Narcisismo al microscopio & oltre

Stai leggendo

Rispondi a: Come mostrare agli altri chi è il narcisista

Narcisismo al microscopio & oltre

Rispondi a: Come mostrare agli altri chi è il narcisista

Rispondi a: Come mostrare agli altri chi è il narcisista

#11754
Eleonora
Ospite

Questo è quello che ogni giorno mi chiedo da quando ho scoperto che razza di schifo lui sia: come mostrare agli altri lui come è fatto realmente? Non lo so come, ma so che è il tarlo che mi batte in testa ogni secondo del giorno e della notte. Io lo so bene come lui è dentro, ed è L’ESATTO OPPOSTO di come si mostra fuori e di come recita fuori. Neanche io ci credevo quando la sua ex me lo raccontava quando io volavo sulle nuvole del love bombing. Pensavo che fosse lei la pazza e la invidiosa, e quella incapace di tenerselo come invece sarei stata in grado di fare io. Invece ero io quella manipolata, come lo sono tutti ancora oggi. Purtroppo loro manipolano talmente bene che sembra impossibile credere che siano dei mostri. E’ una cosa assurda. Per la rabbia che ho addosso ora io appenderei striscioni in tutte le città d’Italia con scritto a caratteri cubitali che è un mostro, ma forse non verrei creduto. Cercherei prove come un’invasata su quanto sia meschino, bugiardo, doppiafaccia e criticone dietro alle spalle di tutti quelli a cui fa il sorrisino e a cui fa credere che sono i suoi padri confessori, tipo quelle scimmiette volanti sfigate che pendono dalle sue labbra (sapessero, loro, come lui mi ha sempre parlato di loro!!!). Penso che la rabbia di una vittima CHE SA non sia immaginabile da chi non l’ha vissuto e da chi non ha conosciuto la natura maligna di queste bestie. Siamo stati con degli Hitler, ma vallo a spiegare a chi li vede come angioletti sensibili, sempre vittime, docili ed un po’ stravaganti. Vorrei essere superiore, ma non riesco ancora ad esserlo, sono incazzata, mi fa schifo lui, mi fa schifo l’ingiustizia del mondo, mi fa schifo il fatto che lui vada avanti vincente con file di persone, alcune anche di valore, che gli credono e che lo appoggiano. Ed io, agli occhi di tutti, “quella che rosica”. Il mondo è ingiusto, punto. Ed io, incazzata e schifata, vivo sperando che lui prima o poi si smerdi da solo, senza che io alzi un dito o tappezzi l’universo di striscioni con presunte prove di quanto sia un essere immondo.