tocco telefono by Nordwood themes

SEBBENE NELLE APPLICAZIONI DI INCONTRI SIANO PRESENTI ANCHE DONNE NARCISISTE CHE OPERANO PER SELEZIONARE VITTIME, IN QUESTO ARTICOLO, ECCEZIONALMENTE RISPETTO AD OGNI ALTRO ARTICOLO DI QUESTO SPAZIO, MI RIFERIRO’ ESCLUSIVAMENTE AI NARCISISTI DI SESSO MASCHILE POICHE’ NOTEVOLMENTE PIU’ NUMEROSI E PIU’ OPEROSI IN TALE AMBITO VIRTUALE. TUTTAVIA, CHI E’ UNA VITTIMA UOMO PUO’, LO STESSO, RITROVARSI IN VARI PUNTI ED IN VARIE DINAMICHE CHE ANCHE LE DONNE NARCISISTE, IN EGUAL MANIERA, ATTUANO.

Per i narcisisti le applicazioni di incontri sono come una piazza di spaccio per un cocainomane. Sono una piazza tascabile, dentro allo smartphone, da portare ovunque, alla ricerca di dosi, perchè è nelle piazze di spaccio che i drogati vanno a cercare dosi, dosi e dosi, e perchè per i narcisisti QUESTO SONO LE PERSONE. Le persone sono dosi. Null’altro. Nulla di diverso. Le persone per i narcisisti sono dosi di approvvigionamento narcisistico, che non è altro, per loro, che una droga senza la quale morirebbero, senza la quale andrebbero in crisi di astinenza, senza la quale cadrebbero in una depressione atavica, quella depressione che fa vedere loro la loro vera natura, totalmente vacua, totalmente pregna del vuoto psichico di cui sono vittime e che coprono usando le altre persone e distruggendo la più o meno sanità, ed indubbiamente serenità, degli esseri umani con cui si interfacciano in ogni modo ed in ogni ruolo. Inoltre, i narcisisti sanno che cercando sulle applicazioni di incontri, troveranno donne che scientemente hanno scelto di iscriversi, di CERCARE ANCHE LORO, quindi l'”acchiappo” di quella che per il narcisista è una dose di droga è molto più diretto, immediato, come un puzzle che si incastra. Un conto è incontrare una donna ad una festa, e magari scoprire che è fidanzata (poi semmai la fa lasciare lo stesso e la abbindola) o che non è predisposta ad iniziare una nuova relazione (poi magari la abbindola e le fa cambiare idea facendola cadere nelle sue braccia), però ecco è tutt’altro conto cercare in un terreno dove TUTTE, COMUNQUE, CERCANO. Tutte cercano, e il narcisista deve solo prenderne una e darle l’illusione – fosse per una notte o per una relazione di tre anni – che lui l’ha scelta e che lui le vuole dare il mondo. Così si crea l’innesco semplicissimo col quale il narcisista intercetta, seleziona ed abbindola una valanga di donne che diventeranno ben presto, ahimè, vittime. E quindi dosi da sniffare, con tutta l’energia che loro, per poco, ancora, hanno.

Come riconoscere i narcisisti/psicopatici/manipolatori:

  • In applicazioni tipo T. (saprete sicuramente a quale app io mi stia riferendo senza fare nomi!), il narcisista mette likes esattamente A CASO, e scrive a persone esattamente A CASO, con stereotipati “ciao”, con stereotipate faccine tipo la mano che si agita, o con frasette più personalizzate in base al profilo al quale stanno scrivendo, della serie “mai visti capelli ricci così…ogni riccio un capriccio?”. Comunque, in ogni caso, il narcisista contatta A CASO, della serie “ndo cojo, cojo”, come si dice nelle zone di Roma, specialmente se si trova in una fase di carenza di approvvigionamento narcisistico, quindi si sta annoiando, sta ricercando altre dosi nuove, vuole silurare la vittima che sta frequentando o con la quale ha una relazione ufficiale e deve munirsi di tutte le ciambelle di salvataggio possibili e preventive per la sua ipotetica “caduta”, dopo lo scarto della quantità di approvvigionamento narcisistico che di già ha con la vittima con cui ancora sta o si frequenta. Dunque, se voi avete messo finanche una foto orrida, indecente, o dove vi si veda di spalle, quasi per niente, o dove si noti un naso uncino antiestetico, o dove non ci siano informazioni su di voi ma dove ci sia solo una sfocata foto di 5 anni prima senza didascalie o informazioni su di voi, non stupite se vi arrivino “match” (così si chiamano in gergo quando la persona a cui si mette like mette a sua volta like) vi abbia messo, appunto, il like al profilo. Il narcisista, quando è carente della sua droga (ovvero le persone da risucchiare di energie e la platea che lo ammiri) butta l’amo ovunque, senza pensieri, senza congetture, e senza selezione. Poi semmai la selezione la fa dopo. Quindi, già il fatto che si crei il match è un indicatore di allarme se non avete un profilo da miss e lui sia un adone da cinema (o anche se non sia così bello) e, per esempio, voi vi siate scaricate T. giusto per curiosità e per sbirciare qualcuno di carino, siccome in tante ve ne hanno parlato;
  • Ha foto da divo, da fotomodello, ha almeno una foto in costume o con parti più o meno intime in evidenza, tipo la zona pelvica (non proprio il membro, sia chiaro!). Possono essere anche foto in cui lui faccia sembrare che sia accidentale mostrare quelle parti, ma comunque le mostra. Che siano gli addominali, che siano le spalle larghe, che siano le braccia muscolose con le vene in evidenza. [Ovviamente anche donne narcisiste usano applicazioni di incontri, ma è alquanto più frequente che siano presenti uomini]. Inoltre, oltre a foto da vip e divo del corpo, il narcisista, in base al suo tipo di narcisismo, pubblicherà anche foto da superuomo riguardanti qualcosa di estremo che ha fatto nella sua vita, tipo un viaggio particolare, tipo uno sport estremo. In realtà non è così difficile riconoscere un narcisista dalle sue foto su queste app, sono vanagloriose, denotano una percezione di se stesso grottesca ed anche farlocca, come se fosse un po’ finta.
  • La descrizione del suo profilo è grottesca. Contiene frasi che lui è convinto siano simpatiche, da effetto, diverse dalle descrizioni banali di tutti gli altri, e che (pensa lui) facciano incuriosire le donne e far pensare alle donne: “caspita, lui è uno diverso, particolare, mica come tutti gli altri, uno per cui vale la pena approfondire, particolare, brillante, profondo”. Il “profondo” è una constatazione – assolutamente lontana dalla realtà di quanto il soggetto in questione sia fake – che subentra quando l’uomo in questione pubblica nella descrizione di se stesso anche frasi da “bacio perugina” scelte ad hoc, o inventate da se stesso sia per colpire le persone sensibili, sia per dare un’idea di uomo “valoroso” e forte, sia per sfidare le donne che sono incuriosite e che gli scriveranno, come amo per farle abboccare, tipo “Se hai avuto il coraggio di mettere like, allora già di per sè sei coraggiosa. Ora non ti manca altro che scrivermi in chat”, oppure frasi come “Nel bene o nel male, l’importante è che se ne parli. Oscar Wild” (tipica frase da narcisistoni!). Insomma, frasi che vogliono essere o fintamente ingenue, o filosofiche, o simpaticheggianti.
  • Spesso ha la spunta blu, ovvero la conferma che la sua sia un’identità reale. Ciò sta ad indicare che è una persona che cura il suo profilo nell’applicazione, che vuole che si veda che ha la spunta blu quindi in quale maniera è “più vip” degli altri, e chi cura il suo profilo nell’applicazione e vuole che si veda la spunta blu, di certo lì non è un saltuario. Ma è un abitudinario. Ci investe. Ci tiene. Ci tiene ad apparire bene, cura vari elementi del suo profilo nell’applicazione, di modo da essere più appetibile e far girare tanto le chat. Insomma USA l’applicazione. E TANTO. E’ un investimento, a bassissimo costo, con cui prendere le famose “dosi” che gli permettono di campare nella sua vita vacua.
  • Piccola precisazione. Chiaramente, in base a se il narcisista sia overt o covert, o istronico, o con tratti antisociali o con tratti borderline, le sfaccettature cambiano. C’è l’istrionico che pubblica foto dei suoi viaggi da santone tibetano, dall’altra parte del mondo, tra animali fantastici e bambini di colore, o c’è il covert che pubblica foto mentre si trova con bambini disabili e mentre fa volontariato tra suore e preti, o ci sono gli psicopatici che fanno e pubblicano entrambi i casi. La fantasia dei modi di “mostrarsi” che hanno i narcisisti è davvero variopinta, ma qualunque sia la situazione che avranno creato per fare foto acchiappa likes, acchiappa consensi, acchiappa pseudo-invidie di loro, e acchiappa “match”, scoprirai poi, e solo poi – se disgraziatamente deciderai di uscire con qualcuno di questi – che è tutta scena. Che è tutta fuffa. Che sono tutti, ennesimi, ami per far abboccare le prede.

Ho disquisito solamente di T. perchè è l’applicazione di incontri più usata dai narcisisti e più gettonata in generale, ma non pensate sia l’unica. I narcisisti conoscono TUTTE le applicazioni di incontri, o di raduni di gente o simili, tipo quelle applicazioni apparentemente più “innoque” come C.H. per cercare persone con cui fare attività insieme, cene insieme, aperitivi insieme, ma anche appunto le altre applicazioni proprio di incontri in circolazione, che sono applicazioni che fanno pur sempre, TUTTE, trovare PERSONE che, se usate dai narcisisti, contribuiscano ad aumentare la platea di spettatori della vita e delle fasulle prodezze del narcisista. Ovviamente ci sono altre applicazioni di incontri come T, ad esempio quella che inizia per B., o quella che inizia per M. – non è difficile capire quali siano!!-, ma comunque tutte hanno la modalità d’uso pressochè uguale o simile a quella di T., quindi non mi ripeterò anche per queste. In ogni caso, come mio consiglio personale, sconsiglio (scusate il gioco di parole) di affidarvi a siti simili per instaurare conoscenze e frequentazioni di decente valore. Cioè, volete avere rapporti sessuali liberi? Fate pure (sempre con precauzioni, MI RACCOMANDO), e chattate pure su siti ed applicazioni come queste. Nessuno ve lo vieta e non mi permetto di farlo neppure io. Volete messaggiare a tempo perso sulla tazza del wc scacciando la noia del sentirvi soli ed inutili? Fate pure lo stesso, ma consapevoli che ci sia il rischio di peggiorare questo senso di reale solitudine e che gli scenari possibili potrebbero essere che o vi affezionate al soggetto in questione, o avete rapporti sessuali con lui con conseguente “sbidonamento” dopo un quarto d’ora esservi salutati, o sparizione del soggetto direttamente mentre state messaggiando perchè sarà lui ad aver finito prima i bisogni della stessa condizione di wc in cui anche voi vi stavate trovando. Nel peggiore dei casi di nascita di una relazione “sentimentale”, l’abuso sarà davvero serio, perpetrato nel tempo, e vi ritroverete ben presto a leggere tutti gli articoli di questo blog, tra manipolazione, bugie patologiche, e forme di violenza più disparate e gravi- . Ahimè molte relazioni abbastanza lunghe e abbastanza – APPARENTEMENTE – ufficiali iniziano proprio sulle applicazioni di incontro, quindi scaricateli pure, ma consapevoli di queste conseguenze.

Detto ciò, per di più, mi permetto ora di darvi qualche consiglio, sperando che in realtà queste applicazioni di incontri non se la prendano troppo a male per queste mie considerazioni! Ma non penso proprio io possa diventare un loro grande pensiero e una loro grande preoccupazione! Ognuno è libero di scegliere cosa fare, come agire ed appunto come passare il suo tempo e come scegliere le persone con cui stare.

  • Se volete una relazione sentimentale non usate le applicazioni di incontri. Ci sono percentuali di relazioni felici nate in applicazioni di incontri, ma sono rarissime. Non correte il rischio di prendervi tutto quel circa 98% di dramma che becchereste se cominciaste a scrivervi – e ancora peggio vedervi – con qualcuno di lì. La percentuale di narcisisti e borderline e antisociali è spaventosa. Specialmente maschile.
  • Se vi scaricate un’applicazione di incontri perchè vi sentite affettivamente sole, bisognose di qualcuno che riconosca il vostro valore, la vostra attrattiva femminile, i vostri meriti, prendete appuntamento da uno psicologo e scavate sulle ragioni per le quali vi sentite così. E non è una battuta. La necessità di questa spazzatura emotiva è un indicatore di allarme di come l’infelicità stia bussando alla porta, alla ricerca di ulteriori infelicità e ipotetici casini – tipo appunto relazioni tossiche con narcisisti -.
  • Se vi annoiate e vi sentite sole a livello non prettamente esistenziale e sentimentale (come spiegato poc’anzi) ma a livello pratico, legato appunto alla noia spicciola, scrivete ad un’amica, andate a bere una birra fuori con qualche amico, con un cugino, andate al cinema, guardatevi un film a casa, invitate dei parenti a cena per chiacchierare, leggetevi un libro.
  • Se avete voglia di sesso, chiamate il vostro trombamico fidato (se ce l’avete), o apparecchiatevi per lo meno una bella serata su YouPorn. E’ gratis, dà gioia, non delude. E’ sesso, non è amore chiaramente, non è il “fare l’amore” con anima, cervello, cuore, ma del resto tutto questo non lo trovereste neanche su T. mentre state sul wc alle 11 di sera e magari lui vi ha chiesto la foto delle tette per dormire meglio o prima di vedervi alle 11,30 al parcheggio di città. Lo specifico, ma non ce ne dovrebbe essere bisogno! : in questo spazio, non esistono moralismi impettiti!
  • Nel caso in cui aveste già usato – solo un po’ o anche abbondantemente – le applicazioni di incontri prima di leggere questo articolo, NON GIUDICATEVI e NON SENTITEVI IN COLPA. Non tutte le persone che scaricano applicazioni di incontri sono narcisiste, specialmente se si tratta di DONNE. Le donne, spesso, molto spesso, scaricano applicazioni di incontri per frustrazione, per solitudine, per disperazione anche, per stanchezza mentale e stanchezza energetica, per incapacità di auto-gratificarsi e per incapacità di amarsi da sole. Oltre che per noia. E questo i narcisisti lo sanno. Ma ci sono anche donne che scaricano queste applicazioni per conoscere realmente qualcuno per comodità di ricerca, per demoralizzazione nel non riuscire a trovare qualcuno che piaccia, nel non avere tempo al di fuori del lavoro e degli impegni per poter fisicamente incontrare uomini da poi eventualmente conoscere. Per carità, ci sono anche molte donne narcisiste in queste applicazioni, assolutamente, ma a livello quantitativo, quasi tutte le donne non sono narcisiste, ma sono o diventeranno dipendenti dai narcisisti che incontreranno nell’applicazione e sono più o meno frustrate, annoiate e curiose. Scaricano queste app per gioco, e poi rimangono fregate. Ecco, nel caso sia successo così, non sentitevi in colpa e non sentitevi narcisiste. Forse lo siete o forse no, ma anche Ulisse per curiosità non si fece tappare le orecchie di fronte alle sirene, ma spesso nella vita reale conviene evitare tentazioni, e in questo caso le applicazioni di incontri sono campi minati di narcisisti. Siete state curiose di scaricarvi T.? O B.? Spero che dopo qualche like e qualche messaggio non ci siano stati prosegui spiacevoli. Siete curiose di scaricarveli? Scaricateli pure. La curiosità va assolutamente soddisfatta. Ma poi uscite dal campo minato finchè siete in tempo!

Una piccola postilla riguarda l’applicazione di incontri omosessuale, che ha il nome simile a T. ma che inizia per G. – anche qui sarete argutissimi nel capire a quale mi riferisco!-. Per G. la situazione è un po’ diversa, in quanto la maggioranza di intenti dietro a questa applicazione è il sesso. Anche su G. nascono relazioni sentimentali, ma la sessualità è sdoganata come su T. invece non è. Inoltre le dinamiche che vedono protagonista G. sono molto variabili in quanto questa applicazione è usata in maniera molto più capillare da tutto il mondo omosessuale, come un whatsapp per incontri, ecco. Ciò che intendo spiegare è che molte linee generali di “riconoscimento narcisista” valgono lo stesso, ma è proprio l’approccio all’applicazione ad essere differente, che porta a tanto sesso, che porta a tante relazioni sane, che porta a tante relazioni tossiche. Il mondo gay (non mi piace affatto chiamarlo così, ma per comodità uso questa locuzione) vive di pari passo con G., come fosse un pub dove incontrare persone o la gay street della città, dunque categorizzare è, oltre che sbagliato, impossibile. T. invece già screma molto di per sè, per tabù, per “se me lo scarico sono una sfigata”, per “chi se lo scarica vuole solo fare sesso”, e via dicendo quei retaggi che G. invece non ha.

A voi le riflessioni e la scelta!

Articolo soggetto a copyright – E’ severamente vietata la copia e la riproduzione, anche parziale, dei contenuti di questo blog. Nel caso in cui parti di articoli – anche limitate – vengano estratte ed utilizzate (periodicamente e/o occasionalmente) in altri testi, e/o altre piattaforme, e/o sessioni formative, e/o discorsi resi pubblici con qualsivoglia messo (ad esempio video e/o audio), E’ OBBLIGATORIO CITARE LA FONTE https://levocidieco.com/ a tutela del diritto d’autore in base alla normativa vigente.