Il narcisista è un BUGIARDO PATOLOGICO, non un bugiardo qualunque. A tutti capita, più o meno frequentemente, di dire piccole bugie, o bugie “bianche” a fin di bene, ma per il narcisista nulla di tutto questo: il narcisista VIVE MENTENDO. Ciò che lui dice, le cose false che dice, sono lo specchio della vita non autentica che conduce e del suo modo di essere una maschera e non un “vero” e “pieno” essere umano interiormente. Mi spiego meglio: immaginiamo una sostanza vuota, che quindi non esiste, ma che è solo un qualcosa di “aria” senza nulla dentro, ed immaginiamo una sfavillante scatola dorata, colorata, profumata, posta esattamente intorno a questo vuoto, e che totalmente lo nasconde. Le parole del narcisista sono tutte le paillettes che ricoprono la superficie della scatola, e che la rendono così ancora più perfetta della sua già solo visiva perfezione. Ecco che comprendiamo che le parole di un narcisista sono il FRUTTO del suo essere privo di essere, e quindi sono frutto della menzogna esistenziale che lui, anche solo respirando, è. Ogni parola che pronuncia il narcisista nasce dalla sua realtà psichica artefatta e quindi da ciò che lui considera essere in quel modo, anche se, nella vera realtà, è in tutt’altro modo. E’ il famoso “castello di bugie”, quella sensazione, specialmente post scarto della vittima, che la vittima percepisce di aver vissuto. Il narcisista è capace di CREARE, attraverso le PAROLE (e mai i fatti), e di RICREARE la realtà che è nella SUA testa e portare tante e tante persone a credere a quella realtà, a VEDERE solo quella realtà, che nella concretezza non esiste. Detto in parole ancora più basiche: ogni parola del narcisista è manipolazione, dalla bugia più soft, a quella meno soft.

I motivi per i quali il narcisista mente così sistematicamente e ininterrottamente sono vari, e li cito per punti qui sotto.

  • Ha un’ incapacità di introspezione tale che usa le parole per portare l’acqua al suo mulino ed evitare gli esami di coscienza su se stesso, che non è cognitivamente in grado di attuare. La bugia è un meccanismo di difesa per rifuggire allo sprofondare nell’indagare circa la sua interiorità, poichè l’interiorità di un narcisista è minacciosamente vuota e frammentata. E’ un po’ quello che accade quando infligge il senso di colpa a chi ha di fronte, quando invece è lui stesso (il narcisista) ad avere responsabilità, ma, incapace di prenderne atto, accusa.
  • Porta gli altri a far vedere loro ciò che vuole lui (come ho già, sopra, spiegato). Porta chi l’ascolta in quel sentiero dove lui (il narcisista) si trova a suo agio nel poter indossare le sue varie maschere, e quindi può rimanere sereno. In base alla fase manipolante, plasmerà le bugie per creare quel tipo di reazione che vuole esercitare nella vittima: ad esempio, nella fase di love bombing dirà bugie circa la sua magnificenza, circa le passioni in comune che hanno lui e la sua vittima da adescare, di modo che dia a lei l’immagine perfetta di lui e lui possa rivederla di riflesso nell’amore che la donna per lui prova. Oppure nella fase di svalutazione, in cui si sprecano le tecniche di violenza psicologica distruggenti, dirà bugie al negativo inventando finanche donne che lo desiderano anche quando non ci sono, per creare una reazione di paura e dipendenza affettiva, o situazioni in cui la donna si sente minacciata ma che in realtà non esistono davvero. Oppure nella fase dello scarto userà le bugie come campagna diffamatoria, ma su questo aspetto dedicherò più in fondo un punto a parte. Ed infine della fase dei ritorni, dei cucù, e del controllo, inventerà una quantità di bugie innumerevoli per quanto frequenti e imbarazzanti: potrà professare il suo essere, dopo settimane, mesi e anni, ancora innamorato della vittima, e soprattutto single (come no!) e tanti altri dettagli totalmente falsi sulla sua realtà attuale.
  • Mantiene in equilibrio più vite parallele. In un narcisista generalmente, che tu lo sappia o no, sono tante e di qualsiasi entità, o solo telefonica, o solo via mail, o saltuaria, o proprio alla pari della relazione ufficiale. L’entità delle bugie pronunciate dal narcisista è manifesta nel suo stadio più becero quando deve mantenere più vite sentimentali e non lasciar trapelare nulla di una e nulla dell’altra, o altre, perchè non è detto che le vite parallele siano solo due, anzi, spesso sono tre, quattro, e, calcolando le relazioni a distanza e con le ex, si può arrivare anche a più di dieci! Il narcisista è finanche capace di negare la presenza di figli. E’ finanche capace di negare la convivenza quotidiana con una donna fidanzata ufficiale, con persone che, per esempio, non vivono nella stessa città del narcisista e della sua donna, o con ex lontane. Detto così può sembrare una situazione nauseabonda ma spesso sentita, o addirittura si viene portati quasi a farci una risata sopra, come quei cinepanettoni italiani in cui due donne si ritrovano nello stesso letto dell’omuncolo senza palle che non riesce a sceglierne una. Ecco, nel mentre lo si vive non c’è proprio niente da ridere. Queste menzogne hanno l’effetto di UCCIDERE L’ESSENZA DI UNA PERSONA. In un colpo solo, o meglio, con menzogne lucide nella loro falsità, il narcisista arriva ad avere il potere di CANCELLARE DAL MONDO UNA PERSONA. Quella donna, per esempio, che vive e dorme quotidianamente con lui, e che si fida di quelle domeniche in cui lui va a calcetto con gli amici o fa trasferte di lavoro, diventa un suppellettile della sua vita, che, in molti momenti della vita del narcisista, NON ESISTE. Quando il narcisista conversa e s diletta con i componenti delle altre “parti” della sua vita, con i quali ha deciso di non menzionarti, tu realmente per lui NON ESISTI. E qui si palesa enormemente il disturbo egosintonico del narcisista. Se qualcuno delle altre “parti” della sua vita gli chiede dove vive, lui risponderà che vive nella città X, ma non menzionerà che vive da tot anni con te, che convive con te, che spesso è a cena dai tuoi, che da un anno state provando ad avere bambini, NO. Il narcisista parlerà di SE’, del suo vivere in quella città, del lavorare in quel settore, e tu, che lo ami, che di lui ti fidi, che stai tanto tempo con lui, che hai perso il conto di tutte le esperienze che voi due insieme avete fatto e fate, NON ESISTI. Il potere delle bugie del narcisista è anche questo. Muori, ti smaterializzi, e quando, e se, un giorno la vittima si accorgerà di queste bugie, si renderà conto di quanto effettivo poco conto ha sempre avuto lei per il narcisista: per lui, lei era un oggetto alla pari di un portachiavi, di una sedia, che quando non serve, non merita neanche l’esser menzionato.
  • NON PROVA EMOZIONI QUANDO MENTE. Sono stati fatti esperimenti neuroscientifici a riguardo, ma, se la memoria non mi inganna, solamente su soggetti affetti da psicopatia. Il narcisista non ha freni inibitori quando attua contro coscienza, perchè semplicemente il narcisista non ha un forte senso di coscienza, per non dire che non ha proprio coscienza, e i suoi sensi di colpa sono solo in funzione della paura di un’ eventuale perdita di fonti di approvvigionamento e del farle tornare. Le persone più o meno “sane” affettivamente e psichicamente, sentono delle reazioni fisiche nel proprio corpo quando mentono, quando fanno qualcosa di sbagliato, quindi sentono battere forte il cuore, arrossiscono, parlano con voce rotta, i narcisisti NO. Sono talmente tanto ABITUATI a parlare in maniera menzognera che, quando mentono, cioè SEMPRE, non percepiscono che qualcosa “non va bene”,.
