Narcisismo al microscopio & oltre

Stai leggendo

Come è possibile che riescano sempre a tornare senza fare finta di nulla?

Narcisismo al microscopio & oltre

Come è possibile che riescano sempre a tornare senza fare finta di nulla?

Come è possibile che riescano sempre a tornare senza fare finta di nulla?

  • Il topic è vuoto.
Stai visualizzando 11 post - dal 1 a 11 (di 11 totali)
  • Autore
    Post
  • #8064 Rispondi
    Anna
    Ospite

    Io oramai non riesco nemmeno più a dire quante volte sono stata messa da parte.
    Eravamo colleghi, condividevamo la scrivania e anche la casa .. dopo un anno, di rientro da un viaggio di lavoro, inizia a non parlarmi più, un silenzio totalmente immotivato. Dà attenzioni al cane, per lui sono praticamente invisibile.
    Dopo qualche giorno rientra e, dal nulla mi dice che non mi ama più, che io sono la causa della sua infelicità .. vuole che io esca immediatamente da casa sua.
    Più provo a chiedergli spiegazioni, più diventa aggressivo, mi sputa in faccia dicendomi “sei solo una p…”.
    Chiamo i miei per aiutarmi a raccogliere le mie cose e al loro arrivo lui insulta mia madre e quasi da uno schiaffo a mio padre.
    Ne esco distrutta! In ufficio la situazione diventa insostenibile .. parla male di me con i colleghi e io decido, quindi, di cambiare lavoro.
    Mi blocca dappertutto, ma ecco che dopo un anno ricompare. Premetto che io non avevo mai sentito parlare di narcisismo patologico. Inizia a guardarmi le storie, è sempre il primo .. dopo qualche tempo mi ricontatta e ci vediamo. Non si ricorda assolutamente in che modo orrendo mi aveva lasciata, sostiene anche che io mi sia inventata le cose. Ritorna ad essere il ragazzo dolce che avevo conosciuto e riprendiamo a vederci con una sola differenza : lui ora è fidanzato.
    Dice di amarmi, ma di non essere in grado di distruggere la sua relazione. Continuiamo a vederci per un anno. Arriva il mio compleanno e non ricevo nessun augurio .. il giorno seguente gli scrivo e lui mi dice che è “finita”, che doveva essermi chiaro fin dall’inizio che questa cosa non poteva avere un seguito.
    Lo blocco dappertutto, riprendo in mano la mia vita. Dopo qualche mese inizio a notare che mi spia tramite un nuovo profilo, mi chiede l’amicizia e poi annulla la richiesta, mette like e poi li toglie. Io faccio finta di niente, ma dopo qualche tempo gli scrivo per chiedergli di lasciarmi in pace. Lui risponde come se nulla fosse, fa la vittima, mi chiede scusa per il suo comportamento e così, riprendiamo a vederci.
    I mesi passano, la sua relazione ufficiale finisce ma non me lo comunica; lo deduco solo perché iniziamo a vederci anche a casa sua. Mi dice che vuole stare con me, ma che non se la sente di rendere il tutto ufficiale perché è troppo presto, perché non vuole commettere gli errori del passato. Io mi dimostro comprensiva. Prima di Natale mi chiede di passare Capodanno insieme, dopo qualche giorno questa idea magiamente sparisce. Lui diventa scostante, assente, monosillabico. Il primo Gennaio guardo le sue storie e scopro che ha festeggiato l’ultimo a casa sua con alcuni suoi amici e con la sua ex!
    Chiedo gentilmente spiegazioni e lui mi rassicura, mi dice che non devo prendermi male perché sono solo amici. Vado da lui e continua a rassicurarmi. Io inizio a capire che c’è qualcosa di strano, non riesco a crederci così il giorno seguente gli chiedo nuovamente se sono solo amici. Beh questa volta lui mi risponde non lo so! Lo chiamo e non mi risponde, mi scrive che sono troppo pesante; io chiedo scusa e lui dopo aver inveito mi chiede scusa, mi tranquillizza, mi dice che ha sbagliato come al solito ad esprimersi e mi riconferma che lui e la sua ex sono solo amici.
    Passano dei giorni in silenzio, lui non scrive e non chiama finchè il primo giorno di rientro al lavoro mi scrive per chiedermi di vederci. Io capisco che c’è qualcosa di strano e lui mi conferma che mi vuole parlare. Lo chiamo e mi dice di aver riflettuto .. tiro fuori il discorso della sua ex, gli dico che sono pronta a scriverle perché sono stanca di essere presa in giro e da qui la situazione “precipita”.
    Senza mezzi termini ed in modo freddo mi dice che non mi ama e che non mi amerà più, che non gli manco, che quando non ci sono non ha voglia di vedermi, che non vede un futuro con me.
    Sostiene anche che un fattore determinante che lo ha portato a questa conclusione è stata la mia insistenza la sera in cui ho provato a chiamarlo.
    Gli chiedo cortesemente di riportarmi le mie cose a casa mia la sera stessa.
    Si presente con la testa bassa e silenzioso. Alla mia richiesta di ripetere quello che mi aveva detto la mattina al telefono, non risponde. Io mi mostro tranquilla, lui mi dice che per me sente solo una forte attrazione. Io non alzo i toni, gli dico che va bene così, ma lui risponde che no non va bene e sta in silenzio. Gli faccio capire che da parte mia non ci sarebbero state lacrime, che non lo avrei pregato di cambiare idea. Gli do un abbraccio, lo accompagno alla porta e immeditamente blocco tutto.
    Purtroppo dall’inizio alla fine di questa storia sono passati 6 anni, io non avevo mai sentito parlare di narcisismo .. ho iniziato un percorso da una psicoterapeuta e solo lì ho iniziato a capire. Mi sono documentata, ho letto mille articoli e storie e allora tutto è diventato chiaro.
    Quello che fatico a capire è come questi soggetti riescano a tornare sempre come se nulla fosse, come è possibile che rimuovano tutto il male che hanno fatto.

    #8065 Rispondi
    Sara
    Ospite

    Ciao Anna, beh neanch’io sapevo niente di narcisismo patologico prima ma adesso è tutto chiaro. Noi persone empatiche non riusciamo a concepire simili comportamenti eppure io mi ripeto come un mantra di non pensare a lui come se ragionasse come me. Lui è malato. Lui non ha amato. Non ama. Lui va e torna perché non esiste rimorso e non esiste sentimento. Siamo noi che le prime volte che torna ci caschiamo perché crediamo di stare in una storia normale, ma non è così. Brutto da dire, ma meglio considerarlo morto, anche perché in effetti lo è. Non è un cuore che batte veramente. Fanno rappresentazioni dell’amore, anche molto convincenti, ma non è mai amore. Credo che il narcisista patologico sia il peggio che si possa trovare, coi suoi abusi psicologici è appena appena meno peggio del narcisista patologico maligno perché quelli picchiano o ammazzano, ma questi fanno danni a lungo termine.

    #8068 Rispondi
    Manuela
    Ospite

    Secondo me molti di quelli che consideriamo “solo” narcisisti patologici sono anche maligni, perchè anche i maligni attuano una terrificante violenza psicologica e alcuni sono abili a mascherarla e a non essere “imputabili” per violenze fisiche. Vi dirò, io ormai comincio a pensare che il mio ex marito non fosse solo patologico, ma proprio maligno, in quanto sadico, infimi, profondamente godente di quando soffrivo. Perchè tornano senza fare finta di nulla? Perchè sono dei paraculi, perchè non sanno ammettere i propri errori ed oscenità che fanno, e perchè per di più per loro non è successo nulla di così grave, del resto loro guardano solo ai fatti loro, e loro hanno semplicemente messo da una parte il loro giocattolo del momento (noi), hanno giocato altrove, e poi sono tornati a giocare con noi di nuovo. Che male ci sarebbe? Giusto? Nella loro mentalità nulla di male, come fanno i bambini quando dimenticano per mesi un giocattolo nell’armadio e poi lo riprendono come niente fosse. Noi siamo questo per loro, ha ragione Sara, non amano, non sono mai stati amati fino in fondo dai genitori, ma solo incensati. Io sto cominciando a pensare che siano proprio dei ritardati mentali, rimasti ad uno stato infantile di ignoranza emotiva e a volte sono maligni e godono del dolore che fanno, a volte secondo me sono proprio appunto ritardati, cioè che oltre guardare a se stessi e a quello che vogliono trarre per se stessi non ci arrivano a pensare. Siamo state mesi a piangere? A soffrire? A chiamarli disperatamente? A scrivere messaggi disperatamente? A spendere botte di 75 euro a seduta dal terapeuta per riemergere dalle nostre ceneri? Che ne sanno loro, mica ci pensano a quello che abbiamo vissuto noi, mica glie ne è mai importato, del resto dopo averci abbandonato mica stavano a pensare a quanto stavamo male o al nostro rispettarci. Per loro eravamo morte (momentaneamente), e quando ritornano dobbiamo ritornare “vive”, perchè vogliono ritrovarci esattamente come ci hanno lasciato. E’ la loro malattia del guardare solo loro stessi che li porta a fare azioni allucinanti agli occhi di noi persone “normali” che per lo meno ci preoccupiamo dell’altro, o anche solo “guardiamo” che l’altro c’è, esiste, è un essere umano come noi. E’ tutto raccapricciante, e mi unisco al tuo dolore e alla tua confusione, Anna, perchè vivere dinamiche simili è mortificante, svilente e ti leva ogni piccolo briciolo di vita rimasta. Concordo con Sara, bisogna chiudere, chiudere e chiudere, per sempre, in ogni modo, facendosi aiutare da chiunque ci voglia bene, psicologo, genitori, cari e fidati amici. C’è bisogno di una corazzata forte per tenere lontano una persona che magari tutti vedono come semplicemente “un coglione” ma che invece è una montagna di pericolosità. Io ringrazio tutta questa conoscenza che sta emergendo su queste tematiche, perchè almeno ora riconosciamo il nemico, e possiamo salvarci.

