Narcisismo al microscopio & oltre

Stai leggendo

Secondo voi ci sarà mai una “giustizia” che condannerà i narcisisti?

Narcisismo al microscopio & oltre

Secondo voi ci sarà mai una “giustizia” che condannerà i narcisisti?

Secondo voi ci sarà mai una “giustizia” che condannerà i narcisisti?

  • Il topic è vuoto.
Stai visualizzando 9 post - dal 1 a 9 (di 9 totali)
  • Autore
    Post
  • #9708 Rispondi
    Daniela
    Ospite

    Forse è la mia rabbia che parla, ma spero proprio ci sia una giustizia da qualche parte. Secondo voi la vita farà il suo corso con loro? Ci sarà una giustizia vera per tutte noi persone splendide e per bene che abbiamo vissuto l’inferno in terra? Per ora vedo solo tanta fatica (la nostra) per risalire da questo inferno appunto. Vi chiedo se avete testimonianze, o pensieri a riguardo, o considerazioni. Forse ciò che spero di sentire è che sì una giustizia esiste, e che muoiono da soli, e che sono infelici ogni giorno, ma per ora vedo solo che cascano sempre in piedi, sia narcisisti uomini (tipo il mio ex maligno) sia le narcisista donne che sono ben più maligne. Non è possibile che il mondo sia così ingiusto e loro sempre indisturbati vadano avanti per la loro strada scintillante (lo so che è la maschera) ma pur sempre serena, piena di gente manipolata che crede a loro e che compatisce noi ex partners vittime che come unica “colpa” (che colpa non è) abbiamo quella di essere state scelte da loro e di aver visto mooooooolto da vicino la loro natura malvagia ed infernale. Un saluto a tutti, e a Francesca che cura un blog stratosferico

    #9757 Rispondi
    Elisa
    Ospite

    Lo spero tanto. Anche io sono messa come te in quanto a rabbia. Li vedi impuniti, agghiaccianti e ti chiedo perché la vita sia così insensibile di fronte alle persone invece buone, sincere, di nobili sentimenti come siamo noi che ci ritroviamo qui, annientati da mostri che non hanno cuore. Non lo so se giustizia sarà mai fatta, giustizia intesa come la intendiamo noi, come per esempio loro che vengono smascherati da tutti, e tutti capiscono che animali perfidi sono. Ma so che almeno noi dobbiamo farci giustizia da soli non in maniera cattiva verso di loro (perché tanto a loro non scalfisce niente) ma facendoci giustizia verso noi stessi, andando avanti e dimenticando tutta questa brutta storia. La mia non è durata poco, quindi è molto molto difficile lasciarsi alle spalle il tutto, ma almeno guarire il nostro cuore e i nostri occhi da quello che abbiamo visto. A me quello che ho visto ha traumatizzato. Persone che non sono esseri umani, persone mascherate da uomini meravigliosi che non erano altro che il diavoli in prestito alla terra.

    #9822 Rispondi
    Valentina
    Ospite

    Me lo chiedo ogni giorno. Fidati Daniela che è normale chiederselo. Siamo umane, noi. La risposta ce la darà forse solo il tempo, ma quel giorno spero di essere così impegnata a fare altro che non me ne freghera’ più una sega. Scusa il termine, ma ormai sono senza freni.

    #10552 Rispondi
    Cat
    Ospite

    Certo, si chiama educazione emotiva, rispetto consapevole di sé e degli altri. Si chiama non lasciar scendere la qualità di vita che ci fa sentire presenti, felici, e che attraverso le relazioni umane può solo arricchirsi. Si chiama coraggio di non accogliere i meccanismi malsani di amicizie, relazioni familiari o sentimentali Sapere che c’è posto bel cuore solo per scambi sani, per relazioni alla pari Questo aiuterà chi soffre di disequilibri dell’ego di avere necessità di autoregolarsi, sia a livello interpersonale sia a livello sociale, politica, economico. Se si scende a fondo a voler guarire se stessi, si va incontro all’amore

    #10555 Rispondi
    Daniela
    Ospite

    Bellissime parole Cat. Bellissime bellissime e bellissime!!! È proprio vero, non dobbiamo mai dimenticare che la vita è un’altra cosa, non è quella che simulano loro, piena di rapporti falsi che fuori sembrano unici, autentici e meravigliosi, e non è quella arida e piena di competizione, frustrazione, manipolazione ed invidia che sempre loro provano. L’amore è un’altra cosa e noi all’amore dobbiamo sempre proiettarci, ogni secondo della nostra vita, preziosissimo soprattutto quando i manipolatori ci stanno lontani. Il senso di ingiustizia che io ancora provo spero possa presto svanire… Mi hai dato tanta forza con queste poche ma potenti e vere parole Cat 🙂

    #10659 Rispondi
    Iris
    Ospite

    Il loro disturbo è già una condanna, al di là di qualsiasi maschera sfavillante potranno indossare, resteranno pur sempre dei soggetti malati di noia, incapaci di costruire relazioni veramente stabili. Per quanto esternamente, ad uno sguardo superficiale, potranno sembrare affascinanti, intraprendenti, intelligenti al punto da “cadere sempre in piedi”, noi sappiamo di avere avuto a che fare con dei soggetti irrequieti, con anime dannate costrette a vagare eternamente, a collezionare storie e persone come fossero figurine di un album dimenticato in un cassetto. E’ questa la loro più grande condanna: non avere un’anima.

