Narcisismo al microscopio & oltre

Stai leggendo

Quando si chiude definitivamente una relazione tossica?

Narcisismo al microscopio & oltre

Quando si chiude definitivamente una relazione tossica?

Quando si chiude definitivamente una relazione tossica?

  • Il topic è vuoto.
Stai visualizzando 6 post - dal 1 a 6 (di 6 totali)
  • Autore
    Post
  • #10181 Rispondi
    Chiara
    Ospite

    Ciao a tutti,
    ho incontrato 14 anni fa un narcisista, che solo molto dopo ho inquadrato in una struttura di personalità disturbata. Era il principe azzurro, l’uomo perfetto mettendo in atto un love bombing eccezionale. Dopo 10 mesi mi ha scartata, dopo una fase di svalutazione, per un’altra, una collega già impegnata con cui ha iniziato un rapporto da amante. Nel frattempo non sono mancati i cucù nella mia vita, io ritenevo fosse legato a me ma molto immaturo e invece la sua era smania di controllo per il giocattolo che non aveva amcora spolpato.
    Dopo anni mi propose una frequentazione (forse perchè aveva subodorato che potessi iniziare nuove relazioni) ovviamente segreta e alla quale io non riuscii a dire di no, perchè completamente manipolata.
    Due anni fa dopo 6 di frequentazione scompare e con un msg dichiara che ci saremmo visti più avanti perchè non stava bene, ovviamente per non assumersi responsabilità e lasciare me in sospensione. Da lì capisco che mi ha trattata come un oggetto e che c’è del patologico, non semplicemente un’immaturità cronica. Non l’ho per questo più cercato e sono arrivata a conoscere il disturbo. Da pochi mesi ha pubblicato foto con la nuova preda, un’altra collega, e io provo per lei compassione perchè pure lei è incosciente. Io vorrei fare uno scatto in più e andare avanti definitivamente. Mi domando quando succede? Si può dimenticare tutto e ricominciare a credere che esistano relazioni sane?

    #10184 Rispondi
    Francesca
    Ospite

    Gran bella domanda, a cui ancora purtroppo non so rispondere. Aspetto con curiosità qualcuno che risponderà.  Io ci sono stata sette anni con quella bestia, e solo molto recentemente ho scoperto il disturbo narcisistico di personalità. E’ da qualche mese che bazzico su blog come questo e video su YouTube e mi si è aperto un mondo. Mai avrei pensato che esistessero persone che usano altre persone come oggetti, nel vero senso della parola e non tanto per dire. Anche il mio per un annetto mi ha tenuta appesa imbambolandomi e facendomi credere che ero l’unica, quando in realtà ci eravamo ridotti all’ennesima relazione clandestina che lui ha sempre avuto con altre. Ti fanno scivolare in situazioni brutte e che non ti appartengono perchè appunto ti manipolano. Lui è sempre credibile quando parla e fa le cose. Un gran manipolatore, eccezionale, incredibile. Tutti gli credono. Tutti quelli che non gli tolgono la maschera tipo me. Ne sono uscita? Emotivamente no, ancora no. Quindi appunto sono curiosa di vedere se c’è qualcuno che è nella fase di chiusura totale in ogni senso. Coraggio che la forza ce l’hai, ne sono certa, tutti ce l’abbiamo, dobbiamo metterla in pratica!!

    #10199 Rispondi
    Chiara
    Ospite

    Buongiorno Francesca, spesso mi trovo anche ad essere giudicata perché non ha idea del potere di un certo tipo di manipolazione e soprattutto del disturbo narcisistico. Se io non mi fossi informata non avrei mai potuto arrivarci. Però senza sapere nulla mi sono sentita trattare come un oggetto che non serviva più e quindi doveva essere scartato e anche brutalmente. Ora sono consapevole ma come dici te emotivamente ancora non ne sono pienamente fuori. Ancora non cancello il numero e vado a vedere l’immagine profilo WhatsApp in cui lui è bello tronfio con la nuova preda..

    #10205 Rispondi
    Benedetta
    Ospite

    Premetto che ancora non sono arrivata alla guarigione definitiva, però secondo me la chiusura definitiva avviene dopo tanto tempo di serio no contact e tanta terapia fatta bene su se stessi. Ci vuole tempo ma secondo me più del tempo ci vuole lavoro serio (pensa te, loro sono quelli disturbati e dobbiamo sbatterci noi). Se si ha la profonda volontà di sganciarsi,ci si sgancia. Il problema è che spesso la dissonanza cognitiva non ti fa avere la volontà piena di sganciarti, come una tremenda droga pericolosa. Lavoro e volontà penso che ci possano portare a diventare immuni. Io sto lavorando così su me stessa, con gran fatica, perché mi sarei risparmiata violentieri tanto dolore e tanto sbattimento, visto che prima di lui alla fine stavo bene, serena, con tanti interessi. Ma che vi devo dire, senza un aiuto esterno non se ne esce da situazioni del genere. A me la terapia sta aiutando tanto, speriamo bene

    #10335 Rispondi
    Giulia
    Ospite

    È da un po’ che mi faccio anch’io questa domanda perché per ora mi sembra impossibile uscire da questa situazione. La nostra relazione è stata infernale.. l’ho lasciato una prima volta, ma dopo qualche mese è tornato e ci sono ricascata. Le cose però andavano sempre peggio è alla fine decido di lasciarlo definitivamente. Con la terapia comincio pian piano a riprendere in mano la mia vita, ad acquisire maggiore consapevolezza su di me, mi laureo, iniziò la specializzazione.. ma dopo un anno e mezzo dalla rottura ci incontriamo per caso, parliamo e ripiombo nel dolore. Riesco con tutte le mie forze a non cadere nella sua trappola, ma dopo 3 mesi ci incontriamo nuovamente per caso, chiacchieriamo, lui mi abbraccia, mi dice che si sente vuoto, ecc ecc. Inspiegabili le sensazioni che ho provato durante quell’abbraccio, la mia mente era completamente annebbiata, tutte le cose negative non esistevano più e io non mi sarei mai voluta separare da lui. Ora mi sento uno schifo, completamente devastata, mi chiedo se mai riuscirò a ritrovare la serenità che avevo prima di conoscerlo. La dissonanza cognitiva è assurda, mi sento come una drogata in crisi d’astinenza e in alcuni momenti non riesco a trovare la forza per allontanare il pensiero di lui.

    #10346 Rispondi
    Noemi
    Ospite

    Si chiude quando lo si vuole. So che può essere un pensiero duro e “giudicante” ma non lo è. Si chiude quando vuoi buttarti fuori tutto lo schifo putrido che hai ingoiato per mesi, o anni, e non vuoi più saperne, nè delle situazioni abominevoli che hai dovuto subire nè le parti belle che erano solo il frutto di un disturbo mentale di un malato di mente e paraculo. Io sto cominciando a stare meglio ora che mi è scattato qualcosa che io chiamerei ESASPERAZIONE. Sono arrivata ad un punto in cui la merda ingoiata (scusate ma rende l’idea) mi faceva soffocare, mi faceva sempre male la gola per il nodo in gola di schifo che avevo ogni santo giorno. Non ce la facevo più. PIù e più. Ho chiuso tutto, ogni canale, anche quelli dove lo sbirciavo per curiosità. Anche con sua sorella con cui mi sentivo sono sparita. Non voglio più saperne. Gli ho permesso di perseverare troppo nelle azioni cattive ed ho capito che più gli dai corda più ti fanno cose brutte, orribili, impensabili. Ne sono la conferma, e ne ho avuto la conferma. Non cambiano, non si ammorbidiscono, non migliorano, ma anzi più gli dai possibilità di esserci nella tua vita più di strizzano, ti mortificano, ti avviliscono e ti ammazzano totalmente l’autostima. Io ero esasperata. Io sono esasperata. E anche solo sentire il suo nome mi fa vomitare (e purtroppo il suo nome è un nome molto diffuso). Tutto questo che abbiamo vissuto è MERDA, non si deve scendere a compromessi, non si deve tenercela un po’, o fare qualcosa per tenercela. E’ un cancro del mondo e dobbiamo tirarlo fuori. Io sono arrivata al punto che anche la dissonanza cognitiva di quando pensavo a noi che facevamo l’amore eccetera mi fa schifo, perchè ho capito che il pulpito da dove venivano quelle cose è un mostro perfido, nascosto, covert, che tutti non vedono da fuori, ma che dentro è una persona arida, meschina e limitata. Quindi secondo me quando si arriva a capire che la vita che si fa appresso a questa merda è tutta esasperazione e tempo perso, ecco si comincia a chiudere tutto e voler disintossicarsi da questa sfiga che ci è capitata.

Stai visualizzando 6 post - dal 1 a 6 (di 6 totali)
Rispondi a: Quando si chiude definitivamente una relazione tossica?
Le tue informazioni: