Narcisismo al microscopio & oltre

Stai leggendo

Scarto indotto

Narcisismo al microscopio & oltre

Scarto indotto

Scarto indotto

  • Il topic è vuoto.
Stai visualizzando 4 post - dal 1 a 4 (di 4 totali)
  • Autore
    Post
  • #12631 Rispondi
    Sara
    Ospite

    Come tante altre vittime, anche io sono stata costretta a lasciarlo… tra i vari tormenti, sensi di colpa, domande e la netta convinzione di essere io il problema, ho studiato l’argomento e ho capito che mi ha scartata lui in maniera inversa. Mi spiego meglio: ha attuato tutta quella serie di tattiche, assumendo atteggiamenti e facendo discorsi che mi hanno portata a prendere la decisione di troncare. Rinunciando a tutto, compresi i sentimenti. Ovviamente aveva già un’altra bella pronta da scartare, e non ha esitato a elencare come e perché lei fosse meglio di me, quanto lei fosse dolce, premurosa, affettuosa a differenza mia che ero solo una “ragazzina isterica e viziata”, e di come lei sapesse apprezzarlo e amarlo come io non ho mai saputo fare (tutto questo dopo sole “due settimane” che la conosceva, ci crediamo tutti). In quel momento mi è crollato il mondo addosso e volevo solo scomparire. Le crisi di astinenza mi portavano continuamente da lui.
    Sono due anni che non lo vedo e un anno e mezzo che non lo sento.
    Vorrei conoscere le esperienze di chi, come me, è stato/a costretto/a a lasciare…

    #12632 Rispondi
    Federica
    Ospite

    Ciao Sara. Ti capisco super bene. Ti fregano rigirando la frittata e poi ritornare a guardare la realtà con lucidità è difficilissimo. Quello che posso consigliarti è di pensare che è tutta dissonanza cognitiva, cioè quando ti senti in colpa (senza motivo) è perché sei manipolata e la tua mente è rimasta a quando lui recitava ed era stupendo (perché appunto recitava). Quando abbatterai del tutto la manipolazione lo vedrai sempre come è: un essere inconsistente e vuoto. È difficile ma ce la si deve fare, per forza. Comunque lo scarto indotto è ciò che di più meschino esista. Neanche le palle di lasciare hanno. Esseri vili e scaricabarili. Ti abbraccio

    #12635 Rispondi
    Manuela
    Ospite

    Io sono stata scartata con lo scarto indotto. Dire che i sensi di colpa mi hanno ammazzato è dire poco. Sensi di colpa indotti da lui, perché poi a pensarci non avevo colpe proprio di niente. Sostanzialmente lui ha aspettato un momento “delicato” per lui per farmi passare per la cattiva quando avevo deciso di lasciarlo, dopo mesi e mesi di supplizio psicologico che non ti sto a dire. Mi ha fatto passare di tutto, cioè o lo lasciavo o andavo fuori di testa (anzi già ci stavo ormai fuori di testa). Se arriviamo a lasciarli è perché arriviamo ad un punto di esasperazione a cui nessun uomo dovrebbe portarci. Quando lasciamo facciamo bene, sempre, quando ci stanno soggetti disturbati come loro di mezzo

    #12636 Rispondi
    april
    Ospite

    L’ho lasciato io. Mi ha indotto a farlo? Non la vedo così. Ad un certo punto, la mia sopportazione è finita, sono riuscita a prendere questa difficile decisione che covavo da mesi (avevo iniziato la psicoterapia in gran segreto). La mia reazione al suo ultimo sgarbo, per lui era solo l’ennesimo bisticcio, come si è premurato di spiegarmi. Avremmo potuto continuare così chissà per quanto tempo: lui non voleva perdermi, gli facevo troppo comodo. Lui voleva continuare a giocare al suo gioco, a svalutarmi, a godere della mia sofferenza, a scoparmi quando e come voleva, a triangolarmi con le sue amiche e con i suoi parenti. Io però ero pronta ad andare. Con fatica e sofferenza, ma ero pronta ad andare e a non voltarmi indietro, a non aprire più la porta. Per quanto mi riguarda, l’ho lasciato io, lucidamente e con grande sforzo di volontà. Lui può raccontarla e raccontarsela come gli pare, ma anche lui lo sa, come è andata alla fine.

Stai visualizzando 4 post - dal 1 a 4 (di 4 totali)
Rispondi a: Scarto indotto
Le tue informazioni: