Narcisismo al microscopio & oltre

Stai leggendo

Testimonianze di chi è uscito/a dall’incubo

Narcisismo al microscopio & oltre

Testimonianze di chi è uscito/a dall’incubo

Testimonianze di chi è uscito/a dall’incubo

  • Il topic è vuoto.
Stai visualizzando 9 post - dal 1 a 9 (di 9 totali)
  • Autore
    Post
  • #9842 Rispondi
    Chiara
    Ospite

    Ciao a tutti e a tutti, apro questa discussione per tutti coloro che sono riusciti ad uscire da quello che chiamo incubo. Avrei tanto bisogno di avere testimonianze concrete perché ora come ora mi sembra di vivere un abisso nero senza spiragli di luce. Non so immaginare come poter ritornare alla serenità che avevo prima di conoscere il doppiafaccia manipolatore (lo chiamo così da tempo ormai). Mi sento totalmente intossicata e ahimè anche senza speranze (so che devo sempre averne ma penso che abbiate presente quei momenti in cui si ha conosciuto talmente tanto schifo disumano che si pensa che sia impossibile uscirne. Sto facendo psicoterapia, ho tanti amici, studio, eccetera eccetera, quindi mi sto applicando ad accettare di aver vissuto la manipolazione e tutte le cose brutte che comporta, ma un conto è la teoria e un conto la pratica. Ecco, mi sarebbe tanto di aiuto ( e penso possa esserlo per tutti qui) se a qualcuno andasse di mandare qualche messaggio positivo di speranza, tipo qualcuno che sia oggettivamente migliorato con la psicoterapia, con il tempo o con altro e chi magari sia proprio uscito dall’inferno in terra. Un saluto grande

    #9845 Rispondi
    Ofelia
    Ospite

    ciao Chiara. Quello che mi sento di dirti è che le esperienze vissute a vari livelli con soggetti narcistiti e manipolatori di qualsiasi tipo (nel mio caso la suocera, in molto altri il partner o i genitori) lasciano il segno ma si può anche diventare più forti e soprattutto liberarsi dell’incubo di vita a cui la relazione con questi soggetti condanna. Per quanto mi riguarda la cosa che ho imparato è che NON ESISTE rapporto di parentela, sangue, afetto, amore o altro che tenga, perchè persone che riescono ad essere così nocive vanno allontanate a tutti i costi. Quello che ho imparato e che mi ha reso senz’altro una persona migliore e più libera è che nessuno e nessun motivo può essere valido per tenere un/una narcisista nella propria vita. Perchè con chi vuole annientare l’altro esiste un solo modo per mettersi in salvo: scappare letteralmente e eliminare più possibile il narcisista dalla propria vita. Non può esistere convivenza nè via di mezzo, nè tanto meno senso di colpa o possibilità di negoziazione. Ho imparato realmente a mettere la MIA salute al primo posto e scegliere ME, la mia vita al posto di quello che vorrebbero gli altri (tutti bravi a esortare a sopportare, portare pazienza o addirittura far sentire in colpa se si decide di recidere dei legami di parentela tossici). Un caro saluto e coraggio.

    #9847 Rispondi
    Tiziana
    Ospite

    Concordo con Ofelia. Nel mio caso io mi sono liberata di ben tre amiche narcisiste, che anni fa definivo le fantomatiche “migliori amiche”. Ci confidavamo, uscivamo insieme, insomma queste cose qui, che a posteri definirei una “gara a chi ce l’aveva più lungo”, anche se siamo donne! Poi ho avuto una relazione (molto breve, ma mi è bastata) con un narcisista patologico e mi si è fatto tutto più chiaro e ho gettato via tutte quelle persone dannosissime che però prima non riconoscevo. Mi sentivo solo in colpa, sempre, perchè così mi facevano sentire, ed anche inferiore chissà perchè, ma poi ho capito. Ho capito che il problema non ero io. Ma erano le persone nocive che attraevo e alle quali permettevo di stare nella mia vita. Ecco, quando ho troncato con loro il mio benessere è stato tangibile. Sono rinata. E come scrive Ofelia anche io ho troncato senza esitazioni, cioè non con vie di mezzo. Ancora staranno diffamandomi in giro forse, chissà, ma per lo meno io sono convinta della mia decisione e ne ho colto frutti incredibili. Sembrerà assurdo ma il potere della gente tossica è fortissimo, anche se non ce ne rendiamo conto mentre lo viviamo perchè lo assorbiamo. Io penso di aver costruito cose belle e nuove della mia vita più in questi due anni in cui mi sono liberata di loro, piuttosto che nei precedenti 40. Ho iniziato un lavoro nuovo che mi piace, sono dimagrita, ho iniziato pilates di cui mi sono letteralmente innamorata. Se ti scrolli di dosso questa gente, tutto arriverà in maniera naturale. Fidati. Non è facile, perchè anche col mio ex narcisista è stata dura, ma sono opportunità per diventare forti e soprattutto fottersene del giudizio degli altri e di chi ti guarda un po’ male perchè hai troncato di qua e di là. Io ormai ho imparato a fregarmene, e poi sono sicura che le bugie hanno le gambe corte e anche le persone narcisiste, invidiose, false hanno le gambe corte.

    #9861 Rispondi
    Matilda
    Ospite

    Ciao Chiara,
    io ti parlo da persona che è riuscita ad uscire dall’incubo. Magari ancora non completamente, ma sicuramente ogni giorno è un passo in più.
    Il percorso non è facile e men che meno breve.. devi avere tanta pazienza verso te stessa.
    Probabilmente attraverserai varie fasi: sconcerto, incredulità, rabbia verso quella persona, rabbia verso te stessa per esserci cascata, sofferenza, consapevolezza, etc.
    Sappi però che ogni fase ti porterà verso la tua serenità 🙂 non perderti d’animo!

    #9880 Rispondi
    Ludovica
    Ospite

    Chiara lo so che vedi tutto nero, anche io ci sono passata. E a tratti mi succede anche oggi, non posso negarlo. Però posso dirti di fare tanta psicoterapia. Può sembrarti una cosa ovvia e spesso può sembrarti inutile, lo so, ma non mollare. Io per varie volte uscivo da quelle “chiacchierate” e mi sembrava di aver parlato ad un’amica di cose ovvie, poi però altre volte uscivo ed ero devastata, mi sentivo un turbinio dentro che mi faceva sbarellare. La terapia è lunga e va a momenti però aiuta tantissimo. Poi sì anche le amicizie sincere, coltivare le cose sane, coltivare passioni che non si aveva mai avuto coraggio a iniziare, però ecco il mio parere è che senza terapia si va ben poco lontano. Io penso che sarei ricascata subito nelle braccia di un altro manipolatore, per fare un esempio. Invece è tanto che sono single, che voglio scegliere bene ogni elemento della mia vita, anche partners con chi frequentarmi e poi vedere come va. Cioè sono più consapevole. E poi sto capendo anche tante cose di me che mi stanno cominciando ad essere utili per vivere una vita più appunto consapevole e serena, senza ansie o complessi di inferiorità (molti dei quali mi aveva lasciato lui, come ricordino). Non mollare, noi qui tutti ti capiamo benissimo. Purtroppo queste esperienze ti segnano, non si cancellano, ma bisogna caverne fuori qualcosa di proficuo, per forza.

    #9904 Rispondi
    Chiara
    Ospite

    Grazie a tutte. Avere pareri esterni (e neanche troppo, perchè qui tutti ci sono stati ben bene dentro al problema) mi fa davvero tanto bene. Continuerò ad andare avanti su questa strada, soprattutto con calma e tanta, tantissima pazienza. Comunque a voi faccio davvero tanti complimenti, penso che uscire da un incubo come questi sia davvero un atto di forza che non ha paragoni con nessun altro dolore o problema. Sono giovane, ma qualche dolore già l’ho avuto e l’ho dovuto affrontare, ma un simile omicidio della mia anima e della mia persona non avrei mai immaginato di viverlo e che potesse esistere. Matilda, forse adesso mi trovo nella fase della rabbia. Sta iniziando la rabbia accecante, non solo per lui, ma anche per il pensare che esistano mostri simili in giro per il mondo a piede libero, e poi anche rabbia per me stessa, per essere stata a volte cieca, a volte ingenua, a volte troppo devota all’amore che provavo per lui. Che brutte storie, farò di tutto per far sì che sia l’unica esperienza così traumatica della mia vita. Al primo segnale di prossima persona con disturbo di personalità starò lontana chilometri.

