Già ho scritto un articolo sulla triangolazione, ovvero Quando il soggetto della triangolazione sei tu – Le voci di Eco – ma in quell’articolo, a differenza di questo che stai iniziando a leggere ora, spiegavo cosa accade quando tu sei una vittima SOGGETTO di triangolazione, ovvero quando il narcisista USA TE PER GENERARE REAZIONI E QUINDI APPROVVIGIONAMENTO NARCISISTICO IN ALTRE DONNE (o anche uomini, in base al caso). Ecco, in questo articolo descrivo, invece, il contrario, ovvero quando sei tu, vittima, il bersaglio di atteggiamenti, allusioni, da parte del tuo narcisista, tali che generino reazioni IN TE.

Dunque, la triangolazione è una tecnica manipolatoria attuata da narcisisti patologici/perversi, psicopatici e manipolatori, che consiste nell’usare terze persone (o anche oggetti, situazioni, tipo guardare la televisione) al fine di innescare reazioni di, prevalentemente, gelosia, fastidio, angoscia, dubbio, ossessione, nella “vittima”, che quasi sempre è la partner ufficiale, ma può anche essere un’amica, una collega, un parente. Cioè è uno spostare l’attenzione su qualcun altro o qualcos’altro ed ignorare la vittima per innescare in lei fastidio, gelosia, frustrazione. Sarebbe riduttivo usare come sinonimo della triangolazione il “far ingelosire la partner”, perchè questa manipolazione può raggiungere tali livelli di gravità e premeditazione da annientare la quiete psicofisica della vittima, e da infliggerle dubbi sulla coppia, ma finanche dubbi sulla vittima stessa, sulla sua validità come donna (o uomo, se la narcisista è donna), sulla sua stima verso se stessa.

La triangolazione è uno degli abusi psicologici più potenti che possano essere attuati: la vittima si sente sola di fronte a due persone che sembrano volersi, una delle quali è il suo uomo (o il suo amico, o il suo collega, o il suo parente, ma qui mi riferirò quasi esclusivamente sulla triangolazione in relazioni sentimentali perchè è qui che raggiunge vette di sofferenza spropositate). La vittima si sente inerme, si sente di troppo, si sente difettosa, si sente minacciata nella sua integrità psichica, e soprattutto prova ANGOSCIA. Mai nessun’altra tecnica manipolatoria, se non il trattamento del silenzio, ha la capacità di generare una tale ANGOSCIA DEPROGRAMMANTE.

Poichè gli esempi di triangolazione possono davvero sprecarsi, intanto divido in due grandi macrocontenitori e, all’interno di ognuno, descrivo vari esempi.

