Narcisismo al microscopio & oltre

Stai leggendo

Rispondi a: Silenzio punitivo: i vostri racconti

Narcisismo al microscopio & oltre

Rispondi a: Silenzio punitivo: i vostri racconti

Rispondi a: Silenzio punitivo: i vostri racconti

#9475
Letizia
Ospite

Ciao Daniela, io ti posso capire benissimo. Sono sposata da 7 anni con un narcisista e mi dico sempre che se avessi letto questi blog dieci anni prima (quando ancora non c’erano forse) avrei evitato una valanga di scelte sbagliatissime, perchè non vedevo lo “sbagliato”. Io ti posso parlare della mia esperienza, ma non ho figli: io ho chiesto il divorzio. Ora siamo in una situazione di più o meno separazione. So che lui si frequenta con un’altra persona. Mai avrei pensato di arrivare a questo punto, ma se non prendevo una scelta drastica ne sarei morta. Come tu scrivi anche io non ero serena mai mai e mai, ero sempre messa sotto giudizio, sempre messa alla prova, sempre che non gli andavo bene per qualcosa, e poi i figli che non venivano, e poi i miei che a detta sua erano apprensivi e lo assillavano, e poi i silenzi punitivi che non so quante volte me li ha fatti. Anche il mio si ammutoliva per giorni, una tortura psicologica infinita. Ma si può vivere così? Me lo sono chiesta per sei anni, perchè i problemi sono cominciati subito dopo il matrimonio ed in realtà anche un po’ prima, ma più soft, ed io non volevo ascoltare i segnali. Io penso che non si possa vivere così, la vita è una sola, dobbiamo essere felici, non possiamo sopportare situazioni che ci danno frustrazione, depressione, mortificazione. Te lo dico col cuore e so che magari vuoi ancora “salvare tutto” per la famiglia e per i figli soprattutto, ma come vivrebbero respirando tutta questa infelicità? E’ tanto doloroso pensare e scrivere questo, anche per me, ma purtroppo quando si fa l’errore madornale di sposare un narcisista bisogna attraversare il dolore più buio e prendere scelte coraggiose. Io da quando sono entrata nell’ottica del divorzio (lui non sembra così contrario, stranamente, e meno male) sto meglio, vedo un piccolo spiraglio di libertà, poi non posso dirti che non provo più nulla per lui, ma sono sentimenti tossici, di legame tossico, e su quello ci lavorerò. A scriverti così sembra tutto rose e fiori ma non è stato così e non è così, sto malissimo, ogni giorno, ma se non avessi presto questa decisione starei peggio e male per tutta la vita. Un saluto caro