Come si suole dire nella tradizione più o meno popolare, il 23 porta sempre buoni propositi! Senza entrare troppo nello specifico del detto! Quindi i presupposti per un anno splendente già sono in serbo a questo anno stesso che ci aspetta!

Ormai qui siamo diventati una grande comunità. Io la chiamo “piazza”. Una piazza virtuale in cui ognuno passa, soggiorna, intesse chiacchiere, quanto e come preferisce, senza ansie, senza pretese, senza aspettative, ma solo con immenso conforto, sollievo, conoscenza e voglia di rimettersi in piedi o aiutare a rimettere in piedi qualcuno vicino che si vede ormai spento. Ecco, anche quest’anno il mio augurio è quello di NON MOLLARE nel percorso di risalita e di riappropriazione della propria libertà personale e indipendenza psicologica. Il percorso è fatto di fasi, di momenti, di periodi di corsa e di periodi di caduta, di periodi in cui si va avanti e periodi in cui si torna poco, pochino indietro. E’ normale, ma bisogna sempre avere quel minimo di forza – che sempre in un essere umano rimane, sempre – per avere in mente la rotta per la guarigione – perchè di guarigione personale si parla -, per PERDONARSI quando si vacilla, per non avere paura o vergogna a chiedere aiuto, per AVERE PAZIENZA, perché la riappropriazione di sé è sempre lunga, faticosa, e ci vuole tanta tenacia, tanta resilienza – il termine resilienza negli ultimi anni va molto di moda, tra aforismi spiccioli e tatuaggi, e mi sento anche io stavolta di usarlo perchè comunque calza a pennello anche nel recupero di un abuso del genere! -.

Non mollate. E se non avete ancora cominciato, COMINCIATE. Cominciate oggi. Cominciate in questo anno nuovo a togliervi i prosciutti sugli occhi e ad intraprendere la strada per la conoscenza profonda di voi stessi e delle ferite che vi hanno fatto cadere in trappole del genere. Spesso sono ferite piccolissime, impercettibili, quasi insignificanti, ma sono bastate anche quelle. L’abuso narcisistico è un’opportunità. Può sembrare assurdo pensarlo, ma è così. Può sembrare molto più immediato pensare “avrei preferito non averlo mai vissuto e non conoscerne mai l’esistenza”, e non biasimo chi lo pensa, anche io l’ho pensato a volte, MA quando si arriva alla vetta dell’autodeterminazione, della vera e profonda pace con se stessi e soprattutto della vera CONOSCENZA DEGLI ALTRI, tra narcisismo ed empatia, si capisce che questo abuso ha permesso di fornire una cassetta degli attrezzi preziosissima per vivere una vita profonda, VERA e DI SIGNIFICATO a cui molte persone mai riusciranno ad accedere e neppure lontanamente ad immaginare. Voi invece sì, e se siete stati scelti come vittime da individui manipolatori è perchè già avete strumenti emotivi ed affettivi potentissimi per poter accedere a cosa significhi vivere una vita piena, sostanziale di amore.

Sono fortunata ad avere lettori e partecipanti stupendi come voi, e quindi in questo arrivo dell’anno nuovo non solo vi auguro un anno di riscoperte e di forte prosecuzione del vostro percorso, ma vi ringrazio anche. C’è una scrematura fortissima qui, di persone magiche, o forse solo semplicemente di PERSONE, il che non è così scontato in questo mondo oggigiorno. Siete tutti esseri UMANI, con doti umane, con amore da dare, con cuori infranti ma pulsanti, con speranze, con disillusioni ma aspettative, con voglia di aiutarvi tra voi, con quel poco di energia rimasta e con forte confusione. Siete anime meravigliose, ed emerge da ogni vostro intervento (ve lo ripeto spesso che ogni tanto spulcio il Forum!) e da ogni vostro commento. Quindi, grazie. Grazie a Voi. Grazie per il far proliferare la verità, grazie per la lotta che portate avanti per voi stessi e per chi si sta confrontando con voi, grazie per fidarvi di me, grazie per la voglia che avete di sapere, di guardare al di là del proprio naso, di andare a fondo, di documentarvi, di andare oltre voi stessi ed anche oltre i limiti di voi stessi, quei limiti che, se superati con la conoscenza e con la consapevolezza, permettono di accedere alla vera crescita, alla vera autodeterminazione, alla vera libertà.

Per questo anno nuovo alle porte, vi scrivo: NON MOLLATE. Siate liberi, siate curiosi, siate collaborativi con voi stessi e con chi è come voi. Siate coraggiosi di troncare con chi vi depaupera. Siate limpidi, sempre, e non perdete mai la vostra genuinità. Lottate per non diventare come loro, come chi odia la vita e vuol farla odiare a tutti. Lottate ogni giorno per essere UMANI, stupiti di questo meraviglioso agglomerato di bellezza, di emozioni, di cadute e risalite, di speranze e sconfitte, di speranze e risalite, che è semplicemente la vita. La vita che solo gli esseri UMANI vivono davvero. E’ bello essere umani, e troppo spesso lo dimentichiamo. Lo diamo per scontato.

Ecco, per questo nuovo anno alle porte, vi auguro di non dare mai per scontato quanto sia bello essere un essere umano, ovvero un essere dotato di EMPATIA, di capacità di amore per se stesso e per il prossimo, di onestà, di capacità di lavorare su di sé per strappare con forza la felicità, di ascolto disinteressato, di aiuto disinteressato, di umiltà, di pulsione vitale spontanea, di tenacia nel risalire anche all’ennesima caduta, e di capacità di VIVERE.

LA VITA E’ UNA SOLA. E’ BREVE. E’ STUPENDA. FAI SPAZIO SOLO A CIO’ CHE LE PERMETTE DI ESSERE TALE. SEMPRE!

BUON 2023 !!!!!!!!!

Articolo soggetto a copyright – E’ severamente vietata la copia e la riproduzione, anche parziale, dei contenuti di questo blog. Nel caso in cui parti di articoli – anche limitate – vengano estratte ed utilizzate (periodicamente e/o occasionalmente) in altri testi, e/o altre piattaforme, e/o sessioni formative, e/o discorsi resi pubblici con qualsivoglia mezzo (ad esempio video e/o audio), E’ OBBLIGATORIO CITARE LA FONTE https://levocidieco.com/ a tutela del diritto d’autore in base alla normativa vigente.