ARTICOLO – COME TUTTI GLI ARTICOLI DI QUESTO BLOG – RIVOLTO A VITTIME DONNE E VITTIME UOMINI, MA PER COMODITA’ GRAMMATICALE ED INCIDENZA, USERO’ IL MASCHILE PER IL NARCISISTA ED IL FEMMINILE PER LA VITTIMA.

Sei stata scartata. Lui è scomparso. Poi finalmente è riapparso con i suoi tipici ritorni, e tu gli hai dato margine di azione. Gli hai risposto una volta, gli hai risposto varie volte, gli rispondi sempre. Avete ricominciato a sentirvi, saltuariamente. Poi avete ricominciato a sentirvi ancora di più, ogni tot di giorni, regolarmente, fino a creare una relazione nuova. Non è una relazione come quella simbiotica che era stata un tempo, quando eri la sua fonte primaria, la sua donna ufficiale. No, quella di adesso è una relazione nuova, diversa, in cui c’è tutta la libertà e il margine di “voler fare ciò che vuole e con chi vuole” che tanto al narcisista mancava quando doveva adescarti, viverti quotidianamente e prometterti amore eterno. Il narcisista in questa fase ha con te la relazione che vuole e che sempre ha voluto: può sentirti quando gli va, per controllarti e per fare sesso con te (se siete, per esempio, ancora nella stessa città); non ha doveri circa la vostra relazione, perchè ufficialmente NON SIETE IN NESSUNA RELAZIONE, quindi può adescare altre vittime o/e continuare le altre relazioni sessuali, con fonti terziarie di sempre, quelle che erano presenti anche durante la tua relazione ufficiale, o con ex fonti primarie che sono nella tua stessa situazione di ora, oppure può bypassare quelle rogne canoniche di una relazione come compleanni, regali, belle parti con i genitori e parenti.

Da sempre il narcisista sapeva che la relazione sarebbe continuata e “finita” così. Da sempre sapeva che la relazione piena ed ufficiale, come la consideravi tu, non era altro che una fase delle tante, per arrivare a queste relazioni di convenienza e necessità di cui il narcisista patologico (e psicopatico) fa collezioni. Nella relazione nuova di ora OGNI TIPO DI RESPONSABILITA’ DEL NARCISISTA E’ ANNULLATA, e quindi ogni qualsiasi forma di recriminazione o richiesta tu faccia nei suoi confronti, lui la fa morire sul nascere, perchè, ripeto, ufficialmente “voi non siete fidanzati, non siete nulla”. Eppure è così strano il fatto che, a livello oggettivo e pratico, tu percepisci che l’intensità della relazione, intesa come rapporto “affettivo e psicologico” che c’è tra voi, non è assolutamente diversa da quella che provavate e da come vi comportavate quando stavate insieme. L’intimità, la complicità, il sesso sono gli stessi, se non anche migliorati qualitativamente perchè lui ora è meno artefatto con te, siccome già lo conosci molto bene e siccome sei così tanto scesa a compromessi per lui, e paradossalmente anche tu sei meno impostata e sprovvista con lui, perchè, ahimè, spesso quando ti trovi in questa situazione, GIA’ sei venuta a conoscenza di tutto il materiale sul narcisismo di cui lui è affetto, e quindi pensi di sapere come comportarti per non farti male e contromanipolare.

ERRORE. Il narcisista ti sta ancora manipolando, e tu neanche te ne accorgi.

Questa è una delle fasi più rischiose di cronicizzazione dell’abuso. E’ quella fase in cui la donna deve IMPRESCINDIBILMENTE attuare la tecnica del no contact, poichè finirebbe per scivolare in una perenne condizione di “normalità” che normalità non è. Ogni sopruso del narcisista, ogni mancanza di rispetto, ogni azione violenta del passato, VENGONO CANCELLATE. Se tu passi sopra al passato e continui a mantenere una pseudo-relazione col narcisista, VENGONO CANCELLATE. Tu non saresti neanche più nella posizione di essere forte dell’aver SOLAMENTE SUBITO gli abusi dell’altro, in quanto ora passi anche tu dalla parte del torto perchè azzeri ogni responsabilità del tuo abusante e gli permetti di continuare il condizionamento su di te ancora e ancora, senza, ora nessuna colpa imputabile.

Ancora una volta il narcisista ti porta alla posizione più favorevole per lui. E ti fotte (non trovavo espressioni più carine e di uguale efficacia di comprensione!). Sei agganciata e anche se provi a sganciarti, poi ti logori da sola per il senso di colpa. Perchè sì, ti senti in colpa anche se poco poco provi ad applicare il no contact, per esempio togliendoti i social per un po’, o cambiando numero e avendo paura che lui ti rimuova sul serio una volta per tutte, e avendo paura che lui si insospettisca di questo tuo troncamento (ma è la prima paura che ho elencato la più forte).

Dunque dicevo che il narcisista, subdolamente, ancora una volta, ti fotte. Per esempio, poniamo il fatto che tu prova per il narcisista ciò che provavi durante la relazione, e ciò è abbastanza indubbio, perchè, per dirne una, una donna empatica non farà mai del solo sesso senza provare altro, o non parlerà mai con un grande amore (quello che provava lei) senza percepire nulla. Ecco, poniamo che tu fai una scenata di gelosia al narcisista che ti parla senza neanche grandi problemi di qualche nuova ragazza o donna che gli va dietro: lui cosa farà? Sarà “stupito” (si… come no!), FARA’ lo stupito riguardo alla tua reazione, perchè voi mica siete fidanzati, SULLA CARTA, e tu non dovresti richiedere a lui la fedeltà. Eppure a te sembra tutto così uguale a sempre, a quando eravate felici insieme. Nei momenti in cui non lo vedi e non lo senti, puoi anche intuire che lui abbia decine di situazioni identiche alla tua, se non ben più ingombranti, e puoi anche fargli battute a riguardo, con lui che negherebbe strenuamente con ogni strumento attoriale possibile nelle sue capacità. Tu, però, ti basi ancora su quell’illusione del SUO COMPORTARSI IN MANIERA IDENTICA A QUANDO ERAVATE FIDANZATI, ed in effetti così è, perchè il narcisista quando sente te, quando vede te, emula davvero il modo in cui si rivolgeva a te quando eravate fidanzati. Ogni vostro risentirvi e rivedervi è un tuffo dentro alla identica relazione del love bombing in cui eravate una coppia a tutti gli effetti, e su questo la vittima è sensibilissima. Il narcisista potrebbe ancora chiamare la vittima con i nomignoli di quando erano fidanzati, potrebbe manifestare un coinvolgimento forte esattamente come quello del love bombing, e la vittima riscivolerebbe sempre dentro a queste pillole.

Hai paura di sganciarti del tutto, pensi di essere forte nel gestire questa nuova situazione, e ti rannicchi dentro questo cuscinetto morbido di vita, in cui, qualsiasi cosa accada nella tua quotidianità, lui c’è, e spesso non ti sembra poi così male che ci sia. Questo è ciò che pensi tu.

Il grande problema del tuo presente è che vivrai CON L’OMBRA DI LUI E DI QUESTA RELAZIONE INVISIBILE MA CHE MODIFICA SILENZIOSAMENTE OGNI TUA DECISIONE DI VITA.

Non riesci a instaurare una relazione paga e piena con un altro uomo, non riesci a concentrarti sulla tua professione come tu meriti, cioè credendo fortemente nel tuo potenziale e nella tua riuscita di donna autonoma, perchè, finchè senti, a maggior ragione così, il narcisista, la tua mente è in una modalità secondo cui tu sei dipendente del giudizio suo, sei da gestire attraverso ciò che lui fa, dove lui si trova, per venire incontro alla speranza intrinseca del suo futuro tornare veramente, una volta per tutte, perchè “tu sei l’unica, vera, che lui abbia amato e non si sgancia perchè in fondo lo sa”.

Non è così, anche se lui te lo ripete sempre. Ma tu ci credi, perchè tu questo amore lo hai vissuto intensamente, e sentire lui confermare questo sentimento non è poi così difficile da credere. Ciò che mi avvilisce è notare come spesso la conoscenza di questi argomenti non basti a credere ciò che si vuol credere, ma sono convinta che sia comunque un passo necessario e importantissimo per la donna. Si ha sempre una tremenda paura di lasciar andare totalmente il narcisista, come se non si riesca a farlo andare avanti senza di te, sapendo che c’è un mondo là fuori che continuerà, e comincerà, ad invidiarlo, idolatrarlo, ammirarlo, e tu sei quell’1% della popolazione mondiale ad aver conosciuto quel suo lato mortifero e diabolico. Piuttosto che avere questa sensazione agghiacciante di solitudine ed incomprensione, continui a mantenere un filo con lui. E continui a rovinarti la vita, quanto tu non possa arrivare ad immaginare.

Ti rovini la vita per varie ragioni: non sei libera, come hai capito, a livello razionale, che puoi diventare, in quanto rimani schiava del controllo del narcisista; perdi TOTALE FIDUCIA IN TE STESSA, perchè, NONOSTANTE tutto quello che hai imparato sul narcisismo e le aberranti rivelazioni che ti hanno dato risposte, questo non ti basta e ti lasci cadere ancora nella manipolazione; rallenti le tue prestazioni individuali lavorative, di studio, e di attività personali in generale; alimenti ancora la presenza del narcisista che lui stesso ti ha instillato in corpo, e, quindi, ancora la dipendenza.

TI INTOSSICHI.

Riguardo al concetto del rimanere schiava voglio precisare che per schiava intendo il vivere avendo la costante sensazione di giudizio da parte del narcisista in base a ciò che si fa. Quella telefonata cadenzata, ogni tre giorni, in cui parlate due ore e in cui lui vuole sapere di te, oppure quel weekend insieme che vi concedete una volta al mese da ormai tanto tempo, oppure quel caffè che tu sai che prima o poi lui ti propone ciclicamente, sono delle ATTESE, e non soltanto negli episodi circoscritti, come sono per lui. Questi episodi vivono nella tua testa COSTANTEMENTE, ogni secondo ed ogni giorno, e vanno a farti modificare le tue azioni in funzione di essi. Il narcisista, quindi, è presente ancora, ogni microsecondo, nel tuo corpo, nella tua mente, e nelle TUE scelte di TUA vita.

Tu, però, non ce la fai a dire “stop”, e allora ti fai bastare queste famose “briciole” – farò un articolo a parte sulle famose briciole del narcisista – di cui il narcisista ti ha portato ad accontentarti, e rimani in una quiete apparente di “meglio di niente”, di “è vero, il nostro è stato un amore unico, e comprendo il suo non riuscire a non chiamarmi e vedermi più”, ma infondo STAI MOLTO MALE. Questa situazione di incertezza è una delle situazioni che più di ogni altra LOGORA L’INTEGRITA’ MENTALE E FISICA DI UNA PERSONA. Ti senti fidanzata in una relazione vividissima ma invisibile, in cui c’è un uomo che ti conosce meglio di chiunque altro, ma che non ti dà quanto vorresti; in cui c’è un uomo che ti dà forza a parole, ma verso cui tu non provi più fiducia perchè ora lo sai che ha un disturbo grave e ti aspetti che potrebbe combinarti azioni scioccanti e fuori dall’umano da un momento all’altro; in cui c’è un uomo che c’è quando lo decide lui, e quando non c’è non vuoi sapere e neanche immaginare cosa faccia. Ti senti fidanzata e lui lo sa, perchè ti fa sentire fidanzata, perchè vuole farti sentire BLOCCATA. Vuole farti rimanere in quel limbo di dedizione ed amore verso di lui, in maniera esclusiva, perchè, per dire, lui può avere quante donne vuole, e tu non puoi neanche essere desiderata per sbaglio da qualcuno.

TI STAI ACCONTENTANDO. E ti stai annientando.

Queste pillole di droga narcisistica ti uccidono l’anima, la vita pratica, ed anche la salute. Non vale la pena rimanere in un quieto vivere di standby con un narcisista, perchè è nocivo. E poi, non esiste mai un reale standby con un narcisista: sotto c’è sempre manipolazione, c’è sempre un progetto. Può essere il progetto di un ritorno in cui lui vuole essere più perfido, perchè ancora non contento di come tu abbia tenuto botta, o può essere il progetto di un “non si sa mai lei mi possa sempre servire”, o può essere il progetto di un “fammi controllare che sia sempre un minimo cotta a puntino e non si renda conto di quante cose oggettivamente abominevoli io le abbia combinato e possa diffamarmi con la gente”. C’è sempre una ragione, e tu NON PUOI PERDERE PIU’ ENERGIE PER FARE IL GIOCO DI QUALCUNO CHE TI USA.

NON NE VALE LA PENA!!!!!!!

Il modo migliore in cui tu possa andare avanti è SENZA DI LUI. Ripeto spesso il concetto di “confluire le attenzioni date al narcisista nel darle verso se stessa”, ed anche qui lo ripeto. La forza che pensi di ricevere dal sentire il narcisista ogni tanto, è quella forza apparente dell’iniezione di droga, che sul momento ti appaga, e sul lungo termine ti prosciuga. E lo starai vedendo da te che, se sei in questa fase di relazione nuova col narcisista, stai perdendo ancora tantissimo tempo per te. E magari ti colpevolizzi anche, pensando “ecco, allora il problema non era della mia relazione tossica con un narcisista, ma il problema è proprio mio, di persona incapace”. NO! Finchè senti e vedi il narcisista SEI ANCORA NELLA RELAZIONE TOSSICA, e continuerai a farti portare a sbagliare, senza dartene conto a livello visibile.

Una donna che agisce secondo le proprie pulsioni, volontà, e credenze, NON SBAGLIA MAI e soprattutto VA AVANTI, a prescindere dal come.

E’ il narcisista che porta indietro, e fa rimanere stagnante nel punto in cui vede la donna ferma, non evoluta, e gestibile. La paura che la donna ha di non riuscire ad andare avanti sapendo di aver chiuso col narcisista per sempre è direttamente proporzionale ai danni che lui esercita bloccandone la sua crescita, la sua libertà e la sua salute. E’ giusto dargli così tanto potere? E’ giusto dargli così tanta soddisfazione? Dopo una relazione abusante è la donna che ha bisogno di arraffarsi un po’ di personale soddisfazione. Già è tanto esserne uscita, seppur sfranta, almeno viva, ed ora hai bisogno di riprendere LE PARTI DI TE’, EPURATE DALLA CONTAMINAZIONE DELLA MENTE DEL NARCISISTA.

Ora è il momento di vivere. Di vivere la tua vita senza catene invisibili, di vivere senza sensi di colpa nel lasciare qualcosa di nocivo, di dare spazio a ciò che rende valore alla tua crescita, e di dare spazio al raggio di espansione delle tue aspirazioni, delle tue passioni, delle tue stranezze, delle tue peculiarità.

Non è più il momento di sopravvivere. E’ IL MOMENTO DI VIVERE!

Articolo soggetto a copyright – E’ severamente vietata la copia e la riproduzione, anche parziale, dei contenuti di questo blog. Nel caso in cui parti di articoli – anche limitate – vengano estratte ed utilizzate (periodicamente e/o occasionalmente) in altri testi, e/o altre piattaforme, e/o sessioni formative, e/o discorsi resi pubblici con qualsivoglia mezzo (ad esempio video e/o audio), E’ OBBLIGATORIO CITARE LA FONTE https://levocidieco.com/ a tutela del diritto d’autore in base alla normativa vigente.