite a parenti, ma se si fosse potuto, il narcisista avrebbe fatto anche questo. Di fatto però, quello che può fare, fa: gira per negozi con la sua donna per cercare regali carini, e per comprarne a lei, si propone di fare l’albero con lei, sarebbe capace di cucinare dolcetti allo zenzero con lei in un freddo pomeriggio di domenica. La donna associa la felicità e pienezza affettiva a questo periodo di per sè felice a livello globale. Natale acquisisce finalmente la pienezza e l’euforia che la vittima aveva sempre auspicato, e che sempre aveva provato parzialmente. Prima di incontrare il narcisista, in questo periodo qui, tornava bambina, ma ora si sente finalmente anche donna. Si sente una bambina assecondata ed una donna amata. Se ci sei passata, lo starai capendo molto bene. Ogni dettaglio, per le strade della città, ogni luce, ogni pubblicità in televisione, ogni piccolo progetto natalizio aumenta esponenzialmente di intensità, perchè tutta la droga del love bombing, che inebria normalmente, in qualsiasi periodo dell’anno, ora si va a sommare a tutta una serie di credenze e sensazioni che tu, quasi sempre, soprattutto se sei una donna empatica e briosa e piena di calore umano, provi in questo periodo, come un’autodroga buona che ti somministri ogni anno, come in parte succede a tutti i bambini e un po’, inutile che lo neghiamo, a tutti noi adulti, presi da un’atmosfera che a volte sembra un po’ magica. Ecco, nella vittima tutto assume i veri e propri connotati di una magia. La quantità di aggancio che creerà dipendenza affettiva nella donna è spropositata, ed è spropositato anche l’approvvigionamento narcisistico che il narcisista riceve dall’amorevolezza, dalla devozione, dalla fedeltà, dalla fiducia che la sua donna gli manifesta, ed anche dall’idealizzazione che lui ha della donna stessa. Ogni momento insieme al narcisista ti sembra pieno di affetto vero, pieno di sogni finalmente concretizzati, pieno di famiglia, familiarità, progettualità ed ogni camminata in mezzo alla neve, o anche in mezzo ad una piovosa strada cittadina, profumano di energia.

COSA PUOI FARE, TU, VITTIMA. E’ difficile che tu possa in qualche maniera “aprire gli occhi”, in un momento simile, perchè è tutto troppo bello per pensare anche solo di svegliarsi, e qualsiasi donna corre un altissimo rischio di caderci con tutte le scarpe. In ogni caso, per toglierti ogni dubbio di un passato love bombing natalizio o ogni dubbio che tu stia vivendo un love bombing natalizio ora (nel caso fosse così, ti faccio i complimenti per essere così lucida e trovarti qui a leggere piuttosto che fare sesso tra le calde coperte del tuo folle amore!), puoi consultare questo mio articolo Riconosci così un narcisista dal love bombing – Le voci di Eco . Puoi sognare anche un pochino, ma non rimanere in eterno incantata: svegliati e vivi la vita vera che meriti! E l’uomo/la donna vero/a che meriti!

Articolo soggetto a copyright – E’ severamente vietata la copia e la riproduzione, anche parziale, dei contenuti di questo blog. Nel caso in cui parti di articoli – anche limitate – vengano estratte ed utilizzate (periodicamente e/o occasionalmente) in altri testi, e/o altre piattaforme, e/o sessioni formative, e/o discorsi resi pubblici con qualsivoglia mezzo (ad esempio video e/o audio), E’ OBBLIGATORIO CITARE LA FONTE https://levocidieco.com/ a tutela del diritto d’autore in base alla normativa vigente.