Narcisismo al microscopio & oltre

Stai leggendo

Rispondi a: Silenzio punitivo: i vostri racconti

Narcisismo al microscopio & oltre

Rispondi a: Silenzio punitivo: i vostri racconti

Rispondi a: Silenzio punitivo: i vostri racconti

#11562
Iris
Ospite

Ciao Life. Credo che il silenzio punitivo sia l’arma più mortificante che un narcisista patologico possa usare.
Io ancora ricordo il suo primo silenzio. Decise di somministrarmelo una fredda mattina d’inverno, in un momento fin troppo delicato della mia esistenza. Ero fragile in quel periodo e provata da vari eventi e, come se non bastasse tutto questo, fui punita con ore e ore di silenzio totale. Non rispondeva più nè a chiamate, nè a messaggi. Muto, sparito nel nulla, come morto. Ed io mi sentivo esplodere, in un’escalation di reazioni psicosomatiche: tachicardia, ansia, angoscia, sudorazione fredda. Ricordo che ad ogni chiamata non risposta sentivo il pavimento disintegrarsi sotto ai miei piedi. Mi sedetti sfinita su una panca nei pressi di un centro commerciale e non so spiegarti quanto mi sentii sola, persa, mortificata. Un viavai di gente indaffarata, presa dagli acquisti del sabato pomeriggio… ed io ero lì, ferma come una statua. Pietrificata dalla paura di averlo perso per sempre.
Verso sera.. finalmente, “il narcisista” riapparve ma tu pensa che per mesi, ogni volta che passavo nei pressi di quella panchina provavo una sensazione sgradevole, un disagio. A pensarci ora, mi rendo conto di quanto poco mi amassi, di quanto poco mi stimassi. A pensarmi sulla quella panchina, inerme ed impietrita, mi rendo conto di quanto fossi diventata incapace di fare un’analisi di realtà e capire. Life, un uomo (o una donna) capace di punire chi dice di amare in questa maniera così dolorosa e meschina non sa neanche lontanamente cosa sia l’amore, cosa sia il rispetto. E forse anche tutto il nostro dolore, tutta la nostra paura di aver perso per sempre qualcuno di così importante per noi, non è amore. E’ solo e soltanto un trauma a tenerci legate. Approfitta del suo silenzio per scappare. Fallo per TE.