E’ la domanda più angosciante e più deprogrammante della fase del post scarto. E’ la domanda delle domande, che martella il cervello della donna (o uomo vittima) distrutta, avvilita, appesa ad un sottile filo di vita dopo l’essere stata calpestata e fatta a pezzetti.

Il narcisista ti getta via, e tu sai che c’è un’altra dietro, o forse ancora non lo sai, ma puoi intuirlo. Puoi sapere chi è, ma puoi anche non saperlo. Puoi avere PAURA che sia così, o puoi avere la PARANOIA ossessiva che sia così. I tempi sono troppo veloci, durante un scarto, per far sì che un essere umano abbia l’elasticità mentale ed affettiva di accompagnarsi all’idea che la persona con cui si ha condiviso tanto tempo insieme e che, comunque sia, si ama, già sta con un’altra, già ha rapporti intimi con un’altra, già ha perso la testa per un’altra, esattamente come era stato con te.

Una donna scartata che presume, o sa, che c’è già qualcun’altra, lo sa bene com’è la fase iniziale di relazione con un uomo come il suo. Sa bene che il suo uomo se inizia una relazione è perchè in quel momento ci perde davvero la testa, d’altronde potrebbe avere qualsiasi donna vuole, e con molte gioca solamente, ma è solo con poche che decide di creare quella favola impegnativa e distruttiva che aveva attuato prima con lei. La vittima SA che se il narcisista l’ha lasciata è perchè c’è un’altra donna che ha innescato in lui delle “emozioni” (di approvvigionamento narcisistico e niente più), reazioni, interesse, se non maggiori, sicuramente alla pari di tutti quelli potentissimi che lui aveva per lo meno manifestato di provare nei primi tempi con lei. E questa è una rivelazione di doppio struggimento per la vittima: la vittima SA che il narcisista non la lascerebbe per una donna che lo attira, per esempio, solo sessualmente ( perchè in questi casi ci andrebbe a letto creando relazioni sessuali parallele senza problemi, e mantenendo sempre buona la fonte primaria, cioè la fidanzata ufficiale o moglie), e la vittima SA che non è una sbandata senza valore, ma SA che ciò che prova il narcisista per la nuova arrivata è qualcosa di “ossessivo”, tipo forte infatuazione e, in pochi giorni, già molto radicato, così come era stato con lei. Ciò che però la vittima non comprende è che l’innamoramento che lei pensa che il narcisista stia provando per la potenziale nuova donna, in realtà altro non è che l’aver INTERCETTATO UNA FONTE DI APPROVVIGIONAMENTO NARCISISTICO CHE, PER LO MENO IN QUESTO MOMENTO, E’ PER LUI PIU’ APPAGANTE PER IL SUO SOSTENTAMENTO ENERGETICO, quindi non deve avere paura che lei, vittima, abbia qualcosa in meno a questa nuova donna, o che lui stavolta sia cambiato, o che questa new entry è stata più brava e sarà più brava a capire come tenerselo per sempre come lei non era riuscita a fare. NO. La vittima deve entrare nell’analisi oggettiva della situazione: il narcisista NON CAMBIA, ma cambia semplicemente le pedine del suo gioco. Stavolta tocca a questa nuova, perchè è momentaneamente più efficace, e perchè è la novità, e perchè ha qualche aspetto che, ripeto, almeno momentaneamente, lo interessa di più, ma è semplicemente LA NUOVA VITTIMA DESTINATA AD UNA SOFFERENZA CHE FORSE POTREBBE AVERE UN RISVOLTO BEN PEGGIORE DEL TUO, CHI LO SA.

Analizziamo tutto questo nel dettaglio.

Cosa pensa la vittima della nuova preda e circa la situazione con la nuova preda:

  • “Cos’ha lei più di me?”.
  • “Ho paura che lei possa essere più forte e scaltra di me e capire i meccanismi con i quali possa tenersi lui. Se mi fossi impegnata di più avrei potuto evitare che lui si stufasse di me, che lui si allontanasse, e magari lei potrebbe invece essere più sveglia, non solo di me ma anche di lui. Ho paura che sia una donna più sveglia di lui.”.
  • “Ho paura che lei sia più sicura di me, e quindi metta in riga lui più di quanto abbia fatto io, e se fa così riesce a legarlo di più a sè, e lui ricorderà lei come la sua più importante donna. Ho paura che sia più sicura di me perchè una donna sicura di sè fa soffrire un uomo narcisista, in quanto alle prime, o lontane, mancanze di rispetto glie lo fa notare, si fa rispettare, dà modo al narcisista di avere paura di perderla, e il narcisista può ossessionarsi per lei, come spesse volte ha fatto con me quando mi allontanavo o gli facevo venir paura di avermi perso”.
  • “Ho paura che lui si innamori profondamente di lei e che quindi io l’ho perso per sempre, come dovrei anche perdere le mie ancora attuali speranze, illusioni, già morte sul nascere, di poter ristabilire, che sia a breve o che sia in un lontanissimo futuro, la nostra relazione. Ho paura che lui si innamori profondamente perchè forse ha cambiato vita, perchè forse è cambiato sul serio, perchè vede solo lei ora, e a me di lui non sta rimanendo niente in mano. Solo aria e ricordo da eliminare”.
  • “Ho paura che lui si innamori profondamente di lei e che quindi tutti penseranno che finalmente ha trovato la donna giusta, e che io semplicemente ero per lui la donna sbagliata, e non era un problema di lui, ma un problema del fatto che doveva semplicemente trovare la famosa “donna che gli avrebbe fatto mettere la testa a posto”. Ecco, muoio a pensare che lui possa aver trovato la DONNA CHE GLI HA FATTO METTERE LA TESTA A POSTO, perchè ero io quella donna. Ero io quella su cui tutti avevano puntato, ero io l’unica che lo sapeva prendere, che lo capiva. Ero io la donna giusta. Lo sapevamo io e lui, e lo pensavano tutti.
  • “Mi sento morire al pensare a questa nuova arrivata che sta vivendo sulle nuvole, inondata delle attenzioni che gli sta riservando lui, e che vive quelle sensazioni di cure ed amore che lui è capacissimo di far sembrare che stia dando. Odio il pensare che lei stia provando quelle sensazioni sublimi che ho vissuto io, quando lui era a me che le dava”.
  • Chissà quante volte lui starà pensando ‘lei non è minimamente paragonabile a l’altra (cioè me), lei mi capisce di più, ha tutte quelle caratteristiche che l’altra non aveva’, e magari si sta rendendo conto che io ero davvero sostituibile, e che nel mondo c’era e c’è molto di meglio di me. E quindi NON HA PIU’ PAURA AL PENSIERO DI PERDERMI, perchè ha capito che non è morto di dolore avendomi perso, avendomi lasciato, anzi, ha trovato di meglio, quindi io dovrò rimanere sempre nel suo cestino, calpestata come qualcosa di usato e non pregiato, come tanti altri oggetti pronti all’uso.

Cosa dovrebbe pensare la vittima circa la nuova preda e circa la situazione con la nuova preda : la vittima deve pensare alla REALTA’ OGGETTIVA DI CIO’ CHE STA ACCADENDO, ovvero:

  • “Povera lei. Non sa ancora cosa le aspetta”.
  • “Se questa nuova arrivata non sa nulla di me, e lui non le ha detto che ci sono stata anche io finora, è già bella che presa in giro, ed ha già una relazione iniziata con più o meno sottili menzogne. Non è tutto oro quello che vede luccicare. Poverina.”.
  • “Se questa nuova arrivata sa di me, e se sa che ci sono anche io ancora nell’aria, o almeno fino a pochissimo tempo fa, le questioni sono due: o lui l’ha intortata di bugie e quindi, anche in questo caso, che bell’inizio di storia d’amore che sta vivendo, oppure lei è fatta della stessa identica sostanza di lui, ovvero è una donna egoista, povera amante che pur di lottare per prendersi quest’uomo tutto per sè, è capace di passare sopra ad una donna, colei che c’era prima e che per lo meno meriterebbe rispetto come essere umano. Quindi, si sono scelti proprio bene. Una bella coppia assortita, di cui io non ho nulla da spartire umanamente”.
  • “Pensavo che lui fosse diverso. Ho voluto crederci per tanto tempo, ma mi sbagliavo. Non voglio un uomo che appena trova una bambola nuova con cui giocare, mi butta nel cestino senza neanche spiegazioni, senza confrontarci, senza trattarmi con rispetto. Non merito un uomo così, e ad andarsene mi ha fatto solo che un favore. Tutte le scopate appassionate che si stanno facendo adesso, lui e la malcapitata, saranno ben scontate prima o poi, ahimè per lei”.
  • “Se ha fatto così con me, farà così pure con lei, prima o poi. Potrebbe essere anche molto ‘poi’, per esempio fra mesi, o anche fra anni. Ma quel ‘poi’ arriverà, perchè ho imparato che un narcisista NON CAMBIERA’ MAI, neanche di fronte alla donna più scaltra che sprecherebbe tutta la sua vita per calcolare modi con i quali non farselo scappare. Quindi, così come ora la mette sopra al piedistallo, domani la scaraventerà nel baratro”.

