ARTICOLO – COME TUTTI GLI ARTICOLI DI QUESTO BLOG – RIVOLTO A VITTIME DONNE E VITTIME UOMINI, MA PER COMODITA’ GRAMMATICALE ED INCIDENZA, USERO’ IL MASCHILE PER IL NARCISISTA ED IL FEMMINILE PER LA VITTIMA.

Mia nonna diceva sempre: “Per conoscere bene una persona bisogna mangiare con lei chili di sale”, come per dire che fino in fondo non si conoscerà alla perfezione mai nessuno, ma con i narcisisti questo detto va ben oltre, e le scimmie volanti del narcisista (i suoi fedeli seguaci che gli credono e lo supportano in campagne diffamatorie contro le ex, favori, devoto ascolto delle sue frottole, e via dicendo) dovrebbero averlo bene a mente. E se conoscono, invece, molto bene la natura del narcisista, e decidono di credergli comunque, per tenersi stretta questa postazione illusoria di “prescelti” nella vita del narcisista, beh, buon per loro vivere una vita di falsità e menzogna, per racimolare un po’ di quell’autostima che il narcisista concede per farle sentire importanti. Spero tu abbia capito che a te queste bricioline di autostima date dal narcisista di turno non servano, in qualsiasi veste tu sia, nè da partner, nè da ex, nè da scimmia volante quale amica, migliore amica, trombamica (i quali ruoli ti auguro di non abbassarti mai a ricoprire!).

Il vittimismo con le scimmie volanti è un atteggiamento che prima o poi SEMPRE viene attuato dal narcisista in presenza delle scimmie volanti. Perchè uso il “sempre”? Perchè prima o poi SEMPRE capiterà che il narciissta si trovi in un momento di difficoltà e, per districarsene, debba rigirare la situazione e passare LUI per vittima a discapito della VERA VITTIMA, cioè qualcuno che lo abbia smascherato, o che abbia subito le sue angherie, che abbia preteso di più da lui, che abbia scoperto le sue menzogne, e via dicendo. Quali sono le migliori arme che un narcisista può sfoggiare con le scimmie volanti se non quelle di RINNEGARE, MOSTRARSI COME VITTIMA e DIFFAMARE LA POVERA MALCAPITATA (O POVERO MALCAPITATO) CHE LO HA SCOPERTO? Queste sono le migliori armi, quelle automatiche, quelle da cui una scimmia volante non scampa e le uniche che un narcisista può usare, poichè incapace di ammettere le sue mancanze, i suoi obbrobriosi errori e soprattutto LE SUE MACCHINAZIONI. Potrebbe mai il narcisista ammettere con la scimmia volante che sta uscendo con lei per placare la sua sete di diffamare la vittima di turno? Potrebbe mai ammettere che questo loro intensificato uscire insieme derivi dal fatto che lui ha bisogno di demolire in se stesso e in tutti la visione della povera ex da scartare e che tutto fa parte di un suo progetto accurato? Non potrebbe. Non potrebbe ammettere mai nulla di tutto ciò, e nulla neanche di molto meno. L’importante, per lui, è mantenere quel SUO ordine mentale, e realtà fittizia in cui lui sia sempre perfetto, in piedi, e non schiacciato dalla VERITA’ che poche persone (di cui fanno parte TUTTE le vittime sue partners ed ex partners) conoscono bene ed hanno provato a far emergere, facendosi tanto male e rischiando molta vendetta da parte dell’abusante, vendetta della quale, ovviamente, fa parte la campagna diffamatoria.

Comunque, a parte la campagna diffamatoria nella quale il vittimismo del narcisista di fronte alle scimmie volanti abbonda in maniera vergognosa, le situazioni di vittimismo si sprecano, totalmente create ad hoc e totalmente menzognere, cioè, fanno parte del castello di balle del cervello del narcisista, e niente più. Ma solo chi lo conosce a fondo (come poche scimmie volanti arrivano a fare) può arrivare a cogliere il marcio e le bugie basate sul nulla e su pochissimi dati reali (quando ci sono, e quando il narcisista li usa per rendere più credibili le parole menzognere che sta pronunciando) che una persona del genere è capace di tirar fuori dalla sua bocca. La capacità di arte oratoria di un narcisista sa arrivare a livelli spropositati di CREDIBILITA’, e le sue menzogne sanno arrivare ad una dettagliata e fittizia coerenza circa le situazioni, che sembra impossibile che quella persona stia mentendo e stia facendo la vittima senza ragioni fondate. Tuttavia, queste considerazioni di perplessità e incredulità su come un essere umano possa essere così menzognero e attoriale, si possono eventualmente fare solamente su persone SANE, non su persone DISTURBATE, nel quale disturbo una componente principale è proprio la bugia patologica. Il vittimismo del narcisista fa parte di questa recita di parole, gesti, e realtà distorte di cui è costituita tutta la sua intera esistenza, compresa l’aria che respira e che vuole fare respirare agli altri.

Perchè il narcisista usa il vittimismo con le scimmie volanti?

  • Vuole uscire pulito dalla situazione vigente che lui sta manipolando di modo da far ricadere le colpe su altre persone, che, di solito sono invece sue vittime, e nella maggior parte dei casi sono vittime che lo hanno scoperto e hanno cercato di palesare la vera natura del narcisista ai più. Il narcisista ha un deficit di capacità intellettiva ed affettiva di attuare introspezione verso se stesso, quindi non ha altre armi diverse che non siano legate alla proiezione delle colpe nei confronti degli altri: il colpito deve essere lui, non devono essere le vittime e, soprattutto, non devono essere le vittime ad esser viste come colpite da lui. Se la vittima è la sua partner, il narcisista ribalterà la situazione e sarà egli stesso la vittima. Se la affranta è la sua partner, per aver subito la qualunque, il narcisista ribalterà la situazione e si mostrerà come lui l’afflitto e il poverino. E’ questo l’unico strumento che il narcisista ha per giustificare, quanto più decentemente, la situazione in cui è incappato e che deve risollevare, impietosendo gli altri attraverso menzogne su menzogne, ovviamente. Se preferisci le parole più semplici: il narcisista rimane sempre un paraculo. Se non rigirasse le situazioni, non riuscirebbe a sopravvivere, perchè se non rigirasse le situazioni, dovrebbe AFFRONTARE le situazioni VERE della vita VERA, in cui lui vive essendo costantemente un carnefice, in cui lui ciclicamente è scoperto dalle persone che lo hanno sgamato e che hanno imparato a conoscerlo bene. Sarebbe una vita impossibile. Sarebbe uno scoprire il nero pece dentro al buco dove non risiede la sua anima. Sarebbe il palesarsi del vuoto di essenza che il narcisista rifugge da una vita, e per ogni secondo della sua intera vita. E’ impossibile per lui. E, per sopravvivere, mente, distorce la realtà e distorce la sua posizione agli occhi degli altri e agli occhi anche di se stesso. Vittimismo vuol dire tornare a quando il narcisista era bambino – a come in realtà è rimasto anche da adulto – , cioè a quando veniva sgridato dalla maestra per aver fatto una scaramuccia al compagnuccio, e lui piangeva e diceva che non era stata colpa sua, e che se aveva fatto così era perchè era stato trattato male, e nessuno gli voleva bene, e nessuno lo capiva. E’ un frignare, è un trovare la scorciatoia più semplice, è lo sgattaiolare sotto alla sottana della mamma, che spesso può essere temporalmente e sbiaditamente sostituita dalla scimmia volante di turno più utile sul momento, ed essere difesi, con il credere ciecamente da parte di queste persone, che lui sia colui che subisce, e che non ha colpe. E’ ignavia. E, ripeto, paraculaggine. PARACULAGGINE SENZA PELI SULLO STOMACO E SENZA RITEGNO.
  • Vuole impietosirle. Il narcisista vuole impietosire le scimmie volanti, di modo da trarre da loro più approvvigionamento narcisistico positivo possibile. Per “positivo” intendo consolazione, spalleggiamento, cura, preoccupazione. I casi in cui il narcisista ha bisogno di “fare la vittima” sono generalmente casi in cui il narcisista si sente in pericolo, ad esempio, come sto ripetendo più volte, quando sente che le sue maschere sono minacciate, o quando deve diffamare la sua fresca ex partner, o quando deve difendersi da accuse che lo vedono colpevole palesemente. Insomma, il narcisista quando fa la vittima è perchè deve usare questo escamotage per difendersi. E’ per questo che ha bisogno che le scimmie volanti siano impietosite, perchè così saranno un saldo appoggio per lui – bada bene, qui non si parla minimamente di amicizia, o di supporto da parte di amici – ed un parafulmine accettabile per lui. Il narcisista è bravo ad impietosire, a farsi vedere affranto, o deluso, o perplesso da quanto gli altri lo stiano ingiustamente trattando, o da quanto non siano comprensivi gli altri che ce l’hanno con lui, o quanto sia “pazza” la ex che ha detto qualcosa fuori posto riguardo a lui (qualcosa di fuori posto = qualcosa di vero su di lui), e una personalità apparentemente così scintillante e teatralmente sconvolgente, quando viene vista così dimessa, può far arrivare ad intenerire fortemente qualsiasi scimmia volante che lo stia ascoltando, e che ciecamente gli stia credendo. Il narcisista ricaverà da questo vittimismo immense quantità di vicinanza, di comprensione, di fiducia nelle sue parole, e di sodalizio contro chi invece è dipinto dal narcisista come “cattivo”.
  • Vuole illudere la scimmia volante di turno che lei è importante per lui, di modo che lei senta gonfiarsi il suo ego, a seguito dell’esser stata scelta ancora una volta da sua maestà narcisista, e di modo che sia sempre più fedele con lui. In realtà la scimmia volante non sa che il ruolo che lei ha all’interno della vita narcisista è alla pari del pacchetto di fazzoletti che il narcisista ha sul comodino, che ogni tanto usa per soffiarsi il naso, e che tiene caro e a lungo perchè sa che sempre potrebbe essere utile per quando arriva quel particolare tipo di raffreddore per il quale serve un fazzoletto come lei. Niente di più di legato alle qualità personali della scimmia volante, o all’affetto che il narcisista (non) prova per la scimmia volante, o altre stupidate simili. Nessuna scimmia volante capirebbe questo concetto, alla base del disturbo narcisistico, perchè annebbiata dalla sorprendente verità delle recite del narcisista, che sembra così “normale”, così “affezionato a lei”, così “sensibile e buono”, ma ricorda: questo non deve esser problema tuo, anzi, ritieniti fortunata ad avere una conoscenza in più, anzi una conoscenza REALE delle persone con cui hai a che fare, ed in generale del mondo. Perchè conoscere e riconoscere il disturbo narcisistico permette di conoscere DAVVERO il mondo circostante. Comunque, ciò che accade è che la scimmia volante – ad esempio l’amica, la migliore amica -, si sente lusingata da cotanta fiducia che il narcisista ripone su di lei per aprirsi, per MOSTRARSI COSì VULNERABILE, affranto, debole, deluso dalla “strega cattiva” di turno, e lei, scimmia volante, vedrà guizzare il suo ego fino alle stelle. Si sentirà l’amica speciale per il narcisista, il miglior confidente, che non potrebbe mai tradire ciò che il narcisista pensa e che quindi acconsentirà ad ogni pensiero che ha il narcisista, MAI CONTRADDICENDOLO. La scimmia volante potrà apparentemente fare la parte della superiore, della fata madrina che con fare saggio si pone imparziale e alla ricerca di consigli giusti per il suo caro narcisista, ma NEI FATTI sarà in perfetta combutta con ogni pensiero distruttivo che il narcisista ha verso colei/colui che in maniera presunta è stato il suo “abusante”, rendendolo una povera vittima. Un esempio fra tutti per essere più chiara? “Caro amico mio, lo sai, io non voglio attaccare nessuno, mi baso su ciò che mi dici tu, e non voglio gettare benzina sul fuoco, voglio solo aiutarti, ma, a dirti la verità, analizzando ciò che è successo, e come tu stai ora, così affranto, ti devo dire che non puoi non avere ragione, lei è proprio ignobile, ti sta trattando malissimo, ed io non voglio vederti così. Non posso credere che ti abbia detto questo, devi chiudere. Non parlerò mai male di lei, ma permettimi di dirti che non mi abbasserò neanche a parlarne, è ripugnante, devi trovare di meglio. Tu devi stare bene, e così non stai bene. Io mi preoccupo per te. Pensa a te, caro amico mio”. Ecco un classico esempio di discorso di una scimmia volante – ricorda che il 95% delle scimmie volanti è narcisista (e il 5% restante è stupida). Recite mascherate da perbenismo e vittimismo, da parte di entrambe le parti e, come risultato: combutta a palate.
  • Vuole demolire, agli occhi delle scimmie volanti, la reputazione di colei/colui che in maniera presunta l’ha reso una “vittima”. Cioè, banalmente, il narcisista diffama. Il narcisista vuole porsi come vittima di qualcuno che indubbiamente sarà una brava persona incappata in lui, ma che lui, al contrario, dipinge come un mostro, o come una persona non meritante di lui, o come una persona che ha una qualche forma di magagna, di mancanza, di “non essere sufficientemente all’altezza” per stare con lui, e via dicendo tutte quelle caratteristiche degne (nella testa del narcisista e a breve della scimmia volante che ascolta) di essere diffamabili. Come si può notare, questo elemento considera non solo il punto di vista di come il narcisista è visto, ma considera anche il punto di vista di come la scimmia volante comincia a cambiare l’opinione sulla persona che avrebbe – a detta del narcisista – fatto chissà cosa di menzognero, sleale, orrido e via dicendo nei confronti del “povero narcisista vittimista”. Porsi, il narcisista, come vittima, permette a qualcun altro di essere visto come colui che è abusante, che invece nella realtà è proprio la vittima. Cioè, la vittima del narcisista verrà vista dalla scimmia volante come, invece, l’abusante che sta così tanto facendo del male al narcisista. Del resto, se c’è una vittima c’è anche un carnefice, ed è in questo senso che il vittimismo ha questo duplice scopo: “io sto male perchè sono vittima e tu, scimmia volante, devi vedere in maniera negativa chi ti dico che sia il mio abusante”. Il processo è questo. Sono sempre poche le azioni da parte del narcisista, ma sono capaci di apportargli sempre plurimi vantaggi.
  • Gode dell’esser stato capace ancora una volta di “fottere la gente” e di liberarsi delle beghe, delle rogne, e proseguire a gonfie vele la sua vita di rovina degli altri e “fottimento” degli altri. Il vittimismo è una sorta di ricarica per il narcisista, con la quale si scrolla di dosso le responsabilità, resetta le situazioni da proiettare e da distorcere agli occhi suoi e degli altri, e con la quale può permettersi di essere la solita accozzaglia di maschere in piena libertà e noncuranza. E’ come se le zavorre che si mettono sulle spalle del narcisista quando combina casini, semina dolore e viene scoperto, abbiano, attraverso il vittimismo, la grande possibilità di essere spazzate via in un batter d’occhio MA, solo ad una condizione: CHE LE SCIMMIE VOLANTI CREDANO A TUTTE QUESTE SCENEGGIATE. E ahimè troppo spesso, per non dire SEMPRE, le scimmie volanti credono e DECIDONO DI CONTINUARE A CREDERE a tutte le frottole che il narcisista, con raccapriccianti doti attoriali, racconta. Ecco, il vittimismo, in questo senso, serve a godere della superiorità del narcisista di, ancora una volta, scappare dalla sua introspezione, porsi sopra alle ingenuità degli altri, agganciare quelle scimmie volanti insidiose come lui, e ritornare sui binari della sua illusoria ferrovia dove lui può guidare il treno e dove non rischia di deragliare, come poco poco stava accadendo poco prima della necessità di inscenare il suo essere vittima. E’ tutta una recita.

Sì, è tutta una recita. Il narcisista non vive. Non vive mai. E’ questa la tristezza ed è questa la lucidità del suo portare avanti solamente performance teatrali, alle quali anche lui stesso crede, e alle quali crede chi vuole crederci per poco spessore intuitivo, e per molta fame di ammirazione e considerazione da parte del narcisista. Ormai lo avrai a fondo capito che il narcisista vive una realtà sua, non vera, non coincidente con la realtà di sostanza, affettività, di verità, ma non devi neanche mai dimenticare che NESSUN RAPPORTO TRA NARCISISTA E SCIMMIE VOLANTI E’ AUTENTICO, perchè E’ SOLO FRUTTO DI OPPORTUNISMO. Sempre, indistintamente. Qualsiasi narcisista dell’universo non saprebbe mantenere un rapporto sano neppure di amicizia, perchè non sa provare affetti sinceri, e ciò non si limita solamente alle relazioni sentimentali tra partners. Anzi, i rapporti con le scimmie volanti i narcisisti li mantengono anche per molto e molto e molto tempo, come cuscinetti su cui cadere nel caso in cui stanno vacillando e sanno che potrebbero farsi molto male, come i casi che ho citato prima, tra cui un rischio di “abbandono” da parte della partner vittima sfranta dagli abusi, o delle imminenti cadute delle sue maschere. Il narcisista da solo è un essere spacciato, ed ha BISOGNO SPASMODICO di qualcuno che creda alle sue illusorie visioni della realtà. Non provare rabbia per l’ingiustizia che il narcisista riesca a creare intorno a sè e a quante persone credano a lui e decidano lo stesso di rimanere al suo seguito, anche quando qualcosa sulla sua vera natura lo scoprono. Non farti accendere dalla rabbia dei sodalizi FINTI che narcisista e scimmie volanti intessono tra loro, in nome di un vittimismo ben riuscito, in nome di quanto le scimmie volanti credano a queste sceneggiate, perchè si può essere manipolati quanto si vuole, MA pur sempre fino ad un certo punto, quando puoi subentra l’intelligenza, quando poi subentra il porsi domande su se quelle parole così convincenti in realtà possano essere non del tutto vere e se ci sia qualche magagna celata dietro a fatiscenti parole manipolanti del narcisista. Il rapporto con le scimmie volanti è una danza macabra in cui il narcisista sfoga le sue frustrazioni e costruisce gli occhiali rosa con cui lui stesso guarda la realtà che vuole lui, e che lui li fa indossare alle scimmie volanti per far vedere loro LE VERSIONI SUE della realtà, per non morire, lui, della vera verità. Ma è tutta pur sempre finzione, infiocchettata di teatralità e recite create ad hoc. Vuoi vivere anche tu di finzioni? Se ti incendi di rabbia per queste dinamiche stai inconsciamente CREDENDO ANCHE TU a queste narrazioni finte, volte a distorcere la realtà e volte a proiettare le colpe su chi invece, come forse te, è stata la vera vittima. TU SAI. Tu sai dov’è la verità. E sappi anche che prima o poi, anche fosse dopo decenni, la verità emerge SEMPRE.

Articolo soggetto a copyright – E’ severamente vietata la copia e la riproduzione, anche parziale, dei contenuti di questo blog. Nel caso in cui parti di articoli – anche limitate – vengano estratte ed utilizzate (periodicamente e/o occasionalmente) in altri testi, e/o altre piattaforme, e/o sessioni formative, e/o discorsi resi pubblici con qualsivoglia messo (ad esempio video e/o audio), E’ OBBLIGATORIO CITARE LA FONTE https://levocidieco.com/ a tutela del diritto d’autore in base alla normativa vigente.