ARTICOLO – COME TUTTI GLI ALTRI ARTICOLI DI QUESTO BLOG – RIFERITO A VITTIME DONNE E VITTIME UOMINI, MA PER COMODITA’ GRAMMATICALE ED INCIDENZA, USERO’ IL MASCHILE PER RIFERIRMI AL NARCISISTA E IL FEMMINILE PER RIFERIRMI ALLA VITTIMA.

Quante donne (e come sempre anche uomini) hanno superato pseudo dignitosamente lo scarto aberrante e il disturbo post traumatico da stress a seguito dell’abuso narcisistico, e si perdono qui, nella più avanzata fase del post scarto, quella in cui si prova quel misto di confusione e liberazione. Pensi di poter essere abbastanza forte, sai tutto sul narcisismo, e ti senti incompleta nella vittoria. Vuoi trovare quelle risposte che non hai mai ricevuto quando sei stata appesa a un filo nello scarto, e vuoi finirla a modo tuo, facendogli vedere che sei forte, che non sei una delle tante che lui muove come pedine, e vuoi fargli vedere che tu non ti sei spezzata (nonostante dietro quelle telefonate di oggi, quei messaggi di oggi, e quei silenzi post scarto di ieri, ti sei logorata, e solo chi ti era vicino in quei momenti lo sapeva). La tua parte, in qualche maniera narcisista, vuole superare se stessa, e allora cominci a sbirciare dentro alla bocca del lupo. E, come uno scivolo infernale, ne vieni risucchiata ancora. Cominci ad intessere discussioni stimolanti con lui, lui che ti vede padrona, lui che ha difficoltà a schiacciarti con le parole, perchè tu inspiegabilmente hai una dialettica pronta ad ogni sua forma di manipolazione, perchè lui non sa che tu ora sai tutto anche sulla manipolazione. Inizialmente ti senti forte. Vedi che le tue conoscenze sono state efficaci, e tu ora sei al suo stesso livello dialettico, e sai cosa dire per lasciarlo con la faccia appesa, e per lasciarlo infastidito dalla sua impossibilità di controbattere. Sai come disinnescare un suo accendersi attraverso il tuo accendersi, e allora spesso lasci conversazioni a metà, perchè hai imparato che ogni forma rimasta aperta il narcisista vuole chiuderla, e sai come fargli pensare che sentire te è stimolante perchè tu non ti schiacci mai. Ma poi quella iniziale forza, mista a divertimento, comincia a diventare stanchezza. Ogni telefonata con lui, ogni conversazione con lui, via telematica o anche in presenza, diventa faticosa da portare avanti e mantenere, perchè TI RICHIEDE SEMPRE DI PIU’ UN’ENERGIA STRAZIANTE.

Il narcisista ANCORA TI PROSCIUGA ENERGIE, spesso senza neanche toccarti. Ti prosciuga energie nel mentre tu ti sforzi a contro-manipolarlo, paga del vederlo destabilizzato (destabilizzato solo per poco, fidati), e ti prosciuga energie nell’attesa che tu possa sentirlo e vederlo di nuovo, così, saltuariamente, tanto “tu sei forte e non più manipolabile” – certo, per ora – , e ti prosciuga energie nel tuo costante rimanere “sotto allo scacco” di un contatto che rimane sempre di sottofondo alle vostre vite, mentre scorrono parallele, ma toccandosi, ovviamente sempre quando, come e dove vuole lui. Ti stanchi sempre di più, fino a che non hai più le forze per contro-manipolare, ma pur di continuare a mantenere questo contatto scivoli, anche qui, lentamente nell’assecondare la sua dialettica, i suoi pensieri, le sue scelte, e soprattutto IL SUO POTERE in ogni azione che vi riguarda.

Non te ne accorgi, ma con il tempo ti ritrovi nello stesso vortice, quello di prima dello scarto, quello di tu che, marionetta, vieni mossa dal burattinaio. Ma ora hai dolore, perchè oltre a tutta la dipendenza affettiva di cui sei tornata ad essere schiava, hai anche l’aggravante dolore spropositato della sconfitta di te stessa, di te che ora conosci, e che, NONOSTANTE CONOSCI, non hai ascoltato le mondiali raccomandazioni di FARE NO CONTACT. E sei caduta per piccoli vezzi di superiorità, e per piccole curiosità di giocare ancora.