Quando comincerai a guardare all’abuso narcisistico come tale, e quindi con tutte le sue rigide componenti, capirai che non c’è nulla per cui valga la pena davvero soffrire così ed avere cotanta paura. La nuova preda non è altro che un nuovo tassello allo schema fisso che il narcisista attua costantemente, ciclicamente e stai sicura/o che, fra un mese, o fra dieci anni, se questa nuova vittima sarà intelligente ed avrà sufficiente amor proprio e sufficiente esasperazione di tenere botta ai soprusi del tuo ex abusante, arriverà anche lei in blog tipo questi, a leggere gli stessi articoli che oggi leggi tu, e cercherà di rimboccarsi le maniche per guarire dalle sue ferite e DIMENTICARE quell’essere che ora stai faticosamente cercando di dimenticare tu mentre lui ora è dentro alle lenzuola con lei. E’ lo schema. E’ sempre così. Il disturbo narcisistico non è elastico, non fa comportare i narcisisti in maniera elastica. E’ fisso.

TU NON POTEVI FARE ALTRO DI DIVERSO, TALE DA FAR AGIRE IL NARCISISTA IN MODO DIVERSO.

Ricordatelo sempre. Qualsiasi tuo essere “più scaltra”, o meno asservente, o più presente, o chissà quale cruccio che ora potrebbe esserti balenato nella testa, NON C’ENTRA NULLA con la scelta del narcisista di averti scartato e preferito un’altra al posto tuo. Era semplicemente il momento che tu fossi scaduta, buttata e sostituita, secondo leggi di una mente disturbata quale è quella del narcisista patologico. Prima non lo sapevi. Quando lo avevi conosciuto forse non sapevi proprio nulla di narcisismo, ma ora sei tutelata, perchè comprendi, perchè conosci, e quindi sai che qualsiasi schema del narcisista è FISSO ed inscalfibile. Se non fosse stata questa donna di adesso, sarebbe stata SICURAMENTE un’altra donna, magari fra qualche mese, fra qualche anno. Ma ci sarebbe stata. Inevitabilmente. Perchè è così che funziona la mente di un narcisista. E se, ad una certa avanzata età, rimarrà per molto tempo sempre e solo con una donna sola, ricorda sempre che sarà una relazione sbilanciata, logorante nei confronti nella persona meno narcisista, piena di segreti all’interno della coppia, e qualsiasi idillio vedrai dall’esterno con il tuo ex narcisista, o qualsiasi narcisista che tu hai colto essere tale, sarà sempre un idillio esterno. Dentro ad un rapporto un narcisista semina sempre dolore.

NON DARTI COLPE. NON SENTIRTI INFERIORE A NESSUNO. NON SENTIRTI DIFETTOSA. IL PROBLEMA NON E’ IL TUO. SE VUOI TROVARE UN ERRORE, POTREI AIUTARTI A TROVARLO NELL’AVER PERSEVERATO SENZA CONOSCERE. ORA CONOSCI, E PUOI NON PERSEVERARE PIU’, E SPERO CHE IN NESSUNA RELAZIONE COSì ABUSANTE TU NON PERSEVERI NEANCHE AI PRIMISSIMI SEGNALI DI SOPRUSO.