  • Crede alle stesse bugie che dice. A tal proposito, ho scritto un articolo a parte di cui ti lascio il link qui: Il narcisista crede alle sue stesse bugie: non sprecare tempo per aprirgli gli occhi – Le voci di Eco
  • Gode nel (e si prende il diritto di) “prendere per sceme” le persone, perchè lui è superiore ed esente dalle regole del rispetto tra simili. Qui si evince la percezione così disfunzionale che il narcisista ha di se stesso, ovvero di essere superiore e avente diritto di agire senza una morale ed un buon senso verso chi è – soprattutto se la sua partner empatica e limpida – sempre sincero. E’ come se lui, nella sua testa, stabilisse così, e in tanti altri modi, due posizioni diverse tra lui e gli altri, ovvero: “io sto qui su, e voi, patetiche persone per bene, state qui sotto”. Bugie con questo significato dietro sono molto frequenti nei momenti in cui, all’interno di una relazione di coppia, il narcisista è particolarmente invidioso della sua donna, si sente “spento” dietro alla luce che emana lei e vuole ristabilire delle gerarchie. Ecco, uno dei modi per farlo è deriderla nella sua buona fede di credere a lui sempre, e vedere come palle così palesi vengano bevute senza neanche un tentennamento. E’ il sentore che sta facendo un bel lavoro.
  • Banalmente, usa le bugie per irretire la vittima, specialmente nelle relazioni di coppia. E’ come se, attraverso le bugie, il narcisista facesse indossare un paio di occhiali colorati alla vittima, la quale vede un mondo fatato e non congruente con la realtà, che permetterà a lei di essere risucchiata nella manipolazione dall’inizio del love bombing fino anche al post scarto, quando tutti le diranno “svegliati, smetti di credergli”, ma lei sarà l’unica abitante di quel castello di bugie così ben costruito. La vittima ormai è abituata a vivere nella realtà che lui le ha insegnato a guardare, attraverso le sue bugie, quindi anche di fronte ad ipotetiche evidenze, lei avrà sempre nella testa quell’aver assorbito percezioni, credenze, convinzioni, che, ogni giorno, con pazienza, a piccole dosi, il narcisista le ha somministrato. Non è una di bugia. Non è uno di episodio. In un abuso narcisistico è la REALTA’ una bugia. E tutto ciò, a livello cognitivo, per un essere umano, è disastroso.
  • DIFFAMA con una campagna diffamatoria neanche lontanamente immaginabile da una persona mediamente “sana” psichicamente. Non sono semplici aneddoti inventati, o semplici “parlar male” dopo che, per esempio, abbia lasciato la partner, o qualsiasi caso di vendetta post scarto che sia a lavoro, o tra amici, in cui c’è un narcisista ed un empatico che, ad esempio, si ribella (ho fatto un esempio così, a caso). No, non sono semplici episodi di immediata rabbia che fanno sparlare un pochino, ma sono delle spedizioni punitive, premeditate, perfide, lunghe a livello di durata temporale, calcolate a pennello per distruggere la reputazione della persona in oggetto. In questa fase il narcisista sfodererà ogni forma attoriale concepibile per “diffondere il verbo che vuole lui”: potrà telefonare casualmente amicizie e conoscenze in comune della vittima da distruggere e ampassant e raccontare aneddoti falsi circa l’integrità morale della vittima, oppure potrà organizzare eventi con più persone, tipo cene, uscite, caffè, per, in comune, parlare – o ancor meglio creare dibattiti e comizi – con particolare interesse, circa la perfidia della vittima, circa quello che di così aberrante possa aver fatto e di che persona orrida sia, oppure potrà servirsi dei suoi fedeli cadetti, le cosiddette “scimmie volanti”, per diffondere ancora meglio, e a macchia d’olio, le menzogne sulla persona malcapitata. Insomma, si organizzerà in svariati modi, ma la costante è solo una: MENTIRA’ CON UNA DISINVOLTUA RACCAPRICCIANTE. Ecco perchè ad inizio articolo ho specificato che le menzogne di un narcisista non sono bugie come tante altre: le menzogne del narcisista sono la manifestazione della SUA VERITA’ PSICHICA, VIVENTE SOLAMENTE NELLA SUA MENTE DISTURBATA, quindi se lui ti sta diffamando perchè hai fatto (non hai fatto) azioni tremende verso di lui e sei schifosa, è perchè lui questo pensa convintamente, anche se non è vero, e quindi lo paleserà a voce come se fosse la verità più assoluta. Le persone più o meno inconsapevoli del suo disturbo e non tanto disturbate come lui, non esiteranno neanche un istante a credere alla sua versione, non penseranno neanche per un microsecondo al “chissà se è vero”, al “chissà se questa è solo una versione, e magari del tutto fallace”. NULLA DI TUTTO CIO’. Il narcisista con le parole ha una capacità manipolante e fascinante talmente tanto potente che porta nel suo mondo di credenze tantissime persone, tutte quelle che non lo conoscono bene, quindi che non siano, per esempio, la sua partner o qualche vittima di altro genere tipo vecchi “amici” succubi o colleghi prosciugati dal suo potere. Il narcisista SA come fare credere alle sue parole, e lo fa spietatamente, senza sensi di colpa, senza ritegno: può sbraitare davanti a tutti manifestando il disappunto per la “pazza” vittima, può piangere di delusione davanti a qualcuno per fargli vedere gli effetti della persona orrenda che è la sua vittima e farsi compatire, o può anche – e questa tecnica di solito tutti i tipi di narcisista la usano TANTISSIMO – con sottili commenti, o sorrisini, o frasi buttate lì tipo “Non parliamone di lei perchè è meglio”, “Eh… è una di quelle persone diverse da me. E’ diversa da me, di problemi ne ha”, “Un consiglio? Stanne lontano. Ne so di cose su di lei, ma andiamo avanti, che stavamo dicendo?”: questo è un modo infimo e POTENTISSIMO di distruggere la percezione che gli altri hanno di una persona, perchè agisce come una continua goccia, che dopo una, e dopo un’altra, e dopo un’altra ancora, va a costituire un oceano di pregiudizio. Il narcisista è ABILISSIMO in questo. Chissà quante volte non ti sarai accorta/o di aver modificato l’idea che hai di qualcuno, solo perchè un narcisista ti ha portato, silenziosamente, a farlo.

Tengo a specificare come il narcisista abbia naturalezza nel mentire. E voglio dedicarci un paragrafetto a se stante. Non è spiegabile a parole il modo naturale con cui parla un narcisista quando dice anche la più assurda bugia inventabile. A volte “la butta lì”, altre volte ci si impegna, fa lavaggi del cervello, affabula. Il narcisista è un AFFABULATORE SERIALE. Racconta storie, percorsi mentali totalmente inventati, che però fanno arrivare dove vuole lui, e se non ci è riuscito con una volta sola, continuerà ancora, e poi ancora, e poi ancora, e senza che l’ascoltatore se ne renda conto, si ritrova a pensarla così, allo stesso modo suo. E’ la naturalezza il fulcro della menzogna. E’ quella capacità attoriale innata che ogni narcisista ha, anche il più covert del mondo, e non parlo di attorialità nel senso di pavoneggiarsi e tenere banco, no, cioè non solo – perchè spesso, effettivamente, è così -, ma intendo la capacità di avere un ruolo e rivestirlo perfettamente, senza il minimo tentennamento. Una bugia è una recita attoriale, che non tutti saprebbero tenere in piedi, se non con questa dote, e se non con tutta l’esperienza di vita che il narcisista ha. Del resto, il narcisista mentendo CI E’ CRESCIUTO. E’ da quando è piccolo che manipola, che usa le parole per far portare a sè le attenzioni e le esigenze, che siano genitori, che siano fratelli, che siano primi compagnucci della scuola.

LE MEZZE BUGIE DEL NARCISISTA: voglio fare una specificazione sulle mezze bugie. Le mezze bugie non sono bugie totali, ma sono bugie parziali, attuate con una maestria da far paura, e attuate specialmente nella fase iniziale del love bombing di una relazione di coppia, quando il narcisista tiene, a modo suo, alla vittima in quanto la idealizza a vera salvatrice del suo animo sofferente, quindi deve coprire delle verità scomode che potrebbero farla scappare, ma vuole ancora dare alla vittima quella parvenza di donna che merita sincerità e vuole (il narcisista) avere i primi “buoni” propositi per creare una relazione di illusoria perfezione (risucchiante). Un esempio di mezza bugia è questo: durante il love bombing tu e il tuo narcisista siete molto felici. Due anime gemelle, due cuori che saltellano, ma il narcisista ha tanto alle spalle, o meglio, ha tanto nel sottofondo che ha sempre avuto anche prima di te, e non può di certo interromperlo così. NON HA IL CORAGGIO. E al massimo “silenzia” le situazioni che sempre ha, per poi riprenderle durante la tua svalutazione. Ecco, tra le varie cose che ha nel sottofondo, ci sono alcune cose grosse, che lui non può dirti, ma che non può neanche ometterti: ti dice la MEZZA BUGIA. Sono anni che mantiene una relazione duratura con una donna che a volte sa delle sue altre storie e a volte non sa, e questa donna tu non lo sai ma c’è ancora. E’ un po’ la relazione che instaurerà con te dopo lo scarto, ma sono anni che la tiene in pugno così, perchè a lui SEMPRE SERVE, quindi sarà una relazione di dipendenza, di sesso saltuario, di fortissima confidenza, come quella che da subito hai tu con lo stesso narcisista. E’ una presenza grossa nella vita del narcisista e non saprebbe come celartela senza rischiare scoperte difficili da gestire, allora cosa fa? Allora ti dice che è una donna speciale, una sorta di presenza costante della sua vita, e tu farai un po’ la gelosa ma alla fine neanche così tanto perchè tu, nel love bombing, al tuo narcisista credi ciecamente. Però qualche domanda glie la fai, gli chiedi se ci è andato a letto. Lui sbuffa, sorride divertito. Tu glie lo chiedi di nuovo. Lui sorride ancora e risponde così: “tranquilla amore veramente! Abbiamo dormito varie volte insieme, ma niente di più! Quindi ti devi proprio fidare”. Questa è la mezza bugia. E’ il non palesare il fatto, e dire una verità celata dentro alla bugia. Il narcisista con questa donna dell’esempio ci ha dormito eccome (il narcisista non ha amiche con cui non ha avuto rapporti sessuali). In ogni senso della locuzione. Anche se la partner in carica crederà solo alla parte che il narcisista vuole farle credere. E’ incredibile come i contenuti falsi siano dentro anche alle più apparenti magnanime confidenze tipo questa, confidenze che vorrebbero sortire l’effetto contrario: la donna, in casi come questi, è finanche stupita dalla sincerità del narcisista di aprirsi così tanto a lei!

Ci verrebbe da chiederci: c’è mai un momento in cui il narcisista non mente? Quando è che non mente? SI, ci sono dei – seppur pochi – momenti in cui non mente, ovvero QUANDO NON SERVE MENTIRE, ovvero quando LA VERITA’ E’ CONGRUENTE CON LO SCOPO MANIPOLATORIO CHE LUI VUOLE ATTUARE. Se, durante il love bombing, una sera che uscite a cena fuori, tu sei bellissima da togliere il fiato, lui te lo dirà, perchè è la verità, e perchè è una verità utile all’irretirti. Se, durante la svalutazione, in palestra, ha incontrato una bella ragazza che lo ha guardato tutto il pomeriggio mentre si allenava, lui te lo dirà, perchè è la verità, e perchè è una verità che serve per farti tremare la terra sotto i piedi, come fosse una micro triangolazione. Manipolazione. E’ tutta manipolazione. Tra verità e menzogna alla fine poco cambia. La verità non è meglio della menzogna, se le finalità dietro ad entrambe sono sempre le stesse: manipolare, condizionare, controllare, produrre approvvigionamento narcisistico positivo o negativo.

Non ha senso tornare indietro a chiederti dove ti ha mentito, e quante volte te la sei bevuta, e quante volte sei stata ingenua e credulona, e quale motivazione c’era nella sua potenziale bugia di quella volta che eri un po’ incerta se stesse mentendo, ma ora che hai letto l’articolo ne hai la certezza. Non ha senso tornare indietro e mettere il dito in una piaga già profondissima e ancora dolorante. Ha senso capire e conoscere per non ripetere più l’errore di dare troppa fiducia alle parole altrui, ai giudizi altrui, alle opinioni altrui. Spesso chi tende a “fidarsi troppo” delle opinioni degli altrui e a “scivolare” in manipolazioni narcisistiche, tende anche a perdere il proprio focus di opinioni, di giudizio. In qualsiasi manipolazione, anche lo spirito critico viene meno e assume tutti i connotati del condizionamento di chi ci ha portato a pensarla in modo diverso. Ora lo sai. Sai che, qualsiasi persona sia, dal tuo amato uomo, ai tuoi parenti più vicini, agli amici più cari, ricorda che conta sempre l’opinione che TU hai. Difendila strenuamente, e prendi le opinioni altrui come semplici pareri personali da cui trarre spunto e decidere se accogliere in toto, o in parte, o per niente. Dopo un abuso narcisistico non è facile riprendere il proprio cervello e farlo funzionare come sempre, benissimo, aveva funzionato prima di incontrare un predatore energetico e manipolatore, MA SI PUO’. Con il tempo, si può. Del resto chi cade in un abuso simile ha un’intelligenza sia razionale che, e soprattutto, emotiva sopra alla media, quindi ha alto margine di cadere in questo opposto risvolto della medaglia, ma ha anche un margine altissimo di rialzarsi più forte e di mettere a frutto queste doti rare. Perchè sono rare.

Non affidarti globalmente ad opinioni altrui, non curarti di chi ha raccontato menzogne su di te, non curarti di ricostruirlo, non curarti di dimostrarlo. So che non è facile, ma la verità è potente. La verità ha la fortuna di essere un’entità permanente, mentre la menzogna no. La menzogna sono parole, e i narcisisti ne dicono tante. Ma la verità non si dice, si trasmette con le azioni, si emana, si costruisce con gli affetti veri, si vive. Ricordati sempre che il narcisista non vive, perchè non c’è, non è connesso con la sua interiorità. Tu invece, anche solo per essere qui, interessarti, e farti domande, stai vivendo davvero, perchè ti stai volendo bene, vuoi risalire verso una conoscenza sana di te, di cosa poter fare, e come poter trovare nuovamente una pace che da molto hai perso.

La pace vera la troverai quando accetterai questa parentesi, più o meno lunga, ma sicuramente molto dolorosa, e lascerai andare le parole, lascerai andare le opinioni, le voci, gli schiamazzi, le promesse vuote. Tutto è stato solo parole, ormai lo hai ricostruito, e lo sai. Ora hai bisogno anche tu di ricevere i fatti, tutti quei fatti che hai sempre e solo dato, a chi non lo meritava.

Articolo soggetto a copyright – E’ severamente vietata la copia e la riproduzione, anche parziale, dei contenuti di questo blog. Nel caso in cui parti di articoli – anche limitate – vengano estratte ed utilizzate (periodicamente e/o occasionalmente) in altri testi, e/o altre piattaforme, e/o sessioni formative, e/o discorsi resi pubblici con qualsivoglia mezzo (ad esempio video e/o audio), E’ OBBLIGATORIO CITARE LA FONTE https://levocidieco.com/ a tutela del diritto d’autore in base alla normativa vigente.