Hai giocato col fuoco, e tutti gli sforzi iniziali e tutti i leggeri barlumi di possibilità di risalita, durante il suo silenzio dopo lo scarto, si frantumano nelle tue piccole ricadute che avevano l’illusione di non risuccedere, perchè adesso tu eri forte, e immune a tutto, pensavi.

NON SI E’ MAI FORTE. E NON SI E’ MAI VERAMENTE ABILI A CONTROMANIPOLARE! Lo si può fare per un breve tempo, ma non per sempre. E stai sicura che il gioco ripassa sempre alle mani del narcisista. E’ lui che comanda, anche quando pensi che a comandare sia tu. Ama farlo. Ama illuderti del potere, e può anche essere piegato dalle tue tiepide abilità di contromanipolarlo, ma NIENTE SARA’ PIU’ FORTE DI UNA MANIPOLAZIONE DI UN SOGGETTO CHE E’ NATO COSì! Il narcisista ha una capacità innata di manipolare, insita nella sua natura. E’ da quando è nato che manipola, ogni sua azione ed ogni suo rivolgersi a chiunque ha alla base la manipolazione, quindi come puoi pretendere di essere più forte? Il narcisista non ha empatia, non ha coscienza, come puoi permettere di vincere in una battaglia dove tu con lui non giochi ad armi pari? Non stai facendo altro che continuare il crudele operato su di te, e non solo: stai perdendo tempo per costruire cose per te, stai perdendo la concentrazione per gli obiettivi della tua vita, stai perdendo ENERGIE, anzi, le stai SPRECANDO! Stai perdendo l’opportunità di iniziare il no contact ora, in questo momento esatto, e stai perdendo l’opportunità di abbandonarti alla totale libertà, quella di fare qualcosa che hai voglia di fare senza avere l’ansia di rispondere al primo squillo della telefonata del narcisista, o senza l’ansia di rispondere a quel messaggio e se andassi in piscina il telefono non lo sentiresti, e a qualsiasi risposta non datagli all’istante potresti morirne dal senso di colpa e dalla paura di ritorsioni psicologiche. Ne vale la pena?

Tu cos’è che vuoi? Vuoi che lui rimanga agganciato a te? E perchè vuoi questo? NON E’ MEGLIO LA LIBERTA’ PIUTTOSTO CHE FARSI VALERE CON QUALCUNO CHE NON VALE? La vittoria sul narcisista si ha nel momento in cui si prende in mano la propria vita, perchè è quello il momento in cui diventi davvero FORTE, non quando ti rendi conto ti essere capace a contromanipolarlo.

FREGATENE SE SEI BRAVA A MANTENERE I CONTATTI SENZA FARTI RISUCCHIARE! Già ti ha risucchiato senza che tu te ne fossi resa conto! Se vuoi sentirti forte, se vuoi sentirti padrona di te stessa, DEVI AGIRE SU DI TE! Devi INTERROMPERE LA MANIPOLAZIONE DEL TUO ABUSANTE ATTRAVERSO L’INTERRUZIONE DEI CONTATTI CON LUI, non attraverso le magie di contro-manipolazione. La contro – manipolazione non basta! E ti dirò che non serve mai! Non serve neanche per le situazioni di estrema necessità come parenti narcisisti vicini o exconiugi con cui si hanno figli, perchè per loro c’è da attuare, semmai, la tecnica della pietra grigia, che è tutt’altra cosa che contromanipolare. La contromanipolazione dà pur sempre un risultato di reazione nel narcisista, e tu questo LO DEVI DISINNESCARE.

Chiediti cosa realmente vuoi, e qualunque risposta sincera tu ti dia, sappi che la risposta giusta è sempre e solo questa: VOGLIO ESSERE LIBERA.

Articolo soggetto a copyright – E’ severamente vietata la copia e la riproduzione, anche parziale, dei contenuti di questo blog. Nel caso in cui parti di articoli – anche limitate – vengano estratte ed utilizzate (periodicamente e/o occasionalmente) in altri testi, e/o altre piattaforme, e/o sessioni formative, e/o discorsi resi pubblici con qualsivoglia mezzo (ad esempio video e/o audio), E’ OBBLIGATORIO CITARE LA FONTE https://levocidieco.com/ a tutela del diritto d’autore in base alla normativa vigente.