Narcisismo al microscopio & oltre

Stai leggendo

Rispondi a: Silenzio punitivo: i vostri racconti

Narcisismo al microscopio & oltre

Rispondi a: Silenzio punitivo: i vostri racconti

Rispondi a: Silenzio punitivo: i vostri racconti

#11515
Maura
Ospite

Purtroppo qui cara Francesca ti capiamo benissimo tutti, per filo e per segno. Ogni tua frase riusciamo a capirla nel profondo di come ti sei sentita quando subivi tutto questo, tra silenzi punitivi, controllo, ritorni, mortificazioni, cervellotiche analisi dei propri comportamenti, non sia mai lui si sia offeso di qualcosa a causa nostra. Sempre stessi schemi. Comunque, se non si è del tutto guarite (perchè proprio di guarigione si parla) anche se questi soggetti disturbati tornassero dopo 30 anni provocherebbero grandi problemi, soprattutto a livello emotivo, ed io penso personalmente che arrivare ad una guarigione totale in cui non si provi più niente di niente di niente verso di loro anche a distanza di anni sia difficile, molto complesso, ma che quando ci si riesce potremmo combattere altri miliardi di crociate senza paura ma con tantissima forza. Non è una questione di amore, è una questione di mille altre cose. Quando tornano (ed è successo anche a me, dopo 2 anni e mezzo dallo scarto, quindi parlo per esperienza) si prova angoscia, paura anzi terrore, dipendenza affettiva, gelosia, disperazione, attaccamento, picchi di crollo di autostima personale e di ego a mille. Sono bombe maligne quando tornano. Ma tutto questo avviene se noi ancora non abbiamo sanato tutto ciò che è irrisolto dentro di noi, ed è difficile perchè per esempio tutte le persone che girano intorno a loro stanno a “caro amico” in questo senso, sono acerbe, manipolate, dipendenti da lui (scimmie volanti, colleghi, spesso proprio genitori). Ormai mi sono fatta pure io una cultura su queste dinamiche narcisistiche e non avrei potuto fare altrimenti per guarire. Sono in fase di guarigione ancora, ma posso dirti di non sentirti sola, di non sentirti schiacciata da lui o di non valere niente. Non sei tu il problema, anche se ti senti svilita e dipendente da lui. So che ci si sente così e so che ci si sente tradite da se stesse per esserci ricadute, ma questi soggetti sono troppo potenti in quanto a manipolazione, sono manipolatori seriali, esperti, lo fanno da una vita e con tutti, si mascherano dietro persone normali e buone (anche quando sappiamo che sono narcisisti manipolatori), quindi se ancora non si ha lavorato davvero profondamente su di se ritornano a fare disastri sempre più importanti, non contando poi che gli anni passano, ed una donna più gli anni passano più ha bisogno di altrettante forze per rimettersi in piedi e ricominciare. Ed anche qui parlo per esperienza personale. Spero di esserti stata utile in qualche modo, è la prima volta che intervengo qui sul forum ma leggo sempre gli interventi e mi ritrovo incredibilmente in ognuno.