Narcisismo al microscopio & oltre

Stai leggendo

Rispondi a: Silenzio punitivo: i vostri racconti

Narcisismo al microscopio & oltre

Rispondi a: Silenzio punitivo: i vostri racconti

Rispondi a: Silenzio punitivo: i vostri racconti

#12254
Simone
Ospite

Buonasera a tutti,
Come tutti sono arrivato al forum con Google. Vorrei avere la vs idea riguardo la mia situazione, essi capisco che solo una voce è complicato. Fino a qualche anno fa mi pareva andasse come con tanti, alti e bassi dopo tanti anni. Il problema era che ,senza un motivo chiaro almeno a me ,succedevano gli episodi: o scenate, oppure semplicemente ignorato, come se non esistessi. Sono sempre stato di poche parole, e causa stress accumulato soprattutto fuori, all’inizio mi trovavo a rispondere “e che ti posso dire” . O forse perché non sapevo bene cosa fosse successo. Così mi affannato a cercare di fare più sulle cose quotidiane ( attento a lasciare il gas pulito, i piatti nella lavastoviglie, pulire il lavandino dopo la barba) . Poi di punto in bianco due anni fa mi scrive, si perché i periodi di silenzio nel frattempo aumentavano, che vuole il divorzio. Io resto spiazzato e cerco all’inizio di aspettare che si calmi come le altre volte,mentre intensifico gli sforzi, e poi inizio a scriverle su tutto, provando a spiegare le mie ragioni.senza un motivo apparente una volta mi cerca e facciamo l’amore, ma dopo un altro periodo stessa cosa. L’anno scorso, era luglio , nel pieno della confusione, mi ricerca (” se questa sera mi trovi nuda scopiamo”) e anche la sera dopo. Il giorno seguente, senza che sia successo niente, anche perché mi aveva espressamente detto che non voleva parlare, mentre io mi aspettavo il tris niente. Ora non mi parla, se non via whatsapp e per le cose pratiche sui bimbi,”ha un blocco”. Da ottobre ho trovato, a malincuore, una casa, pregandola di non divorziare immediatamente (dove abito non c’è separazione) e su questo non si è opposta, anche se non me lo ha mai espressamente detto( non mi parla da luglio, rispondendomi quelle volte che esasperato ho trovato la forza di chiederle alcune cose, tra cui se avesse un altro).ho trovato la forza di dirlo ai bimbi, senza dare la colpa a lei(e ho dovuto dirlo io, anche se era presente). Ora se penso che devo ancora sottostare a questo per 10 anni mi prende male. Sto male ogni volta che le scrivo e aspetto come uno scemo la spunta blu( gliel’ho detto, o meglio scritto, come che pensavo che applicasse proprio il silenzio punitivo), che cerco di assecondarla in tutto, mente mi traspare solo fastidio non fa altro che aumentare il mio disagio . Oltre a sfogarmi scrivendo, per quanto possibile mi piacerebbe sentire la vs opinioni/commenti a riguardo.
Grazie