Narcisismo al microscopio & oltre

Stai leggendo

Mi sento in colpa per aver applicato il no contact

Narcisismo al microscopio & oltre

Mi sento in colpa per aver applicato il no contact

Mi sento in colpa per aver applicato il no contact

  • Il topic è vuoto.
Stai visualizzando 4 post - dal 1 a 4 (di 4 totali)
  • Autore
    Post
  • #10666 Rispondi
    Federica
    Ospite

    Lo so che non dovrei sentirmici, ma forse ho applicato no contact in un momento sbagliato, in un momento in cui non sono forte, in cui devo studiare all’università, lavorare, in cui devo pensare alla tesi e al mio futuro. Penso che forse avrei potuto fare finta di non sapere niente sul suo disturbo e continuare felicemente come fanno tutte le sue scimmie volanti, come fanno le sue amichette che si fanno andare bene tutto, i suoi amici che lo idolatrano, e tutte le persone che lo seguono sui social e che pensano che lui sia una persona speciale ed unica. Lo so che sono pensieri sbagliati e soprattutto malati, ma questo è ciò che sento e non riesco a razionalizzare e a capire che sono influenzata dalla maschera. A volte penso che la vita sia semplice, che la vita sia tutta manipolazione, e che forse bisogna accontentarsi che sia così e fare sempre la parte. Vedo che chi fa la parte è felice, si bea di quanto il narcisista le tratti bene, sta in compagnia col narcisista e non soffre. Complici? Saranno pure complici ma almeno la notte dormono, io non dormo più. Non dormo più per i sensi di colpa per averlo bloccato ovunque, per i “avrei potuto comportarmi diversamente”, per i “avrei potuto non sbroccare”, e invece sono qui, con tante azioni nobili e sagge per me stessa, ma profondamente agitata, irrisolta arrabbiata e sospesa. Scusate lo sfogo ma so che almeno qui possiate capire i miei stati d’animo

    #10686 Rispondi
    Luna Calante
    Ospite

    Cara Federica, ecco la mia storia, che spero possa farti capire quanto invece sia corretto da parte tua applicare il no contact. Io inizio a uscire con questa persona, solite cose da narcisista quindi love bombing da paura e poi si inizia a discutere e con la svalutazione. Dopo un anno mi arriva la doccia fredda più fredda della mia vita. Io sono solo una, esiste una donna principale che mi contatta, mi dice che lui mi ha definita solo un buco per il covid ecc. Io chiudo tutto, whatsapp, messaggistica, telefono fisso e mail. Ma ahimè le sue mail finiscono nello spam e inizio a leggerle. Poi rispondo. Lui mi fa vedere frammenti di conversazioni tra lui e lei. A quanto dice lui, lei mente. Lui ama me, mi fa vedere conversazioni tra loro che paiono dire questo. Dopo 5 mesi cedo. Sai il risultato quale è stato. Dopo 2 mesi di ri frequentazioni, io gli faccio mettere una foto di una gita dove mi si vede in lontananza. Lei mi scrive e manda foto di loro chat recenti. I dettagli delle chat li risparmio perché fanno vomitare. Da lei mi becco della y**** e cose simili. Lui scoperto mi blocca ovunque. Ecco…e notare che stava cercando casa per noi. Voleva che ci sposassimo. Quindi…non sentirti in colpa. Non aprire quella dannata porta mai. Anche io mi sono illusa non fosse proprio un narcisista ma solo qualcuno che aveva sbagliato. Ma le persone “normali”, passatemi il termine, sbagliano in maniera diversa, se ci si riflette. Quindi…blinda sta porta e basta.

    #10692 Rispondi
    Federica
    Ospite

    Cara Luna Calante, che dirti. Grazie di vero cuore per la tua testimonianza. È proprio vero che questa è un’oasi in cui ci sentiamo profondamente capite e non considerate pazze. Anche la tua come tutte è una storia allucinante, piena di mancanza di empatia e piena di egoismo. Hai ragione, non bisogna più “aprire quella porta”, come dice il film. Tanto abbiamo testato con mano che ogni volta che li si riaccoglie aumentano la cattivera, aumentano i doppiogiochi e aumentano i problemi dentro di noi a livello mentale perché siamo più invischiate. Devo rimanere lucida, devo scacciare la malinconia, la necessità a volte di riaverlo con me chissà per quale ragione, forse per passarci una giornata di quelle belle del love bombing, o una notte di passione, o anche solo un cenno di considerazione. Mi sento una stupida a scrivere così, ma so che la mia mente è annebbiata, ammalata e che questa che pensa queste cose tossiche non sono io ma la dipendenza malvagia che qualcuno di esterno mi ha messo dentro. Via, sciò, via tutto questo schifo. Grazie per la comprensione e la tua condivisione, un abbraccio forte e coraggio a tutti

    #10696 Rispondi
    april
    Ospite

    Non c’è mai un momento “sbagliato” per iniziare il no contact. Casomai è sbagliato non farlo, una volta che hai smascherato il mostro. Lo so bene che è dura, che a ondate arrivano la nostalgia, il desiderio, il rimpianto… e allora devi fare appello alla ragione, dicendoti che erano solo illusioni (e fa male!), e che in cambio di quei momenti di illusoria felicità ti sei dovuta sorbire un sacco di merda. Studia, lavora, pensa al tuo futuro, anche se soffri: è l’unica “rivincita” che puoi avere. Un abbraccio

Stai visualizzando 4 post - dal 1 a 4 (di 4 totali)
Rispondi a: Mi sento in colpa per aver applicato il no contact
Le tue informazioni: