Narcisismo al microscopio & oltre

Stai leggendo

Rispondi a: Silenzio punitivo: i vostri racconti

Narcisismo al microscopio & oltre

Rispondi a: Silenzio punitivo: i vostri racconti

Rispondi a: Silenzio punitivo: i vostri racconti

#11206
Luna Calante
Ospite

Ultimamente mi sto rendendo conto di come risulti più facile rivolgere lo sguardo indagatore al partner piuttosto che verso se stessi. Si cerca di individuare qualche patologia per capire come mai si comporta da stronzo con noi, invece di chiedersi perché noi stiamo lì, in una relazione con una persona che si comporta in quel modo. Immagino che sia più semplice ricercare fuori j problemi anziché dentro. Parlo per me; è più semplice concentrarmi sul fatto che il mio ex avesse chiaramente segni e sintomi di un disturbo piuttosto che domandarmi “e allora perché sei rimasta?perché nonostante la vocina dentro di te sei stata lì?perché ti piaceva sentirti ginalmente riconosciuta nella tua unicità. Perché quelle parole le aspetti da tutta la vita”. Ammettere di essere parte del problema è per me una nuova chiave di lettura di tutto quanto mi è accaduto. Non rende le cose meno dolorose, ma ho come la sensazione che sia una specie di indizio indispensabile per risolvere questo indovinello sentimentale da cui tante dj noi si trovano impantanate. Non più perché lui, ma perché io.