    #10660 Rispondi
    Silvia
    Ospite

    Questi vostri messaggi me li dovrei appendere al muro della camera. Avete ragione, tutte. Anche io concordo col fatto che loro sono condannati ogni giorno, sono frustrati e senza anima, TUTTI, e solo noi che li abbiamo vissuti da vicino (davvero da vicino) sappiamo davvero. Quando a volte mi manca (purtroppo) ricordo quell’angoscia che gli vedevo sempre addosso, quella smania, quella durezza di non godersi mai niente davvero ma semmai facendo finta, e poi mi ricordo il controllo ossessivo di ogni cosa, di ogni dettaglio che lo circondava, e poi le balle, lui era una balla che camminava (parlo al passato perché per me è morto ma sono sicura che sta continuando ad essere ciò che è). Insomma, non dimenticate cosa avete visto e vissuto da vicino. Non dimenticate la cattiveria di vivere e la rabbia di essere nati, che loro ogni secondo provano. Sì, è una condanna. Che loro non vogliono curare. Ma che loro usano per portare condanna ed infelicità profonda anche nelle persone buone che amano la vita e che hanno amato loro

    #10721 Rispondi
    Luna Calante
    Ospite

    Stasera tutta la razionalità sta andando a farsi benedire. Sapete come succede. Si collegano nuove e vecchie informazioni, si capiscono nuove bugie, viene voglia di prendersi a pugni da soli per essere stati così ciechi. E vien voglia di vendicarsi, di rompere le uova nel paniere al nostro tanto felice narcisista. E si, che voglia di far sapere alla nuova o vecchia chi sia lui. Di mandare le immagini con i messaggi patetici di lui. Che voglia. Ma sarebbe solo un abbassarsi al livello di lui. Io poi combatto anche con la ex/mai stata ex che è più pazza e cattiva di lui, una donna che prima scusavo e comprendevo ma che ultimamente per le cose cattive che mi ha detto ho deciso di cestinare. Poi osservandola meglio ho visto modi di fare molto simili a quelli di lui. Vuoi mica che mi sono andata a infilare tra due narcisisti, a mia insaputa?spiegherebbe tante cose. La sensazione di essere in un tritacarne, un giochino usato tra loro. Quindi stasera ho voglia di scrivere a lei e lui cosa sono, cosa penso di loro. Ma non lo faccio e scrivo qui, a voi. So che non sono l’unica a magonare sul suo divano, sapendo che lui è con un’altra, a dire e fare le stesse cose, mentre io soffro come un cane. Potevo avere molti uomini…e ho scelto lui. Un mediocre uomo più vecchio di me che mi ha usata. Che vergogna

    #10725 Rispondi
    Noemi
    Ospite

    Ciao Luna, a me è successo così con la scimmia volante del mio ex. Una sua cara amica, che poi pur lì si potrebbero aprire grandi disquisizioni sul nome “amica”, perchè lei è semplicemente una servetta psicologica sua che si dà un po’ di arie per non farlo sembrare. Durante lo scarto di me e nella fase del dopo scarto mi sono ritrovata a non capire più di chi ero vittima, se di lui o di lei. Da che era lui che era diventata la mia ossessione, alla fine il pensiero di lui era sbiadito ed era lei che mi ossessionava. Sparlottava con lui, mi trattava con aria di sufficienza, mi trattava come una piccola stupidina, era falsa, si beava del mio ex e del loro rapporto in ogni social possibile. Mi sentivo un cappio al collo continuo e mi chiedevo: perchè? Oggi mi rispondo: perchè sono persone maligne che invidiano le persone integre e buone, e allora possono solo sottometterle, svalutarle, svilirle e poi snobbarle. Non è roba per noi tutta questa spazzatura, fanno bene a scegliersi tra loro, così faranno sempre una vita di ego, di finte convinzioni di essere i migliori e di intimissima infelicità e non realizzazione di loro stessi.
    Ti consiglio di continuare così, di legarti le mani piuttosto che scrivere o chiamare loro o lei, tanto non capirebbero, o capirebbero e farebbero finta di niente e ti considererebbero come una poveraccia, come una instabile invidiosa che vuole appunto come scrivi tu rompere uova nel paniere alle “felicità” degli altri.
    Ormai io ho capito che qualsiasi cosa si faccia, si dica a loro, è totalmente inutile. Loro sopravvivono così, impermeabili all’ascolto vero, impermeabili alla crescita personale e alla misericordia degli altri. Bisogna allontanarsene, seriamente. E bisogna spostare il focus su di noi, non su di loro, esseri meschini che non meritano NULLA

Stai visualizzando 9 post - dal 1 a 9 (di 9 totali)
Rispondi a: Secondo voi ci sarà mai una “giustizia” che condannerà i narcisisti?
Le tue informazioni: