ARTICOLO – COME TUTTI GLI ARTICOLI DI QUESTO BLOG – RIVOLTO A VITTIME DONNE E VITTIME UOMINI, MA PER COMODITA’ GRAMMATICALE ED INCIDENZA, USERO’ IL MASCHILE PER IL NARCISISTA ED IL FEMMINILE PER LA VITTIMA.

Il narcisista non lascia. MAI. Il narcisista ABBANDONA. E non a caso abbandona. Il narcisista abbandona senza una spiegazione, senza un dialogo, senza un diritto di parola da parte della vittima. La vittima non può pretendere, non ha la possibilità di discuterne, di controbattere, e, men che meno, di essere accompagnata ad una fine di relazione dignitosa, come gran parte delle relazioni sane fanno. In una relazione sana i due individui, anche quando solo uno capisce di non essere più innamorato, per esempio, si accompagnano alla separazione, si danno del tempo in cui diradare i contatti, discutono, analizzano, invece nella fine della relazione con un narcisista nulla di tutto questo. Il narcisista SCOMPARE, non rispondendo più ai messaggi, non rispondendo più alle telefonate, spesso cambiando anche città, e tu stai lì spezzata dal dolore, spezzata dall’incredulità e spezzata dal renderti conto che ciò che provavi tu non era un sentimento dallo spessore paragonabile a quello (pressochè nullo) che il narcisista provava per te.

Il narcisista TI LASCIA SOSPESA. Cioè, il suo abbandonarti all’improvviso tu lo prendi come una fine brusca e priva di rispetto, quando in realtà è da leggere in un altro modo: “ORA NON MI SERVI PIU’, QUINDI VADO ALTROVE DOVE SONO ALIMENTATO DA UN (PER ORA) PIU’ SUCCULENTO APPROVVIGIONAMENTO NARCISISTICO, E POI QUANDO MI SERVIRAI TORNERO’ “. Quindi il narcisista, andandosene così, trae vari benefici: il primo è banale, cioè va dove vuole senza curarsi delle responsabilità di gestire cosa lascia; il secondo è che, andandosene così in tronco, sa di generarti un dolore straziante ed appunto una SOSPENSIONE in cui tu TI LEGHI ANCORA DI PIU’ A LUI a seguito della crisi di astinenza (proprio chimica) di lui, che ti si innesca inesorabile e logorante, quindi tu ti struggi nella necessità di CHIARIRE, di CHIUDERE UN CERCHIO (che il narcisista nella vita non vorrà chiudere MAI), ed anche nel tentativo di tornare all’idillio iniziale, dunque il narcisista E’ SICURO DI NON STAR RISCHIANDO DI PERDERTI E CHE ANZI TU SEI IN SUA SEMPRE PIU’ TREPIDANTE ATTESA; e terzo, perchè no, è legato alla triangolazione che puo’ creare tra te e altre nuove vittime, usando te, che ad esempio stai impazzendo per lui, per legare la nuova vittima, proclamandosi egli stesso una vittima della tua follia ed ossessione, ed anche usando la nuova vittima per creare condizionamento ancora di più in te, con foto sui social o voci indirette. Qualsiasi azione deplorevole il narcisista attui, si premura sempre di cascare meglio che può, e alimentato da più fonti possibili.

Dunque il senso di SOSPENSIONE che tu percepisci è legato a questo. Il narcisista NON RIESCE A CHIUDERE NULLA, perchè ha paura di rinunciare definitivamente ad uno dei suoi dispositivi da cui, comunque, che sia per brevi o per lunghi tempi, sa che ha tratto un buon rifornimento di energie, devozione, amore, cure. Ed immagina che, così come il narcisista ha messo in sospensione te, ha messo in sospensione tante altre ex, che hanno vissuto e stanno vivendo le stesse tue sensazioni, vittime degli stessi schemi prestabiliti che il narcisista sistematicamente attua.
Per un narcisista la fine non esiste mai, e ciò non deve rilassarti dal farti prendere atto che allora non devi farti forza a dimenticarlo perchè a cicli torna. NO. Il fatto che il narcisista non voglia mai porre una fine deve farti capire quanta PAURA ci sia in una persona come lui di perdere qualcuno a cui creare dipendenza a cui aggrapparsi nonostante rivendichi libertà e indipendenza (indipendenza… come no!), e quanta MANCANZA DI CAPACITA’ DI PRENDERSI RESPONSABILITA’ abbia.

Tu se vieni lasciata o se decidi faticosamente di lasciare, ci stai male, sbraiti, ti disperi, giorni, mesi e fai sedute di film strappalacrime con la tua migliore amica, e poi magari ti iscrivi in palestra per distrarti. MA POI LA SUPERI. Il narcisista non potrebbe mai pensare di rischiare di dover affrontare delle separazioni, NON NE SAREBBE IN GRADO, e la sua frase “ti ho amato troppo, non ce la facevo a lasciarti. Lo volevo, sì, ma guardare in faccia la realtà di perderti per sempre mi distruggeva. E’ difficile per me dire in faccia la parola ‘basta’” non è da leggere con la chiave della paura di perdere una persona che si ha amato, perchè una persona che si ha amato tanto e magari per ovvie ragioni non si ama più, a maggior ragione si accompagna in un dolore, si coccola nella presa di coscienza che le cose sono cambiate, e poi magari si può anche, un giorno, non perdere come persona. Invece, nel caso dell’essere pronunciata dal narcisista la chiave con cui leggere questa frase è il terrore del narcisista di PRENDERE LA RESPONSABILITA’ DELLE CONSEGUENZE DETTATE DAL SUO DISTURBO. E’ il suo disturbo che lo porta a cercare altre fonti, quando la tua azione su di lui non è mai abbastanza, ed è il suo disturbo a non permettergli affettivamente di amare, poi chiaramente è lui che decide – lungi da me, SBARAZZARE IL NARCISISTA DI COLPE, ma qui dovremmo aprire un discorso neuroscientifico apocalittico e non è la sede – . Comunque, la chiave con cui leggere questa frase e questo lasciare in sospeso è dettato dal fatto che il narcisista SA che tu sei preziosa, e sa che è un peccato mortale perderti, ed è per questo che ti lascia sospesa, RIMANENDO CON L’ILLUSIONE CHE VOI NON VI SIATE MAI LASCIATI, ma che la relazione si sia semplicemente evoluta in “relazione aperta, diciamo così, e che tu sia SOLAMENTE IN STANDBY, IN ATTESA DEL SUO RITORNO. Anche qui va da sè notare quanto sia spropositato l’ego grandioso del narcisista, che pensa di essere sempre, a prescindere, un oggetto meritevole di essere idolatrato all’infinito e per il quale la vittima debba sempre pendere, privandosi di qualsiasi altro aspetto di vita, tipo il tempo che passa e gli uomini che potrebbe incontrare, tipo il tempo che passa che potrebbe sbiadire il ricordo del narcisista e qualsiasi altro evento esterno. Ecco, per il narcisista non esiste altro all’infuori di se stesso ed ha la convinzione del fatto che anche per te è così e sarà sempre così, anche se lui scompare per mesi, anche se lui scompare per anni, anche se tu trovi un altro uomo, anche se tu trovi un altro lavoro che ti piace di più. Il narcisista ha sempre avuto LA CERTEZZA CHE LUI FOSSE SEMPRE DESIDERATO (bada bene, non amato), ed è per questo che nel suo lasciarti sospesa, lui continua ad essere convinto di questo. LUI SA CHE HA ED AVRA’ SEMPRE ASCENDENTE SU DI TE, quindi è sereno del fatto che, in qualsiasi modo agisca, tu ci sarai.

Inoltre, un’altra ragione per la quale il narcisista non ti “lascia”, ma scompare abbandonandoti è che, quando tornerà – perchè quasi sicuramente, sempre, tornerà -, non dovrà giustificarsi, o scusarsi, per il fatto che ha sbagliato a lasciarti, e non dovrà, soprattutto, affrontare il senso di colpa (che il narcisista non sa gestire e quindi lo rivolta scaricando colpe o manipolando) di averti lasciato e scoprire, tempo dopo, che, a seguito del “suo ipotetico lasciarti” (che lui appunto sempre evita) tu hai creato altre cose belle nella tua vita in cui sei andata avanti, tipo trovare un uomo che ti ami, oppure coltivare passioni per te stessa. Invece, tenendoti sospesa così, che sia per settimane ma anche per mesi e addirittura anni, lui potrà scaricare le colpe su di te ricoprendo, LUI, il ruolo della vittima nel notare come tu possa aver TRADITO il rapporto meraviglioso che c’era tra voi – nonostante foste lontani, e di fatto lasciati – trovando qualcun altro. E la vittima in questi casi, in colpa ci si sente eccome, e spesso, legato alla paura oltremisura di “tradire” la relazione invisibile col narcisista, la donna potrebbe stare anche anni single, perchè dentro ha una sensazione di presenza non vissuta ma reale. Sembra surreale un ragionamento simile, ma, ahimè, é frequente. Tu sei un possesso per il narcisista, e lui si aspetta che tu sempre sia lì, disponibile per l’uso, in base al ruolo che lui ha assegnato a te, e non lasciandoti ufficialmente, permette di FAR MANTENERE PER SEMPRE QUESTA CONDIZIONE.

Voglio però soffermarmi un attimo meglio sulla vittima. Così facendo, la vittima come reagisce? Rimane legata al narcisista. Per vari periodi, ad ondate, ha la percezione di essersene staccata, ma in realtà il narcisista è solo una presenza latente che, basta un niente, che sia un cucù (messaggino, o squillo) dal nulla, o un incontro “casuale”, o una qualsiasi forma di ritorno, e la presenza latente del narcisista esplode dirompente, come se la relazione non si fosse mai interrotta, e con la sensazione di identico sentimento (da parte tua) e vostra intimità, e vostra disinvoltura del love bombing iniziale. Tutto ciò crea una paralisi inquietante nella crescita della vittima e nel proseguire della vita della vittima: nonostante il narcisista apparentemente sia lontano e soprattutto si faccia gli affari suoi con altre, la vittima CONTINUA A RIMANERE SOSPESA ED IMMOBILE ANCHE PER LE QUESTIONI SUE PERSONALI DI VITA. E vive una più o meno conscia situazione di ATTESA. Il rischio di non vivere la propria vita è altissimo, perchè la vittima rimane con un sistema di credenze non suo, ma con quello del narcisista che lei aveva assorbito: quindi, modificherà le sue azioni, le sue parole, per compiacere le aspettative del narcisista, perchè COSI’ ORMAI E’ ABITUATA A FARE, e ad ogni passo sbagliato che lo farebbe potenzialmente allontanare (anche se lui di fatto è lontano), lei non ne sopravvivrebbe quindi continuerà a vivere una vita non sua, ma modificata dalle esigenze, anche minimissime, dell’abusante. Nonostante si siano lasciati, non pensa a rifarsi una vita. Potrà dirlo a parole, ma non sarà mai del tutto sincera con se stessa nel volerlo, perchè dentro, sente ancora quel “NON CONCLUSO” che la fa sentire ancora in qualche maniera impegnata, quindi opporrà resistenze a ricominciare ad essere piacente per se stessa e non per lui, o ad essere aperta ad un altro amore, e vive ancora all’ombra delle sottili decisioni del narcisista, che intanto vive sereno la sua vita, costruendo maschere ancora più inscalfibili, che lo proteggono dal vuoto che lei, la vittima, avevo visto, nitido e così doloroso per il narcisista, al punto da portarlo a scartarla come una buccia di banana ormai mangiata. A QUESTO SERVE LA SOSPENSIONE. La sospensione serve a mettere in pausa la relazione che, dal love bombing, per lui ha visto un inizio, e per lui non vedrà mai una fine, poichè sinonimo di proprietà della tua persona.

Renditi conto della vulnerabilità di questa persona. Renditi conto che tu invece sai essere forte, se solo lo vuoi. E’ troppo importante la libertà e soprattutto il poter vivere LA TUA VITA, epurata dai condizionamenti impercettibili che ti vengono installati nella testa e nella sfera affettiva. Fai un bilancio delle situazioni della tua vita che hai dirottato perchè influenzate dal pensiero che tu hai del narcisista, e dai giudizi che lui ti ha inculcato nel cervello, e dalle prospettive di vita che tu hai respirato delle sue, e che stanno rallentando le azioni basate invece sulle TUE credenze, sulle tue priorità, che, se sono opposte a quelle del narcisista, solitamente sono sempre di buon senso e valori veri.

Se ti trovi ora in questo periodo di abbandono, che ora sai essere una sospensione, o se ci sei stata in passato e ricordi la sensazione di perdita di te stessa, di perdita di obiettivi di vita, sposta il problema fuori di te. NON E’ TUO IL PROBLEMA! Sei solo tu che stai reagendo ad un disturbo di qualcun altro e ad uno schema inevitabile che un individuo con un disturbo è obbligato a compiere, schematicamente, per non affrontarsi e non morirne. E’ importante che tu non ti senta avvilita nell’essere stata scartata, è importante che tu non ti senta “sbagliata” o “non meritevole” di rispetto, è importante che tu non ti senta “sporca”, perchè nulla di tutto cio’ APPARTIENE A TE. Ciò che è importante tu provassi a fare è guardare con obiettività ai fatti, con pietà la pochezza d’animo e la schiavitù in se stesso del narcisista, e con PROPOSITIVITA’ la possibilità che hai di analizzare cosa ti ha portato a cadere in questa trappola e soprattutto la possibilità che hai di sganciartene verso la liberazione.

P.S. Se senti di star vivendo un momento di “sospensione” che spesso crea una persona narcisista, ed hai voglia di raccontarti, puoi usufruire del Forum. E’ aperta una discussione a riguardo, di cui ti lascio il link qui di seguito La sospensione che le persone narcisiste lasciano nelle vittime dopo lo scarto – Le voci di Eco . Non c’è bisogno di iscriversi come utenti, non c’è bisogno di scrivere il proprio cognome, o null’altro di così impegnativo. E’ uno spazio per tutti, è un’opportunità per condividere la propria esperienza, i propri pesi del cuore, e leggere racconti di chi sta subendo qualcosa di simile a ciò che si sta vivendo!

Articolo soggetto a copyright – E’ severamente vietata la copia e la riproduzione, anche parziale, dei contenuti di questo blog. Nel caso in cui parti di articoli – anche limitate – vengano estratte ed utilizzate (periodicamente e/o occasionalmente) in altri testi, e/o altre piattaforme, e/o sessioni formative, e/o discorsi resi pubblici con qualsivoglia mezzo (ad esempio video e/o audio), E’ OBBLIGATORIO CITARE LA FONTE https://levocidieco.com/ a tutela del diritto d’autore in base alla normativa vigente.