Narcisismo al microscopio & oltre

Stai leggendo

Rispondi a: Dissonanza cognitiva: la mia testa dice A, il mio cuore dice B

Narcisismo al microscopio & oltre

Rispondi a: Dissonanza cognitiva: la mia testa dice A, il mio cuore dice B

Rispondi a: Dissonanza cognitiva: la mia testa dice A, il mio cuore dice B

#7714
Stefano
Ospite

Caro Mario, chi può capirti meglio di me. Ho 48 anni e sono incappato anche io in una personalità patologica del genere. Lei ha la mia età, apparentemente realizzata ma profondamente frustrata, arrabbiata col mondo, invidiosa di qualsiasi essere umano, donna e uomo, anche se non lo dà a vedere con gli altri. Non è da molto che mi sto informando sul narcisismo patologico quindi ancora sono piuttosto sconvolto, ma almeno molte dinamiche mi sembrano finalmente chiare e non ero il “pazzo” o il “troppo emotivo” io a percepire che delle cose palesemente non andavano ed erano letteralmente folli. Quando ho letto il tuo commento mi sembrava stessi parlando di me, infatti mi pare di capire che queste persone agiscano, tutte, con gli stessi schemi, come se fossero dei robot. Mi spaventa questa cosa, ma è assurdo come noto che sia così. Per esempio, la questione del negare l’affetto e il sesso è successa esattamente allo stesso modo a me. Mi facevo domande, non capivo, prima il sesso era sempre stato impeccabile tra noi, unico, invece poi, di botto, lei neanche mi guardava con gli occhi, prima di addormentarci, si girava dall’altra parte e dormiva. Dormiva sempre, sempre e sempre, su di un fianco, dandomi le spalle, e per me era molto frustrante. Non capivo. Poi leggendo questo blog e anche dei libri a riguardo (ne sto facendo l’indigestione, lo ammetto, ma mi serve) ho capito che questo è proprio uno step fisso che loro hanno, quando loro nella loro testa ti “declassano”, ti appunto svalutano, e vogliono mantenere la gerarchia di potere, tipo “sono io che decido, e ti ignoro quando voglio io, ed ora non mi sfiora l’idea di volerti, di coccolarti, di avere rapporti, perchè non mi interessi e tu devi capirlo”. Ma meno male che noi ci stiamo informando su tutto questo, perchè, dico io, una persona “normale”, sana, che non sa nulla del funzionamento di queste mentalità patologiche, si distrugge. Io fino a poco tempo fa ero un uomo distrutto (non che ora non lo sia!) ma almeno riesco a capire, riesco a dare un nome a quello che ho vissuto e a cercare di non colpevolizzarmi. E poi penso (parere mio) che le donne narcisiste siano ben peggiori degli uomini. Sono infime, perfide dentro, trovano espedienti molto astuti per far ricadere sempre le colpe su di te e questo mi lasciava in equilibrio precario ogni volta che discutevamo, tanto che alla fine ero diventato un “tocco di legno” che cercava di dire e fare il meno possibile. Ma che cavolo, ma chi sono? Le madonne? Se tirano a campare è perchè si attaccano a uomini di valore come noi, questa è la verità. Sono delle parassite algide ed approfittatrici, che trovano spazio nel nostro cuore perchè noi un cuore ce lo abbiamo e perchè amiamo far sentire la nostra donna la donna migliore del mondo, e amiamo dare tutto ciò che possiamo a lei. Per sconfiggere la cosiddetta “dissonanza cognitiva” secondo me dobbiamo vederle per quello che sono, cioè delle ladre di benessere, delle risucchiatrici di amor proprio (il nostro), delle risucchiatrici di autostima (la nostra) e delle persone che mai potranno riconoscere quanto bene facciamo per loro. A furia di ripetercelo, magari pure la dipendenza chimica del corpo ce la farà a capirlo, e non solo la testa! Io sono fiducioso perchè non so fino a che punto riuscirò ancora a campare con questo peso nell’anima e nel corpo. E’ troppo lo schifo che ti lasciano addosso, è disumano, e non so quanto si possa resistere a lungo, cioè o si diventa matti o ci si ammala. Ecco io spero che arrivi il momento in cui tutto si scrollerà via di dosso senza neanche accorgercene, ovviamente lavorandoci su, per forza. Lo spero per me, per tutte le persone valide e sincere come te Mario, e come le persone che leggono questo blog e che sono vittime di questi non-esseri umani che distruggono la sanità mentale e fisica altrui. Un saluto!