TRIANGOLAZIONE CON ALTRE PERSONE A DISTANZA

La triangolazione con persone a distanza avviene quando il narcisista parla alla sua vittima di altre donne, o fa capire a lei, con vari modi che ora ti presento, che ci sono altre sue concorrenti fresche, e lei, vittima, non è la sola. Potrebbe alludere senza essere esplicito, o essere spudoratamente esplicito, ma il tutto sa farlo molto abilmente, come pillole di angoscia buttate qua e là. Potrebbe accennarti di una sua nuova collega giovane e molto attraente che, guarda caso, sembra essere ambigua e ammiccante solo con lui – bada bene, è possibile che molto spesso queste triangolazioni a distanza sia puramente inventate! – ; oppure, può mostrarsi, all’improvviso, molto attaccato al telefono, nel mentre messaggia con qualcuno di non specificato; oppure, può raccontarti che quella ex, che tanto tu hai sempre temuto, ha ricominciato a scrivergli, e allora tu ti adirerai, e allora lui sfodererà l’arsenale di accuse verso di te che stai osando non fidarti di lui, della serie “Non ti fidi di me? Mi deludi! Mica è colpa mia se ancora mi scrive! A me è rimasto solo un gran affetto, nonostante la nostra fosse stata una relazione speciale”. Con questo tipo di triangolazione il narcisista vuole darti delle gocce di veleno che esso stesso “asciuga” appena ti vengono inflitte, per stordirti, per generarti dubbi, per generarti insicurezze su te stessa, e date dal fatto che possono esserci altre donne, migliori di te, attratte da lui. Ciò aumenta la considerazione che tu hai del tuo uomo, aumenta il terrore di perderlo, aumenta la dipendenza affettiva, aumenta gli sforzi che tu porti avanti per essere “degna” di rimanere a ricoprire il tuo ruolo di sua donna, aumenta il sentimento di rivalsa femminile in te e chissà anche nella/e tua/e concorrente/i per ottenere come pegno lui – sentimento che tanto gonfia l’ego del narcisista verso se stesso-. Capita spesso che questo tipo di triangolazione sia usato dal narcisista durante i primi tempi della svalutazione, quando vuole testare, in maniera indolore e soft, il livello di agganciamento e dipendenza della vittima verso di lui. Il narcisista comincia con le battutine qua e là, del tipo apprezzamenti verso donne che ha visto, o verso donne che lui e la partner vedono insieme, che sia una cameriera di un ristorante, o un’amica della stessa partner. Oppure, appunto, messaggia con donne, e lo riferisce in maniera sottilmente subdola alla sua partner, tessendo le lodi della donna con cui si sta scrivendo. Se la vittima non reagisce, aumenterà le dosi di triangolazione, se la vittima reagisce, lui le addosserà la colpa di quanto sia esagerata nella sua gelosia e quanto lei non apprezzi la sua magnanima sincerità. Del resto, lui ha così tanto la coscienza a posto da raccontare proprio tutto alla sua bella partner! Comunque, non dimenticare mai, come prima accennavo, che spesso la triangolazione può essere TOTALMENTE INVENTATA, cioè se, per esempio, il narcisista sta facendo davvero un weekend di lavoro, lui potrebbe dire alla sua partner che quella sera dovrà andare a cena con la sua collega, da soli, del resto è così che succede spesso tra colleghi, e non c’è nulla di malizioso, sebbene la collega sia incredibilmente bella ed incredibilmente giovane. E ciò potrebbe essere assoluta falsità. Questo perchè quando un narcisista potenzialmente ti potrebbe star tradendo, di certo non te lo dice neanche velatamente. Cioè, o con te non sfiora neanche l’argomento, tenendoti all’oscuro proprio a priori dell’esistenza della persona con cui tradisce, oppure ti racconta una realtà menzognera talmente tanto naturale e ben costruita che tu non immagineresti mai che lui ti stia tradendo, ad esempio raccontandoti che la sua ex con cui ora si risente ogni tanto è felicemente fidanzata e prossima alle nozze e sta provando ad avere un bambino, per dirne una, e tu, con la tua buona fede, non arriveresti mai a pensare che in realtà quello è uno dei tanti rapporti ancora “non conclusi”.