    #10942 Rispondi
    Paola
    Ospite

    Ciao a tutte e a tutti, ho scoperto questo forum e finalmente mi sento capita e non mi sento sola. Ho letto questi interventi ed anche a me farebbe piacere sentire altri pareri di persone che sono riuscite ad uscire da questa situazione infausta. Intanto complimenti ad Ofelia, Matilda, ed anche alle altre, io per ora mi vedo in una strada estremamente soffocante, piena di confusione, piena di difficoltà nel portare avanti i miei impegni quotidiani e lavorativi, e questa confusione non mi permette di essere razionale. Tutti i miei cari, amici e familiari, mi ripetono di essere razionale, tutti. Tutti mi dicono di guardare quest’uomo per quello che è, ovvero un povero fallito con l’ego pompato e tante menzogne che gli escono dalla bocca. Io invece, nonostante ho applicato il no contact, lo vedo e lo ricordo con i flash fortissimi di quando era stupendo e poi di quando era una bestia e poi di quando mi manipolava e via dicendo tutte quelle sensazioni fortissime ed orride che ti fanno provare e ti lasciano addosso. Quindi ecco, altre testimonianze di speranza mi servirebbero proprio tanto per infondermi coraggio nell’andare avanti e nel poter sperare che questa sia solo una fase e che in qualche modo se ne esce. Come dice quel detto: non può piovere per sempre. Ecco, io lo spero tanto.

    #10946 Rispondi
    Iris
    Ospite

    Ciao Paola! Certo che ne uscirai. Datti il tempo che ti serve e non esitare a chiedere aiuto ad uno psicoterapeuta esperto in dipendenza affettiva e traumi da narcisismo, se pensi di non farcela da sola.
    Io personalmente ho impiegato più di due anni per “guarire” e mi ritengo una sopravvissuta. La mia esperienza allucinante mi ha segnato, senza dubbio, ma oggi a distanza di tempo posso dirti che da quella triste storia ho imparato tanto. Ho, innanzitutto, trovato la forza per immaginare un nuovo futuro, ho studiato, lottato, sudato e cambiato lavoro. Ho imparato a mettere paletti, salvaguardare i confini della mia anima, della mia privacy, di tutto quello che mi appartiene e so che mai più permetterò ad un qualsiasi disturbato di violarli. Ho imparato a lavorare sulle mie vecchie ferite, toccando con mano le crepe dalle quali “il vampiro energetico” era entrato manipolandomi così facilmente. Insomma, oggi dico sempre che noi non siamo il nostro trauma e dobbiamo lottare con tutte le nostre forze per fare in modo da non rimanerne intrappolati. Ce la farai anche tu e non pioverà sempre cara Paola. Anzi, oltrepassata la nuvola tossica, ti ricorderai di quando eri felice, senza di lui. Guarderai il mondo con occhi nuovi e imparerai a stare bene con poco, altro che love bombing. La tua forza più grande sarà l’amor proprio che riuscirai a DONARTI ogni giorno della tua nuova vita, lontano, lontanissimo (te lo auguro con tutto il cuore) dal disturbato.

    #10947 Rispondi
    Paola
    Ospite

    Cara Iris, grazie di cuore per la risposta. Sapersi capite è un qualcosa di meraviglioso e raro da trovare quando vivi situazioni surreali simili. Scrivi “storia allucinante” e posso capire bene cosa intendi, mentre quando ne parli ad altre persone che non ne sanno niente ti dicono “va beh dai, allucinante è un parolone. Mica muore nessuno ad essere lasciato. Ci sono passati tutti prima o poi. Si supera. NON FARE L’ESAGERATA”. Se solo sapessero, se solo AVESSERO VISSUTO QUELLO CHE ABBIAMO VISTO E VISSUTO NOI, allora sì che capirebbero. Sentire comunque queste testimonianze “buone” mi aiuta per lo meno a prendere un respiro e a pensare di non mollare proprio ora. E il mollare per me significa continuare a vedere il mondo come lo vede lui, e a vedere lui per come si vede lui e per come si mostra lui. Devo essere forte ad essere lucida. Mi ha colpito la tua frase “imparerai a stare bene con poco, altro che love bombing”, hai ragione, devo ricominciare a vedere la vita per quello che è, stupenda nella sua bellezza, e non bella in funzione di quella totale finzione che loro innescano per renderti dipendenti da loro. Voglio essere forte, devo esserlo per me stessa. Grazie Iris, grazie tantissime. Ogni cosa che leggo qui è molto preziosa e il calore umano che non troviamo spesso fuori qui invece è avvolgente e lo sento anche dietro alla schermata di un pc. Incredibile come le persone più belle e buone finiscano dentro a queste fauci piene di ego e di fame di splendore da mangiare e sputare.

Stai visualizzando 9 post - dal 1 a 9 (di 9 totali)
Rispondi a: Testimonianze di chi è uscito/a dall’incubo
Le tue informazioni: