Narcisismo al microscopio & oltre

Stai leggendo

Ghosting: sono sconvolta

Narcisismo al microscopio & oltre

Ghosting: sono sconvolta

Ghosting: sono sconvolta

  • Il topic è vuoto.
Stai visualizzando 9 post - dal 1 a 9 (di 9 totali)
  • Autore
    Post
  • #9497 Rispondi
    Giulia
    Ospite

    Ciao a tutti, compagni di disgrazia. Perchè subire un abuso simile è una disgrazia che mai avrei pensato di vivere sinceramente. Niente, il mio compagno è sparito di nuovo, stavolta in maniera ancora più brutale di quando lo aveva fatto qualche altra volta. Sono giorni che non torna a casa, conviviamo anche se è casa mia per fortuna, quindi diciamo che per un periodo sta da me. Ha preso dei suoi vestiti e se ne è andato, proprio come un fantasma. Ho sentito la sorella, ma non collabora, non è dalla mia parte, fa la vaga. Lui non mi risponde alle chiamate, ai messaggi. E’ in linea a volte su whatsapp ma niente, a volte legge a volte le spunte non diventano blu, come se se ne fregasse altamente. Dite che è uno scarto stavolta? Un silenzio punitivo? Oppure proprio ghosting? Sono così confusa ancora, non capisco mai bene quello che fa, perchè lo fa, che cazzo abbia in testa. Sicuramente starà con qualcuna, e l’idea mi traumatizza e cerco di non pensarci. Mi farebbe piacere sentire qualche altra esperienza simile (se vi va, perchè so che ricordarle è un coltello nella piaga), ma le mie amiche non mi capiscono, dicono che esagero, dicono che magari può essere che a lui abbia infastidito qualcosa e ha bisogno di una pausa, ma non è successo niente tra noi prima!!! Neppure una litigata scatenante!!! Penso che voi possiate capirmi, l0ho letto in uno degli articoli di questo blog che loro semplicemente spingono l’interruttore off e si negano, spariscono, ma poi dall’altra parte ci siamo noi, donne innamorate di loro, devote a loro a volte, che si ritrovano tolte del rispetto, della dignità e dell’essere una persona. Io adesso non mi sento una persona, vi rendete conto? Non mi sento una persona, mi sento un oggetto buttato lì, che non merita una parola, un messaggino, niente di niente, quando fino a pochi giorni fa stavamo insieme come niente fosse. Io so ormai cos’è il narcisismo patologico, sono qui apposta, so che lui è un disturbato mentale, e so anche che questa deve essere l’ultima volta che lui mi fa queste cose qui perchè sennò impazzisco, ma quando poi la subisci ci stai di un male che non capisci più niente. Io ora non sto capendo più niente, lo odio, sono sempre all’erta, sto con il telefono in mano ogni secondo di giorno e di notte, ho sempre tachicardia. Scusate lo sfogo, ma questa non è vita, eppure io volevo solo una storia d’amore come mi sembrava essere durante il primo anno. Sono stanca, e so che almeno qui voi mi capiate

    #9502 Rispondi
    Mattia
    Ospite

    Ma perché deve esserci un’altra volta? Questo non è rispetto, narcisismo o no.
    Fine.

    So che si dà l’ultima possibilità mille volte, lo so, l’ho fatto. Proprio per questo ti dico NO. Il rispetto non va barattato per nessuno. Io l’ho fatto, e se potessi tornare indietro e fermarmi lo farei mille volte; se potessi fermerei mille volte te.

    Fai ciò che ritieni giusto ma fai attenzione a questo

    #9503 Rispondi
    Luna Chiara
    Ospite

    Cara Giulia, non so chi tu sia ma ho empatizzato subito sentendoti usare la parola compagno e sentendo il tuo dolore di invisibilità creato dal suo sparire come un fantasma… io ti dico scappa finché sei in tempo. Il mio primo gosthing c è stato il primo anno … se avessi colto i segnali non sarei arrivata ad oggi . Otto anni di convivenza. Un matrimonio e poi il suo scarto brutale dopo una vita insieme e io costretta ad andarmene su due piedi da casa sua dopo otto anni, con il cane che ora ho io ma che abbiamo cresciuto insieme. Dopo due anni e mezzo ancora non riesco a farmi una vita. Ad andare oltre. Se avessi preso il suo sparire il primo anno come un giusto segnale io oggi non sarei in queste condizioni. Non gli avrei dedicato la vita per poi vedermela fare a pezzetti. Lo rifarà e quando lo rifarà in maniera decisiva e tu nel frattempo ti sei coinvolta al punto di fonderti sarà tardi. Sono dieci anni che sto così perché il primo anno ho sottovalutato quel segnale di fondamentale importanza. Non fare quest’errore. Cerca di volerti bene e non aspettarlo. Un abbraccio