TRIANGOLAZIONE CON ALTRE PERSONE IN PRESENZA

E’ questa la forma di triangolazione più brutale. La triangolazione in presenza è una forma di violenza psicologica inaudita per la vittima che non solo la subisce, ma direttamente LA VIVE. In questo tipo di triangolazione, il narcisista si manifesta palesemente interessato ad un’altra donna, davanti alla sua donna. Sa bene come farlo, sa bene che tipo di donna scegliere per ottimizzare al massimo gli effetti, ovvero scegliendo un tipo di donna che ricambia ai complimenti, che ricambia agli ammiccamenti, e che ha qualche dettaglio di cui la vittima è “carente”, secondo parametri ovviamente semplicistici o secondo le insicurezze della vittima. Mi spiego meglio. Se la fonte primaria (fidanzata ufficiale, moglie) è una bellissima donna di mezza età, il narcisista si mostrerà interessato a donne più giovani, oppure se la fonte primaria non è laureata, il narcisista si mostrerà interessato a donne laureate e molto realizzate professionalmente, o se la fonte primaria ha il cruccio di avere un naso brutto, o una grande bassezza, o una famiglia disgregata, lui si mostrerà interessato a donne rispettivamente con il naso perfetto, alte, con una famiglia accogliente, il tutto ovviamente di fronte a lei. Nel momento in cui il narcisista triangola la sua donna “in presenza”, la sua donna SPARISCE. Non c’è uno sguardo di attenzione, o uno sguardo di considerazione. Nulla. La sua donna diventa invisibile, ed anche intralciosa, oltre che mera spettatrice di uno spettacolo infernale di un nuovo flirt in cui la sua presenza e il rispetto per la sua persona non sono contemplate. Ciò non significa che il narcisista non pensi minimamente alla sua donna, ma ci pensa solamente nella misura in cui lei manifesti il condizionamento che lui genera in lei e la sua distruzione psicologica nel vederlo desiderare ed essere desiderato da un’altra. Stendere un velo pietoso sulla famosa “altra” è dire poco, perchè forse neanche c’è bisogno di dire che molto probabile che sia come lui. La famosa “altra” in questione può essere o una scimmia volante “consapevole” – se vuoi approfondire cosa sono le scimmie volanti ti lascio qui il link dove ne parlo LE SCIMMIE VOLANTI: tutto ciò che c’è da sapere – Le voci di Eco – cioè una persona che conosce più o meno bene la natura del narcisista, e che sa che è impegnato, e che gode a fare la parte della desiderata e desiderante che lede la povera fessa della fidanzata/moglie, stando ai giochetti denigratori di lui, di fronte a lei; oppure può essere una donna che non conosce bene la natura del narcisista ma a cui piace essere considerata “di più” della donna ufficiale e a cui piace “rompere le uova nel paniere”, così tronfia del fatto di essere “migliore” della donna ufficiale e perfetta candidata – e sicuramente prossima candidata – a nuova compagna del narcisista; oppure può essere ignara delle dinamiche in cui è invischiata, ma, ti dirò con tutta onestà, che è una percentuale che sfiora l’1% della casistica mondiale, e comprende solamente le vittime di abuso narcisistico, come probabilmente sei stata tu agli inizi, durante la fase del love bombing, quando il narcisista ti usava per condizionare altre vecchie fiamme, come già ho spiegato abbondantemente nell’articolo di cui parlo solamente di questo, e che ti ho citato ad inizio articolo, quindi quando tu eri la nuova arrivata, ingenua e convinta di essere l’amore della vita del narcisista, e non capivi che la tua figura era usata da lui (nei social, in presenza, nei racconti) per uccidere di dolore struggente le altre donne che ronzano intorno alla sua vita.

Bada bene ad un altro aspetto da non trascurare: il narcisista attua la triangolazione SEMPRE, in qualsiasi fase della relazione abusante, sia nel love bombing, sia nella svalutazione, sia nello scarto quando giocherà col ruolo della sua nuova arrivata di cui tu probabilmente saprai qualcosa, e se non sapessi ancora nulla, lui si premurerà di metterti prontamente al corrente. Nel LOVE BOMBING, tu sarai sempre il SOGGETTO della triangolazione, che servirà per addolorare altre, ma difficilmente sarai l’OGGETTO della triangolazione, cioè la persona da far “preoccupare”, perchè il narcisista non vuole che tu ti preoccupi, non vuole che tu ti senta in competizione con altre, ma vuole mostrarti come tu sia l’unica nel suo cuore e nella sua vita, quindi la triangolazione la attuerai INVOLONTARIAMENTE, ma NON LA SUBIRAI. Durante la SVALUTAZIONE, invece, cambia tutto, e diciamo anche negli sgoccioli finali del love bombing. In questa fase il narcisista, come un contagocce, ti accennerà delle situazioni ambigue, ti butterà qua e là degli apprezzamenti ad altre donne, farà il cosiddetto “piacione”, più o meno palesemente in base a se è overt o covert. Un esempio banale? Con la signora del negozio sotto casa, nonostante sia una signora bella attempata, e ingelosirti farebbe solo ridere. Infatti, in tutti i primi episodi di triangolazione, tu non darai il minimo peso al comportamento, perchè il narcisista inizierà proprio piano, piano, come lui, abile manipolatore, è abilissimo a fare con ogni, appunto, tecnica manipolante. Potrà iniziare con “Mi trasmette una bella energia quella donna”, oppure “gran bella persona”, oppure “ha un fascino che subisco”, e tu non batterai ciglio, e penserai, per di più, che sei fortunata ad avere un rapporto così autentico e di sincerità con il tuo uomo, che ti considera quasi un’amica con cui confidarsi. Potrà continuare con gli sguardi ambigui ed attenzioni fastidiose che riserva alla tua cara amica, ma del resto lui è gradevole con tutti, ed essere gentile e interessato alle persone a te care è un elemento solo che apprezzabile, e non puoi di certo essere così maliziosa circa sensazioni ed allusioni così cattive, che, proprio perchè così cattive, non ti appartengono, e che non hai mai lontanamente immaginato. Lui NON POTREBBE MAI FARTI QUESTO. Sei dentro alla manipolazione, con tutte le scarpe, nella svalutazione, ed ogni sentore più intimo lo ammazzi sul nascere, e continui ad andare avanti. Le triangolazioni aumentano, e tu neanche te ne accorgi. Le triangolazioni aumentano, e diventano la normalità. E questa normalità tu permetti che rimanga tale perchè “tanto io sono io, sono la sua donna, e le sue allusioni, le sue battutine, i suoi più o meno palesi interessi, sono solo suoi MODI DI FARE, perchè sa di essere bello, sa di essere interessante, sa di piacere, e gli piace sentire di esserlo. E’ fatto così”. Nello SCARTO la triangolazione raggiunge l’apice più scontato e banale. Dopo averti buttato come una buccia di banana, il narcisista si premurerà di metterti al corrente, con social, con voci, con apparizioni, del fatto che lui ha un’altra. Ma non un’altra qualunque. Un’altra con cui è felice, con cui sorride, con cui si mostra magnificamente bene come con te forse non è mai stato. Potrebbe fare con lei cose che con te non ha fatto, e organizzarsi per mostrartelo, come pubblicare foto con lei sui social, quando con te era restio, oppure portarla in giro, in zone in cui potresti bazzicare tu. Insomma, potrebbe fare di tutto, ma ciò che a lui interessa è che, così come è inondato di nuovo approvvigionamento narcisistico dalla nuova poveretta, vuole essere inondato anche dall’altra parte della storia, quella in cui tu ti struggi per lui, quella in cui tu, fatalmente, nonostante ora da lui sia lontana, non sei mai stata così vicina “spiritualmente”, affettivamente e mentalmente a lui, perchè lui è diventato la tua ossessione, ed è d’obbligo che, nella sua mente perversa, tu gli riservi tutto l’approvvigionamento narcisistico negativo che sei in grado di dargli col tuo annientamento.

TRIANGOLAZIONE QUANDO TU SEI SIA OGGETTO SIA SOGGETTO DELLA TRIANGOLAZIONE. Vorrei precisare che ci sono anche casi di questo genere. E questa è una combo perfetta. Questo tipo di doppia triangolazione avviene quando il narcisista, dopo i ritorni, mette in “contatto” due ex fonti primarie, o una ex fonte primaria e una ex secondaria, o una ex fonte primaria e una che sta “concorrendo” a futura imminente fonte primaria. Insomma, il narcisista prende “due piccioni con una fava” e pone le due vittime in una posizione di guerriglia tra loro, tale che lui si senta l’oggetto conteso, anzi contesissimo, visto che ognuna di essere sente di dover fare di più, dimostrare di essere di più per il famoso merito di essere la scelta. Un esempio? Ne faccio uno semplicissimo. Il narcisista chiama o videochiama (ancora meglio) una sua ex fonte primaria mentre è a casa con la sua nuova fonte primaria. Si, succede. Succede anche questo. Come è mai possibile? Ci verrebbe da chiederci. Beh, il narcisista spaccia per “amica” la sua ex fonte primaria (con cui, CHIARAMENTE, non c’è amicizia, ma sempre abuso, e dipendenza affettiva, e controllo e SESSO), così la sua nuova fidanzata è tranquilla, e con la sua ex fonte primaria mantiene un profilo “nebuloso” di dico non dico circa chi sia questa nuova arrivata. Può essere una chiamata/videochiamata, così come un incontro “accidentale” ad un bar. In questo caso che benefici apporta il narcisista? Apporta questi benefici: 1. la nuova fonte primaria è ignara della natura del narcisista, è ingenua, e super pompata della certezza che lei sia il grande amore della vita di lui, quindi in parte è un po’ infastidita dalla presenza dell’amica (ma lui la tranquillizzerà fino allo sfinimento elargendole complimenti su complimenti di quanto lei sia migliore dell’amica, e lei si pomperà ancora di più), dall’altra apprezza la sincerità di lui; 2 La ex, dal canto suo, conosce bene la natura del narcisista, e se ancora gli risponde, e se ancora lo becca “accidentalmente” è perchè non è riuscita ancora ad applicare permanentemente un no contact. Poichè conosce la natura del narcisista ha plurimi dolori a riguardo: soffre perchè sa che questa donna è la nuova arrivata e sta vivendo tutta la magia del love bombing; soffre perchè sa che lui la sta prendendo in giro e prendendo per fessa; soffre perchè si sente sconfitta da sola, ancora vittima di queste dinamiche piene di menzogne, e ancora non forte di troncare tutto, nonostante le sue conoscenze a riguardo. Si sente umiliata, da lui e da se stessa. Quindi, si sente usata per creare condizionamento dell’altra, e SA che l’altra le viene “presentata” affinchè anche lei stessa abbia reazioni di dolore.

COSA DEVI FARE QUANDO SEI OGGETTO DI TRIANGOLAZIONE

Posso immaginare che il più delle volte che hai subito triangolazione, tu non sapevi fosse triangolazione, ma sentivi, alla rinfusa, sensazioni mortificanti e angoscianti sfuse. Per una vittima che subisce questa tecnica manipolatoria e NON LA CONOSCE, è assai difficile mantenere la calma e non impazzire. Potrebbe farlo esteriormente, ma dentro l’inquietudine e il turbinio la pervade in ogni cellula. Del resto, un narcisista si premura di impegnarsi bene per creare reazioni tali nella vittima da farla “sbroccare” per dare dei buoni pretesti per accusarla di essere pazza, esaurita, esagerata, paranoica. ORA PERO’… TU SAI. E se sei ancora invischiata in una relazione di questo tipo e – spero ancora per poco – dovesse ricapitarti una situazione simile (non solo in relazioni sentimentali di coppia, ma anche in amicizia, tra parenti, a lavoro) SII LUCIDA E PRENDILA PER CIO’ CHE E’: UNA TECNICA PIETOSA DI CHI NON SA VIVERE ALTRIMENTI, ED HA UNA TALE INESISTENTE AUTOSTIMA CHE PER SENTIRSI IMPORTANTE PUO’ SOLO ATTUARE QUESTI ADOLESCENZIALI MEZZUCCI.

Respira. E se sei, ora, consapevole di essere un oggetto di trinagolazione, o lo sei recentemente stata, dopo aver letto tanto sul narcisismo, PIANGI PURE. Piangere è una grazia per il nostro corpo e per la nostra affettività quando è estenuata. Essere oggetto di triangolazione è una delle sensazioni più orride che un animo possa provare. E’ un trovarsi sgomenti e persi dentro ad una battaglia dove sei sola e dove combatti contro l’uomo che ami/ di cui sei dipendente, e contro una rivale che è al suo fianco e che spesso vede di lui ciò che vedi tu quando sei sotto manipolazione, o quando eri ancora ignara del suo disturbo di personalità. Vorresti urlare a lei che lui non è libero, ma poi del resto lei c’entra fino a un certo punto. Vorresti urlarle che lei sarà solo una delle tante, e non come te che lo affianca ogni giorno, con cure, con amore, e che lo capisci fino in fondo. Vorresti urlarle che lui non è ciò che sembra, ma del resto tu ancora stai lì, con lui, e vorresti essere anche come lei, in quella fase di idillio iniziale in cui tutte vanno bene tranne la vecchia donna a cui lui si è abituato – paradossale eh? Ma so che sai che è così – . Vorresti provare a non reagire e a non farti vedere così condizionabile da lui, e vorresti mantenere la calma di chi può subire tutto, anche i gesti più inequivocabili e ABUSANTI, ma la rabbia ti esce finanche dagli occhi, talmente mortificante è la posizione in cui ti trovi tu. Bene, PIANGI. SFOGATI. E’ TUTTO MARCIO CHE TI E’ STATO MESSO DENTRO E CHE DEVI BUTTARE FUORI.

IL PROBLEMA NON SEI TU !!!! IL PROBLEMA NON SEI TU !!!!! Ma il problema sussiste solamente se tu PERMETTI di continuare a stare sopra ad una giostra di premeditazione, e godimento dei fastidi inflitti, e godimento del dolori inflitti. In questa giostra finirai per cadere, perchè per quanto terrai botta, girerà sempre più forte, e con manipolazioni più forti, e con mortificazioni più forti, e con violenze più forti. Lascia i narcisisti a danzare queste giravolte macabre. Lasciali tra loro, e con le mezze donne / mezzi uomini che mettono gettoni alle giostre, e girano anche loro, per paura di perdere il narcisista a cui sono devote/i – inutile dire che sono quasi tutte/i scimmie volanti, specialmente le donne che si prestano ad essere amanti consapevoli. Ti rimando il link dell’articolo in cui ne parlo, qui LE SCIMMIE VOLANTI: tutto ciò che c’è da sapere – Le voci di Eco -.

Tu non sei tutto questo marcio. Sì, te lo hanno buttato addosso, più e più volte, forse. Ma non fa parte di te. E soprattutto, TU NON SEI INFERIORE A NESSUNO. Non sei inferiore alla donna a cui lui fa apprezzamenti, non sei inferiore alla donna a cui ammicca, non sei inferiore alla donna che ha dei dettagli oggettivi che tu percepisci di esserne carente. Questo semplicemente per un motivo, incredibilmente scontato ed incredibilmente vero: SEI UN ESSERE UNICO NEL TUO GENERE, e, se sei stata accuratamente scelta da una personalità narcisista/ psicopatica/ manipolante, SEI ANCHE UN ESSERE PREZIOSO NELLA TUA OLTREMISURA EMPATIA. Lascia lo sterco ai porci – lo adoro sempre questo detto!!! – , tieni le perle lontane!

Articolo soggetto a copyright – E’ severamente vietata la copia e la riproduzione, anche parziale, dei contenuti di questo blog. Nel caso in cui parti di articoli – anche limitate – vengano estratte ed utilizzate (periodicamente e/o occasionalmente) in altri testi, e/o altre piattaforme, e/o sessioni formative, e/o discorsi resi pubblici con qualsivoglia mezzo (ad esempio video e/o audio), E’ OBBLIGATORIO CITARE LA FONTE https://levocidieco.com/ a tutela del diritto d’autore in base alla normativa vigente.