Narcisismo al microscopio & oltre

Stai leggendo

Rispondi a: Ho rivisto il mio ex narcisista

Narcisismo al microscopio & oltre

Rispondi a: Ho rivisto il mio ex narcisista

Rispondi a: Ho rivisto il mio ex narcisista

#10339
Giulia
Ospite

Incredibile come si vengano a creare le stesse dinamiche in persone diverse tra loro. Ma la cosa che mi ha lasciato ancor più a bocca aperta è che questo disturbo è davvero tanto diffuso.

Io, prima di incontrare lui, ero serena ma c’erano diverse questioni che mi hanno portata ad entrare sin da subito in una situazione di dipendenza e che sto ancora cercando di risolvere. Tu invece avevi già lavorato su te stesso e questo fa capire che tali persone riescono a compromettere la salute mentale di chiunque si trovino davanti.
In tutta questa situazione però è necessario vedere almeno un lato positivo: se mai capiterà di nuovo di imbatterci in persone con questo disturbo sapremo riconoscerle abbastanza in fretta da scappare (o almeno spero).

Rispondendo alla tua domanda sul perché ci si innamora del serpente e sulla possibilità di non aver colto dei segnali ti dico che, nella mia relazione, c’erano dei segnali molto evidenti che avrebbero dovuto mettermi in allarme sin dall’inizio. Ma io non conoscevo questo disturbo e il love bombing mi aveva completamente annebbiata. Dopo una settimana di frequentazione mi diceva già ti amo, era molto geloso (questo aspetto è peggiorato drasticamente nel corso del tempo), voleva conoscere i miei spostamenti e tanto altro. Lì per lì pensavo che questi atteggiamenti fossero dettati da un forte interesse nei miei confronti perché mi faceva sentire la donna più importante al mondo.. ma, quando sono venuta a conoscenza dell’esistenza di questo disturbo, tutto è diventato più chiaro. Ormai però era troppo tardi ed io ero completamente invischiata in questa relazione tossica.
Ho passato molto tempo ad addossarmi la colpa di non essere andata via ai primi campanelli d’allarme, ma, con il tempo e con l’aiuto della terapia, sono diventata più comprensiva nei miei confronti. Se siamo così in tanti a cadere in queste relazioni è perché si sono venuti a creare dei meccanismi di cui non eravamo consapevoli e sui quali, senza l’aiuto di un esperto, non potevamo intervenire.

Relativamente alla dissonanza cognitiva, invece, non so cosa dire.. è un mostro che continua a rovinare le mie giornate e che sembra non volermi abbandonare. Non riesco proprio a gestirla ed è davvero frustrante.