    #8071 Rispondi
    Sara
    Ospite

    Esatto. 75 a seduta. E loro a fare la depilazione…le lampade. . la palestra 😅 si, dico, per sdrammatizzare .. i nostri 75 euro sono ben spesi. Noi abbiamo il coraggio di passare attraverso la sofferenza… Loro si fanno le persone come fossero dosi di droga.

    #8075 Rispondi
    Manuela
    Ospite

    “Loro si fanno le persone come fossero dosi di droga” è stupendo. E’ proprio così, ci hanno usato come una sniffata, come una siringata di nostra ammirazione, dedizione, e a volte rabbia e frustrazione. Mamma mia che esseri immondi. La palestra… ci ero andata una volta a prenderlo, e mi era bastata. Non oso immaginare cosa combinava lì dentro. Penso che se fossi stata una mosca e avessi potuto girare nella sala pesi, fuori dagli spogliatoi e soprattutto nell’ area relax, avrei pianto fino ad oggi da quello che avrei scoperto. Io ci sto lavorando tanto su di me eh, e ho lavorato tanto sul dividere ogni cosa tra me e lui per non avere strascichi, ma è lunga dentro di me, e almeno per ora spero proprio che lui non si aggiri più nel mio “radar” di vita perchè anche solo a pensare alla sua faccia, al suo profumo, al suo sorrisino da “ti imbambolo ma ti sto prendendo per il culo”, mi viene l’ansia, il vomito, lo schifo. Non dobbiamo guardarci indietro, le nostre vite possono essere bellissime. Le loro no. Non lo saranno mai.

    #8088 Rispondi
    Sara
    Ospite

    Io non so dire cosa ci sia nella loro testa, nel loro cuore. Sono persone con un disturbo. Stanno male? Sono infelici? Io questo non lo riesco a capire, perché hanno un radar per trovare persone bellissime. La sua ex moglie è una persona bella forte e intelligente che ha passato l’inferno con lui .. io anche sono una donna molto complessa e bella (con carenze affettive, dipendenza affettiva che lui ha indagato per colpirmi meglio e farmi cedere. All’inizio non ero convinta ma è stato bravissimo a studiarmi e a farmi a pezzi poi)… Anche la sua attuale mi sembra in gamba pur anche lei con grande dipendenza affettiva. Allora vedi .. io penso .. sono malati, hanno bisogno di queste continue conferme e di essere venerati (quando dicono che non è vero stanno mentendo)… Quando ottengono tutto questo si annoiano… E devono cercare altro approvvigionamento narcisistico… Un altra dose.. ecco perché saranno sempre traditori seriali… Ma sai una cosa? La dose la trovano sempre. Sempre. A volte gli basta per un”ora altre per un giorno .. o una settimana… Ma la trovano sempre. Hanno l’harem a cui attingere .. la collezione di giocattoli…. Ti lasciano e poi tra anche un anno o due ti fanno un cucù… E sanno cosa dire … Sono curiosi di sapere se esercitano su di te ancora il potere. Magari tu fai terapia e non rispondi… Non cedi… Ma credi che si strugga perché non hai ceduto? No. Pazienza. Passa al nome dopo senza dedicarci più di 5 secondi. Tu ti arrovelli e sei fiera di non aver ceduto… Così impara… Invece no, perché quella dopo cede. È un ciclo senza fine. Quindi, tornando alla”assunto iniziale: questi parassiti trovano sempre un “ospite” a cui succhiare linfa vitale. Sono felici? Beh forse no, ma si fanno “coccolare” da persone meravigliose. È un mondo dove poche persone non hanno le ferite che lui ricerca e che gli servono per “attaccarsi”. Ognuno ha il suo bagaglio di dolore e sti qua lo fiutano come cani da tartufo. Il mio tiene una a cui ha fatto di tutto di più, corna palesi, corna di nascosto…. L’ha portata ad accettare tutto, tutto, tutto. Lei è la sua base. Poi attorno c’è il circo. Io stupidamente ho fatto parte del circo.

