Narcisismo al microscopio & oltre

Stai leggendo

Rispondi a: Cosa vuol dire imparare ad amarsi?

Narcisismo al microscopio & oltre

Rispondi a: Cosa vuol dire imparare ad amarsi?

Rispondi a: Cosa vuol dire imparare ad amarsi?

#12461
april
Ospite

Bella domanda davvero… e interessanti le molteplici risposte. All’inizio, per me le parole “volersi bene” erano prive di senso. Ma poi ho iniziato a capire (con la terapia e tanto lavoro individuale collegato) che per tutta la vita non avevo mai pensato di avere dei diritti. In 60 anni, non ci avevo mai pensato, e come mi sembra assurdo, adesso! Il diritto di dire di no, per esempio. Se al narcisista avessi detto “no” quando era il momento, mi sarei risparmiata anni di sofferenze. D’altra parte, come potevo dirgli “no” quando ero stata cresciuta con l’idea che dovevo dire sempre “sì”? Con una madre narcisista che mi diceva che ero brutta, che mi faceva sentire accettata solo se facevo quello che diceva lei, se no erano botte e silenzi punitivi? Ecco, a un certo punto quella bambina non amata ha iniziato a uscire fuori (grazie alla terapia, ovviamente), e a pretendere di essere amata e rispettata, e non più denigrata o insultata. E’ stato allora che ho potuto dire “no” al narcisista. Lui non mi amava, mia madre non mi amava, ma io potevo amarmi. E quindi per me “volermi bene” ha significato pretendere rispetto, per tutta la mia persona, per le mie idee, per le mia manifestazioni. Poi, come spesso succede, da un cambiamento se ne generano altri, in un circolo virtuoso. Sto ancora cambiando, ho ancora tanto da fare, e arriverò dove riuscirò. Ma finalmente mi vedo per come sono, per come ho sempre desiderato essere.