Narcisismo al microscopio & oltre

Stai leggendo

Rispondi a: Come mostrare agli altri chi è il narcisista

Narcisismo al microscopio & oltre

Rispondi a: Come mostrare agli altri chi è il narcisista

Rispondi a: Come mostrare agli altri chi è il narcisista

#11564
Alessia
Ospite

Bella domanda. Sono mesi che mi sto facendo il fegato nero per questo motivo. Il narcisista con cui ho a che fare io è il mio ex partner e convivente, bravo professionista nel suo settore, apparentemente amabile e soprattutto profondo, benestante, di apparente buona famiglia (apparente, bada bene), apparentemente geniale e creativo (scopiazza solo le idee degli altri). Da fuori è visto come “l’inarrivabile” ed io che per anni mi sono dovuta sentire “quella che chissà perchè lui l’ha scelta”, quella scomoda per tutte quelle che se lo volevano accalappiare e via dicendo, quando anche io sono una professionista più che competente e, a differenza sua, piena di valori veri, empatia ed affetti sinceri. Ho scoperto in circa due settimane un effetto domino di bugie nauseabonde, da Quarto Grado il programma di rete4, da brividi, altre donne, situazioni ambigue con uomini, bugie basiche su cavolate (che mi sono chiesta: ma perchè mentire su cose anche ininfluenti? Poi ho capito che loro mentono su tutto). Ecco, dopo aver scoperto tutto questo di lui e che questo ha il nome di disturbi mentali gravi, ho cercato di parlarne, di chiudere aiuto tra persone a me e a lui vicine, ho cercato di discuterne, di confrontarmi, e ciò che ho trovato cosa è stato? Pena nei miei confronti, sguardi che dicevano qualcosa tipo “poverina, non è mai stata ai livelli di lui, la sua data di scadenza è arrivata ed è giusto che lei continui a fare una vita umana becera senza di lui, non come lui che è un dio e che ora costellerà la sua vita di altre belle donne, belle occasioni e bella vita”. Non mi credeva NESSUNO, ed ancora ora molti non mi credono. Se racconto episodi con tanto di dettagli, strabuzzano gli occhi e dicono che sono esagerata o che sono confusa o che sono solo tanto arrabbiata e non so quello che dico. Dio solo sa quante volte ho pianto per questo, stavo lì a pensare a cosa fare per farmi credere, a cosa far vedere di lui per farmi credere, ma spesso non avevo niente in mano perchè lui non mi scriveva messaggi cattivi o altro di dimostrabile. Mi demoliva con bugie, silenzi punitivi, una doppia vita in un’altra regione d’Italia, svalutazioni verbali a cui nessuno credeva perchè tutti lo vedevano gentile con loro. Risultato? Mi intossicavo io. Ci intossichiamo noi. Loro fanno schifo, e noi lo sappiamo. Deve bastarci questo per cercare in ogni modo di rimanere pure e lucide per levarci per sempre dalla vita questi esseri immondi. Io non avevo figli, quindi è più liscio di chi ha figli, ma è dolorosissimo lo stesso perchè si parla di sanità mentale prima ancora di problemi pratici, però posso dire che ciò che abbiamo scoperto di loro è lo scossone finale di cui forse avevamo bisogno per dire: ok, una volta per tutte devo liberarmi di questo mostro. Che gli altri mi credano o no.
Spero anche io che la vita faccia il suo corso e smascheri da sè questi mostri. Come hanno fatto del male a noi lo faranno a qualcun’altra e forse con le nuove prede non gli andrà così bene come è andata con noi, e non cadranno in piedi. Spero che prima o poi non tutti cadranno in piedi in eterno.