    #8102 Rispondi
    Anna
    Ospite

    Io credo che riconoscano di avere un vuoto .. il mio ex una volta mi ha mandato una lunga nota in cui diceva di sentire dentro di lui un profondo vuoto, di non essere capace di essere felice .. diceva di non capire se le persone intorno a lui lo accettano o lo compatiscano .. ha concluso il messaggio dicendo che la sua instabilità mentale lo logora .. ovviamente quando ho provato a parlargliene ha negato tutto dicendo che erano solo pensieri di un momento, che lui sta benissimo.
    Dentro di lui credo che abbia la percezione dello schifo che fa come persona!

    #8159 Rispondi
    Claudio
    Ospite

    La mia quando torna fa tornare le scimmie volanti. Quei due cretini “amici suoi”, suoi schiavetti che ancora non hanno capito come sia lei, che mi scrivono, mi dicono che sta male, o è incazzata, o quello o quell’altro. Poi riferiscono le mie reazioni a lei, e lei torna. Che povertà intellettuale. Che povertà d’animo. Ormai non sono più sconvolto, sono schifato. Però ho letto che i narcisisti uomini sono più tendenti a ripiombare come niente fosse nelle vite delle ex. Secondo me, in generale, loro se ne fottono di qualsiasi forma di decenza quando si tratta di ritornare a prendere i loro “oggetti”, cioè i loro partners. Che per loro sono oggetti. Ormai a furia di leggere articoli questo concetto l’ho capito bene.

    #8753 Rispondi
    Manuela
    Ospite

    Concordo. La parola “scusa” dalle loro bocche è aria fritta. Non ha valore, perchè nulla che loro dicono e fanno ha valore ma sono solo mezzucci per portare benefici a se stessi. E’ facile dire scusa e poi non migliorare mai, mai, mai, anzi peggiorare le azioni molto più di quanto erano già state gravi in passato. Facile così, e disonesto. Ma loro sono disonesti. Agiscono per proprio tornaconto, in base a quello di cui hanno bisogno sul momento. Hanno bisogno di te? Tornano, anche dopo averti trattato come una pezza da piedi marcia per mesi, senza ritegno, con una faccia di bronzo (ed una faccia di culo) davvero pietosa.

    #9688 Rispondi
    Benedetta
    Ospite

    Non hanno coscienza, non hanno ritegno, non hanno pudore nel tornare a riprendere il loro “oggettino”, la loro proprietà per tornare a dare un’occhiatina e vedere se quell’oggettino ancora è funzionante per lui e ancora pende dalle sue labbra. Basta che prendono quello che vogliono (come sempre ogni cosa della loro vita) e tutto il resto (compresa la dignità loro, che non hanno) non è menzionato. Ho visto il mio ex fare cose allucinanti, ai limiti della decenza umana, ma poi mi sono resa conto informandomi e leggendo tante cose sul disturbo narcisistico e sugli altri disturbi simili tipo borderline che lui un po’ ha, ho capito che loro di umano hanno ben poco. Basta che risucchiano quello che vogliono sul momento, poi appena preso quello che vogliono spariscono, diffamano, dimenticano l’oggetto che prima era utile. Il mio è tornato dopo avermi fatto la qualunque, dopo avermi distrutto e soprattutto dopo essersene andato guardandomi strisciare di dolore. Ho la pelle d’oca a ripensarci. Fanno così, non li cambiamo ma abbiamo il dovere verso noi stessi DI ALLONTANARCENE, perché noi sappiamo. Sappiamo ora come sono, non come tutti quelli che sono annebbiati dal gaslighting e li considerano meravigliose persone

    #10907 Rispondi
    Marta
    Ospite

    Anche il mio varie volte tornava dopo aver combinato lo schifo più totale, ogni volta uno schifo peggiore di ciò che aveva fatto la volta prima. Ed anche io sono d’accordo con Benedetta, le persone che non hanno coscienza non si fanno problemi. È tutto incentrato sui bisogni loro, non sul rispetto degli altri e neanche sulla decenza. Loro non hanno decenza, basta che arraffano tutto quello che vogliono, e subito

Stai visualizzando 11 post - dal 1 a 11 (di 11 totali)
Rispondi a: Come è possibile che riescano sempre a tornare senza fare finta di nulla?
Le tue informazioni: