Narcisismo al microscopio & oltre

Stai leggendo

Rispondi a: Silenzio punitivo: i vostri racconti

Narcisismo al microscopio & oltre

Rispondi a: Silenzio punitivo: i vostri racconti

Rispondi a: Silenzio punitivo: i vostri racconti

#10474
irene
Ospite

buongiorno.. ho letto il vostro articolo e mi sono ritrovata tanto. vivo in casa con il mio ragazzo e mia suocera attualmente perché anche se lei ha il compagno e la casa in un’altra regione, in mancanza di lavoro si è stabilita da noi. All’inizio andava tutto bene. andavamo d’accordo e mi sentivo finalmente in una famiglia sana. io vengo da una famiglia che mi ha procurato tanti danni di autostima, una famiglia in cui ogni scelta che prendevo era sbagliata, non c’era dialogo, a 20 anni dovevo tornare a casa alle 10, avevano la posizione e mi hanno trovato lavoro attaccata a casa per controllarmi. per loro non ero brava in nulla, dovevo sempre abbassare la testa e accettare sia in ambito lavorativo che familiare. infatti ho lavorato anni a 300 euro al mese o in posti in cui nemmeno mi pagavano. venivo chiamata putt.. se facevo la commessa o la barista perché secondo loro erano lavori da *** e io dovevo solo lavorare in ufficio. lavoro che ho sempre schifato. mio papà mi ha fatto diverse volte battute sessuali; mia mamma se mi facevo delle foto mi diceva “perché te le fai? guarda che mica sei una modella e non sei neanche così bella”. litigavamo sempre e violentemente. finché sono andata via. ora i rapporti sono “migliorati” perché fingo e metto una maschera “felice” quando li vedo. mi hanno convinto di essere una persona malata. di aver bisogno di cure.. comunque tornando al discorso quando mi sono trasferita dal mio ragazzo mia suocera sapeva della mia situazione. dopo alcuni mesi le cose sono precipitate. abbiamo preso un cane e lei urlava da mattina a sera che il cane faceva pipì e pupu dove lei non voleva, mi urlava che ero una maleducata ad andare a lavorare e lasciarla lì con il cane e non raccogliere i suoi escrementi (cosa sempre fatta ma se la fa mentre lavoro non posso..), me ne ha dette di tutti i colori. schifa ogni cosa che faccio in casa e chiama me e il mio ragazzo “buoni da niente”. quando torna a casa dai weekend col suo compagno è un incubo. non parla. si chiude in camera perché è incazzata con noi. ci tratta male. torno a casa da lavoro con l’ansia continuamente. lei non parla. si chiude nel suo mondo, le chiedi cos’ha e ti dice sempre “niente”. ti esclude e sta sempre zitta. poi le passa. poi si arrabbia di punto in bianco e si isola. io mangio da sola a pranzo perché lei fa così. non ce la faccio più. tutto quello che faccio in casa non va mai bene, il cane non ha il carattere che vorrebbe lei, il figlio fa un lavoro che non le va bene (operaio). mentalmente sono distrutta. va avanti da 2 anni. ogni cosa che facciamo io e il mio ragazzo fa schifo. non ci viene mai a trovare nessun parente. nessuno ci da mai una mano. i suoi silenzi mi hanno logorato mentalmente. non la voglio più in casa idem mio moroso. le abbiamo detto di trovarsi lavoro dov il suo compagno. dice di guardare le offerte mw non è vero. tutte cazzate. gliene ho mandate 10 settimana scorsa e nemmeno le ha guardat. NON CE LA FACCIO PIÙ.