    #9514 Rispondi
    Giulia
    Ospite

    Grazie Mattia, grazie Lina Chiara. Avete pienamente ragione entrambi, ma sapete anche voi quanto caspita sia difficile. È come se loro ti abituino ai giochetti loro, al modo ciclico di comportarsi male poi bene poi andarsene poi tornare, quindi Mattia hai ragione da vendere e leggendo il tuo messaggio mi sono resa conto come io stessa sia scivolata nel modo di pensare suo, patologico ecco. La realtà è un’altra, come scrivete anche voi. Luna Chiara mi stringo forte in un abbraccio con te, 8 anni sono tanti e io spero che in questo mondo la gente cominci a conoscere sempre di più questi individui per scapparne e non caderci mai. Non è giusto che persone belle come vedo essere tutti voi/noi che scriviamo qui vivano anni di sofferenza simili. Dobbiamo essere forti ragazzi, se avete bisogno sfogatevi quando volete e grazie di cuore

    #9516 Rispondi
    Viola
    Ospite

    Aspettato che torni e addirittura ti possa dire “l’ho fatto per noi”. Ti potrà dire che è andato da un amico per pensare e ti ha pensato di continuo, che non sa se c’è la farete, che tu sai i vostri problemi, ma poi irresistibilmente è tornato da te. Consiglio mio!? Cambia la serratura. Metti le sue robe in un sacco delle immondizie. Prenota una terapista. Si guarisce da questo schifo, ma lui consideralo morto e tu starai bene.

    #9519 Rispondi
    Giulia
    Ospite

    Il bello (anzi il brutto) è che non sai se sperare che torni o no. La mia testa è terrorizzata dal suo ritorno, il mio cuore va avanti solo nella speranza che torni, e io nel mezzo, ora, sto qui in balia delle sue azioni. È penoso da dire ma saprete meglio di me che ti portano a percepire così le emozioni e ad essere loro marionette. Per fortuna io sono consapevole di tutti, ma essere consapevoli non è abbastanza quando sei totalmente intossicata. Come te Viola anche a me lui mi aveva detto una volta:”avevo bisogno di stare da solo, si riflettere” la prima volta che tornò dopo essersi volatilizzato. E la prima volta ci avevo pure creduto, ora non credo più a niente, sparano la qualunque pur di raccontare a loro stessi di star facendo le cose giuste. Grazie per i consigli, li ascolterò, ma quanto è difficile

    #9521 Rispondi
    Viola
    Ospite

    Giulia, io lo so che adesso ti sembra impossibile, perché lo dicevano anche a me e non ci credevo, ma se ne esce. Quando sono capitata su questo forum ero come te e leggevo tutto ma credevo che in fondo il mio cado fosse diverso, me la raccontavo. Ma ti dico una cosa. Avete dipendenza affettiva vuol dire essere la preda perfetta per un narcisista patologico. Ora che l’ho curata, sto talmente bene che tutta la mia vita è migliore. E sto bene. Tu farai quello che devi fare, quando ti sentirai di farlo. Magari oggi. Magari domani. Magari mai. Ma sii cosciente di una domanda: la domanda non è perché lui si comporta così, ma perché tu ci stai insieme comunque. Risponditi.

    #9526 Rispondi
    Giulia
    Ospite

    Viola, grazie per queste parole. Non sai quanto mi fa bene avere testimonianze positive di chi ce l’ha fatta. Sì, ora che sto in mezzo alla tempesta mi sembra di non poterne uscire e che rimarrò in balia di questa confusione ancora per molto tempo. Forse sarà così, ma spero che ci sia prima o poi una guarigione definitiva anche per me. E riguardo alla domanda che dici tu alla fine, la questione è che ancora osservo lui e non osservo me stessa, forse mi fa ancora troppo male scavarmi una volta per tutte perchè troverei un mondo di dipendenza affettiva ormai innescata in me e tanta fatica ad uscirne. Se guardo lui ormai so tutto, cioè che come dici tu noi non eravamo l’eccezione, ma lui è uno dei tanti ed identici manipolatori di cui siete state vittime tutte voi e tutti voi che leggete questi articoli e che scrivete qui. Nulla di diverso, nulla di amore, o di persone incomprese e fragili. Sono mostri, punto. Ora devo guardare a me. Lo devo fare per me. A te Viola davvero i miei complimenti. Complimenti per avercela fatta. Immagino quanto possa essere stata dura ma pensa a quanto sei stata forte ad aver superato questo incubo. Concordo con tutti coloro che lo chiamano incubo. E’ violenza. Grazie per l’incoraggiamento

    #9546 Rispondi
    Viola
    Ospite

    Non ce l’ho fatta da sola. Ho fatto terapia poi ci sono ricascata perché ancora non avevo affrontato i miei problemi. E dopo lo scarto, ho ripreso con impegno la terapia. Affrontando il problema che aveva prigine nell’infanzia. Ora non ho l’autostima sotto le scarpe. Ora non vivo pensando che devo essere bella per quando tornerà. Io sto bene per me. Solo per me. Questo mi ha fatto aprire con tutti e ho molti più amici. Non sono più in una gabbia. È stato un percorso lungo, doloroso, ma necessario. Ognuno però fa quello che si sente. Ti sentirai tu quando e se ne avrai voglia. Non è amore, questo però sappilo.

Stai visualizzando 9 post - dal 1 a 9 (di 9 totali)
Rispondi a: Ghosting: sono sconvolta
Le tue informazioni: