Narcisismo al microscopio & oltre

Stai leggendo

Rispondi a: Ma dopo il narcisista come si torna ad amare?

Narcisismo al microscopio & oltre

Rispondi a: Ma dopo il narcisista come si torna ad amare?

Rispondi a: Ma dopo il narcisista come si torna ad amare?

#8119
Irene
Ospite

Ciao Sara. Riesco a capire a fondo ogni tua singola parola. È incredibile come tutte le storie si assomiglino e come le sensazioni siano tutte uguali. Anche io sono in questa fase: hai scritto benissimo la sensazione di non sentirsi più passive come un tempo ma sentire comunque che manchi qualcosa. È verissimo, io in qualche maniera mi sento più attiva e più piena di cose da fare con voglia di prima, ed è strano. Ma la dipendenza affettiva e anche molto psicologica sono fortissime lo stesso. Penso che il pensiero che tutti siano in qualche maniera “più anonimi, noiosi, normali” rispetto al narcisista sia il pensiero per eccellenza della manipolazione che ci ha messo in testa il narcisista. È frutto di quello. Ancora stiamo guardando i nostri ex con gli occhiali rosa e diciamo che ancora guardiamo la sua maschera (pur avendo conosciuto cosa c è dietro) e pensiamo che sia vera. E ci crediamo davvero che sia vera. Finché emotivamente percepiamo questo siamo fregate. Loro si mostrano superiori perché non lo sono, e fanno cose che possono farlo sembrare “speciali” perché sono solo delle persone incapaci di stare al mondo, di avere rapporti sociali civili di amore e condivisione e di vivere se stessi senza nascondersi e senza nascondere il vuoto che dentro hanno e sono. Io non so se incontreremo mai un uomo “sano” non narcisista che ci faccia riprovare quelle sensazioni finte e forti del love bombing, però sono sicura che se non curiamo le ferite per bene noi, finiamo per non aprire il nostro cuore a uomini validi che magari lì per lì a noi sembrano insignificanti ma hanno invece un mondo dentro, valori, intelligenza, spontaneità. Dici poco? Comunque, per tornare proprio alla domanda della discussione, io personalmente ancora non l’ho trovata la soluzione, ma posso spingermi a pensare che con la psicoterapia, gli amici sinceri e il tempo si potrà tornare ad una parvenza di sanità mentale e di cura delle ferite emotive e poi si vedrà. Per me la strada è ancora lunga, lo sento, e non voglio strafare ora, frequentandomi con gente a caso se so che ancora sono agganciata a lui, ahimè. Voglio esser pronta 😊 un caro saluto