Non c’è destino differente per un narcisista. Forse ho impiegato un intero articolo per rispondere solo ora all’affermazione del titolo dell’articolo stesso. La risposta è: IL NARCISISTA NON SI INNAMORERA’ MAI VERAMENTE DELLA VITTIMA DOPO DI TE. Non puo’ farlo, perchè il narcisista NON E’ IN GRADO DI AMARE NESSUNO, neanche se stesso, neanche i suoi genitori, neanche i suoi figli. Ciò che ama il narcisista della nuova vittima è il suo approvvigionamento narcisistico, lo stesso che ha risucchiato da te e di cui ti ha lasciata priva ed esanime. Perchè tu stai così male al solo pensiero che la nuova vittima stia godendo del meraviglioso momento scintillante con il narcisista? Per due ragioni, che se riesci a sradicare dentro di te, ti permetteranno di diventare, in un solo secondo, una donna così leggera della libertà individuale:

  1. Ancora dai importanza al momento del love bombing, non dandogli il reale significato che ha, cioè una semplice fase di una manipolazione ben più complessa che dopo si susseguirà. Se tu vedi il tuo love bombing come una fase meravigliosa della vostra storia d’amore e che si è distrutta per, per esempio, tue mancanze, o per problemini esterni che tu potevi anche evitare, e non vedi il love bombing come un periodo ARTEFATTO di abuso emotivo solo germinante, che gettasse le basi per la violenza successiva, non ti darai mai pace immaginando il tuo lui e soprattutto quella tua immaginata (o conosciuta) nuova odiata donna pervasi dalla passione tortuosa, dalle promesse e dalla così fastidiosa ed odiosa sensazione di lei che pensa di aver trovato, nel (quello che lei non sa essere) narcisista l’uomo della sua vita, cucito apposta per lei, come avevi pensato tu, e come hanno pensato tutte prima di te.
  2. Hai paura che il narcisista si innamori, una volta per tutte, della donna giusta per lui, ed in tal caso, ciò significa che non accetti ancora, nel profondo di te stessa, che lui è un narcisista a tutti gli effetti, cioè un uomo affetto da un disturbo mentale serio, come appunto quello narcisistico, ed in quanto tale ha delle caratteristiche ben definite, una delle quali l’incapacità di amare. Quando sarai convinta nel profondo di te stessa, che lui è così e che non valgono i momenti in cui sei “imbambolata” e ti sembra normale, ti verrà da sè arrivare alla conclusione che ciò che potrà costruire il narcisista con la nuova donna non è una vita felice insieme, ma semmai una vita di fasi manipolanti cicliche e sempre più mortifere per la poverina.

SCOPRITI GLI OCCHI. GUARDA LA REALTA’ COSI’ COM E’. FORSE DI MIRACOLI NE ESISTONO, MA IN QUESTO CASO PROPRIO NO. UN NARCISISTA NON CAMBIA. NON E’ CAMBIATO CON TE, CHE LO AMAVI, ADORAVI, CHE ERI FORTE E MAGNANIMA, FORTE E ACCOGLIENTE, CHE SEMBRAVA ANCHE LUI TI AMASSE. NON CAMBIERA’ CON NESSUN’ALTRA.

PERCHE’ L’AMORE NON CAMBIA UN NARCISISTA. NE’ QUELLO CHE LUI RICEVE, NE’ QUELLO CHE LUI NON SA PROVARE.

E’ tutta manipolazione. Ricordalo sempre. Lo è stata con te, e lo è anche con la prossima, e con quella dopo, e con quella dopo ancora.

Articolo soggetto a copyright – E’ severamente vietata la copia e la riproduzione, anche parziale, dei contenuti di questo blog. Nel caso in cui parti di articoli – anche limitate – vengano estratte ed utilizzate (periodicamente e/o occasionalmente) in altri testi, e/o altre piattaforme, e/o sessioni formative, e/o discorsi resi pubblici con qualsivoglia mezzo (ad esempio video e/o audio), E’ OBBLIGATORIO CITARE LA FONTE https://levocidieco.com/ a tutela del diritto d’autore in base alla normativa vigente.